La Ternana risorge con Palombi e Palumbo

CALCIO SERIE B

La Ternana risorge con Palombi e Palumbo

05.12.2016 - 19:57

0

Nel segno di Palombi. Fortemente nel segno del bomberino scuola Lazio che giornata dopo giornata si va confermando decisivo nello scacchiere tattico di Benny Carbone. Bastano pochi numeri, nudi e crudi. Tre reti in quattro gare più un assist e un rigore procurato. Merita la copertina il baby che nelle giovanili biancocelesti ha fatto sfraceli di reti e oggi vuole confermarsi nel calcio che conta. La merita anche per via di quella esuberanza tipica giovanile che ama dire le cose come stanno senza tanti giri di parole: “Voglio andare in doppia cifra...”. Lo ha dichiarato al termine della sfida con il Brescia senza alcun timore. Abituato a segnare in tutti i campionati giovanili non ha remore a voler continuare nei tornei maggiori, a partire da Terni vista come un trampolino di lancio. Nonostante le possibili e prevedibili difficoltà che da qui in avanti potrebbe incontrare. Perché l’effetto sorpresa è terminato e la soglia di attenzione dei prossimi avversari sarà massima nei confronti di chi, appena entra in area, male che vada crea scompiglio. Manna dal cielo per Carbone che, a un certo punto, con la squadra in difficoltà di risultati e classifica e La Gumina fuori per infortunio, se l’era vista davvero brutta. E invece è spuntato dal cilindro rossoverde questo ragazzotto che, per la verità, di gol ne aveva già fatto uno in Coppa Italia. Come dire, un primo segnale. Poco raccolto in quel momento, come ammesso con grande onestà dallo stesso Carbone. Che, oggi, ha trovato invece l’oro in fondo al pozzo di casa. Perché una volta risolto il problema tattico di Avenatti con la presenza di un attaccante al suo fianco capace di aggredire la profondità liberando l’uruguaiano anche in ripiegamenti a centrocampo,  ecco che l’assenza forzata di La Gumina poteva costare caro all’impianto di gioco rossoverde. Problema risolto alla radice con l’esplosione sorprendente quanto gradita di baby Palombi, fiuto del gol da vendere, micidiale come pochi sotto rete, straordinari capacità di vedere la porta anche da posizione defilata, precisione assoluta nella conclusione. Dice di ispirarsi a Immobile,ma in area...è un autentico fulmine. E le buone notizie per Carbone non finiscono qui. Nella vittoria con il Brescia che frutta il punto numero 7 in 3 gare e consente alle Fere di uscire dalla zona play out, eccoti pure un’altra soluzione tattica che merita di essere confermata. Quella che promuove Palumbo in cabina di regia, play maker rossoverde, a lungo signore del centrocampo dove le rondinelle patiscono le sventagliate ad aprire sulle fasce del napoletano che non ha disdegnato nemmeno la conclusione a rete. E poi c’è la riconquistata solidità difensiva (1 gol al passivo in 3 gare) dopo le 7 incassate tra Novara, Benevento e Salernitana. Direte, con il Brescia i 3 punti ci potevano stare. Con le rondinelle reduci da 4 ko esterni consecutivi, la difesa più battuta del torneo e qualche cartellino di troppo nelle ultime giornate. Già, ma proprio per questo più che mai decise a invertire la rotta, anche in virtù di un potenziale qualitativo niente male. Con Brocchi che, però, tiene fuori a sorpresa il talento di Morosini probabilmente alla ricerca di quegli “equilibri esterni” ancora assenti in casa lombarda. Ecco, quindi, l’inedito 4-3-3. Che all’alba del match sembra poter dare anche buone risposte (il doppio palo in 16’ salva la Ternana) con qualche incursione dalla parti di Aresti. Ma il vantaggio rossoverde scompiglia le carte a Brocchi costretto a tornare sui suoi passi fino al tambureggiante assalto finale fatto più di nervi che di sostanza. Vince la Ternana che ora guarda al futuro con maggiore fiducia anche se a Carpi non avrà Masi e Defendi. Servirà una prestazione stile Matusa...

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Super Vacanze di Natale, Ruffini celebra 35 anni di cinepanettone

Roma (askanews) - Un successo che dura da 35 anni. I film di Natale prodotti da De Laurentiis, dal primo "Vacanze di Natale" del 1983 all'ultimo "Dio salvi la regina", hanno incassato complessivamente 400 milioni, coinvolto più di 200 attori, e sono stati girati in 50 location, da Cortina D'Ampezzo a New York. Quest'anno, per celebrare il 35esimo compleanno del cosiddetto "cinepanettone", il 14 ...

 
Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Castello del Trebbio, dai Medici all'agricoltura biointegrale

Milano (askanews) - Nelle sue sale si progettò la Congiura dei Pazzi, poi fu confiscato dalla famiglia dei Medici e donato al vescovo di Fiesole: inizia così la storia del Castello del Trebbio, dimora del Rinascimento datata 1184, che ha attraversato 800 anni di storia, passando da maniero a fortezza militare, a tenuta agricola per la produzione di vino ed olio di alta qualità. Siamo nel Chianti ...

 
Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Esplosione a un terminal gas in Austria: 1 morto e 18 feriti

Roma, (askanews) - E' di almeno un morto e 18 feriti il primo bilancio dell'esplosione al terminal di gas di Baumgarten, nell'Est dell'Austria. Lo ha riferito la Croce rossa all'agenzia austriaca Apa dopo l'esplosione "seguita da un incendio", come ha precisato un portavoce della polizia Edmund Tragschitz, secondo cui la situazione è già tornata sotto controllo. In precedenza, tuttavia, la ...

 
Grigliata da Guinness in Uruguay: arrostite 10 tonnellate carne

Grigliata da Guinness in Uruguay: arrostite 10 tonnellate carne

Milano, (askanews) - Non una grigliata tra amici della domenica, ma uno sforzo imponente per entrare nel Guinness dei primati. In Uruguay, nella piccola città di Minas, grazie a oltre 10 tonnellate di carne alla griglia, è stato battuto domenica il record Guinness del più grande barbecue del mondo. Per realizzare la gigantesca "parrilla" sono stati necessari 60 tonnellate di legna e l'impegno di ...

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017