Boisfer: "Gioco bene? Preparazione e allenatore ok, tutto il contrario dell'anno scorso"

Boisfer: "Gioco bene? Preparazione e allenatore ok, tutto il contrario dell'anno scorso"

Il centrocampista francese spiega il segreto della sua rinascita in questo primo scorcio di campionato

16.10.2012 - 10:27

0

Meglio pareggiare che perdere, diceva Vujadin Boskov, e il proverbio dell’ex tecnico della Samp scudettata è stato ripreso da Rodrigue Boisfer, anche se il centrocampista non nega di aver sperato nei tre punti. “E’ chiaro che si lavora tutta la settimana per vincere la domenica. Peccato, saremmo andati in testa – ha spiegato – ma il punto è comunque importante, ci serve per l’obiettivo salvezza. Siamo tuttavia sempre nel gruppetto in alto, con 11 punti, ad agosto poca gente l’avrebbe detto. Dispiace non aver sfruttato le occasioni contro il Barletta, ma il primato non avrebbe cambiato nulla: dobbiamo rimanere umili, poi, una volta acquisita la salvezza…”. Dal punto di vista personale intanto Boisfer sta collezionando ottime prestazioni. Rivincite? “E’ una semplice conseguenza del lavoro – ha sottolineato – ho svolto una preparazione adeguata, si è formato un bel gruppo, l’allenatore ha idee chiare. Tutte cose che l’anno scorso non c’erano. La squadra non girava, anche se veniva qua un fenomeno, avrebbe fatto male pure lui”. Di chi è il merito di questa sua rinascita? “Sottil, Coppola e i compagni della vecchia guardia hanno dato una grossa mano – ha ammesso il francese – avevo comunque voglia di dimostrare di non essere il giocatore della B: ho avuto le mie colpe, ma anche altri hanno sbagliato. Sono convinto che in un ambiente buono, tanti elementi potevano giocare molto meglio di quanto fatto”. Rivede qualcosa di Torrente in Sottil? “Sono due allenatori che ti caricano per tutta la settimana – ha detto – fateci caso, adesso all’inizio non scendiamo in campo molli”. Rispetto a due anni fa però manca Gomez. “Eh, ma così è scorretto (sorride ndr). Bisogna avere pazienza. Sono sicuro che ci faranno fare il salto di qualità”. Tornando al match con il Barletta, capitan Sandreani come ha preso l’esclusione? “Le scelte dell’allenatore non si discutono e lui è tranquillissimo – ha commentato Boisfer – a Sorrento è capitato a me. Quest’anno però c’è un gruppo molto unito, domenica ha giocato Malaccari e ha dato il massimo. I più giovani stanno capendo che Gubbio è una piazza speciale: se si riesce a ingranare, la gente ti dà davvero tutto”. L’auspicio è che il cambio di marcia arrivi al più presto. 

Roberto Minelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Governo, Mattarella riparte da un'(auspicabile) intesa M5s-Pd

Roma (askanews) - "Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e gli ha affidato il compito di verificare la possibilità di una intesa di maggioranza parlamentare tra M5s e Pd per costituire il governo". Meno di trentasei ore per rendere possibile quello che fino ad oggi sembrava impossibile: un governo di larghe intese ...

 
Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Rupert Everett: Wilde perseguitato, "succede ancora oggi"

Roma, 23 apr. (askanews) - "The Happy Prince", il principe felice: prende il nome dalla favola di Oscar Wilde il film che Rupert Everett ha dedicato al grande scrittore irlandese, alla sua vita rutilante nella società londinese di fine Ottocento e al suo crollo quando la sua omosessualità divenne di pubblico dominio. Oscar Wilde è un ruolo che Everett ha ricoperto anche in teatro. Dal festival di ...

 
Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Rupert Everett nel "Nome della Rosa": "A Eco piacerebbe"

Sorrento, (askanews) - Intervistato al Festival di Sorrento, Rupert Everett racconta del suo impegno in un progetto caro al cuore dell'Italia, una serie tv Fox tratta dal "Nome della Rosa" di Umberto Eco, girata a Perugia: Guglielmo sarà John Turturro. E Umberto Eco, dice, Everett, sarebbe contento. "Penso che sarebbe contento: rispetto al film che doveva riassumere così tanti temi del libro, noi ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018