Caccavallo: "Non sono trequartista, ma mi adeguo"

Caccavallo: "Non sono trequartista, ma mi adeguo"

Intervista al fantasista napoletano in vista del match dei rossoblù contro il Barletta, sua ex squadra: "Corrono tanto e hanno bisogno di punti, serve ancora più concentrazione rispetto al Benevento"

13.10.2012 - 15:18

0

“Sono nato esterno o seconda punta, ma è chiaro che non gioco da un anno e faccio quello che mi dice il mister, anche il terzino”. Giuseppe Caccavallo non nasconde il fatto che il ruolo di trequartista non sia il suo preferito, ma lo spirito di squadra che sta emergendo nel gruppo di Sottil fa sì che la scelta del tecnico non sia accolta da nessun mal di pancia. “L’importante è il risultato del Gubbio, i risultati personali verranno”, è la convinzione dell’attaccante napoletano, peraltro uno degli ex della partita di domenica contro il Barletta, insieme al centrocampista Guerri. “In Puglia non è stata una parentesi fortunata, sono stato fuori quattro mesi per infortunio – ha affermato – ma comunque non porto alcun rancore: ripeto però, voglio solo vincere”. Il monito lanciato da Sottil (“vietati i cali di tensione”) è stato tuttavia recepito sin da subito da Caccavallo: “Dobbiamo essere ancora più concentrati rispetto alla gara vinta con il Benevento – ha sottolineato il fantasista – loro sono una formazione che ha bisogno di punti e corrono tanto, dovremo essere super concentrati. Dopo il successo di lunedì sappiamo cosa possiamo fare in questo campionato e con il Barletta ci faremo trovare sicuramente pronti, dobbiamo continuare così, dandoci sempre una mano a vicenda”. Caccavallo inoltre esalta la coesione all’interno dello spogliatoio eugubino: “Siamo un gruppo fantastico, i risultati vengono tutti da lì – ha ammesso – quando sarò al 100%? Penso dopo la sosta: dalla prossima settimana in pratica farò un mini-ritiro per presentarmi al massimo il 28 ottobre. La gamba può venire pure più avanti, l’importante è che ci sia la testa”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

Salvini querela Saviano, Delrio: "Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Salvini querela Saviano, Delrio incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania."Incommentabile, ministro che minaccia chi osa dissentire". Queste le parole di Delrio ai giornalisti sulla querela del ...

 
Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 Bimba rom ferita, Delrio: "Occorre sforzo per affermare principio dell'uguaglianza tra persone" Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Occorre uno sforzo per affermare il principio dell'uguaglianza tra persone nel nostro Paese". Queste le parole di ...

 
PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

PD, Delrio: "Mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente"

(Agenzia Vista) Napoli, 19 luglio 2018 PD, Delrio mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente Il capogruppo del Partito Democratico, Graziano Delrio, incontra presso la sede del consiglio comunale i giovani amministratori Dem della Campania. "Bisogna mettere da parte le correnti e ripartire dalla gente". Queste le parole di Delrio. AltrimondiNews Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018