Derby, La partita di Baiocco: “Tifo per il Perugia. Chi vince può volare”

Derby, La partita di Baiocco: “Tifo per il Perugia. Chi vince può volare”

Il centrocampista è nato nel capoluogo per poi giocare con il Gubbio e consacrarsi proprio con il Grifo con cui poteva tornare in estate. “Riconoscente alla Cremonese, ma resta aperto il discorso con il club di Santopadre”

06.09.2013 - 18:12

0

A Perugia è nato, a Gubbio è diventato uomo, il Grifo l’ha consacrato. Nei colori del derby di domenica c’è tantissimo della vita e del calcio di Davide Baiocco. A38 anni, il motorino di Bosco sta guardando via via tanti ex compagni sedersi in panchina e anche con i due allenatori dell’atteso match del Curi, Camplone da una parte e Bucchi dall’altra, ha condiviso diverse gioie. Dietro la scrivania invece è finito il ds Goretti che gli sta facendo una corte serrata da mesi. Davide ha deciso di continuare a correre in mezzo al campo con la maglia della Cremonese, ma per il suo ritorno a casa sembra solo questione di tempo.
Baiocco, che significato ha questo derby? “E’ una partita, come ha dimostrato lo scorso anno, che può far bene a tutto il calcio umbro. Cresce l’entusiasmo e ai perugini dico di stare vicino alla squadra perché la società sta lavorando bene”.
Il suo cuore da che parte sta? “Tifo il Perugia, la squadra della mia città, con cui ho avuto la fortuna di giocare in A. Ma sono anche molto legato a Gubbio, i tifosi lo sanno, perché lì mi sono avvicinato al calcio vero e sono cresciuto come uomo”.
Di cosa ha bisogno il Grifo per tornare grande? “Roberto (Goretti, ndr) è una persona fantastica e ha allestito un organico molto competitivo. La prima partita ha dimostrato la difficoltà del campionato ma anche la qualità del Perugia che meritava di vincere. La città deve capire gli sforzi economici e la competenza del club, la squadra va amata a prescindere dalla categoria e anche se la promozione è sfuggita di un soffio lo scorso anno”.
Proprio Goretti l’ha fatta un po’ vacillare proponendole di tornare? “Molto più che un po’. Ci siamo ripromessi di risentirci perché le nostre idee calcistiche sono convergenti, c’è intesa a livello umano e c’è anche convergenza a livello tecnico”.

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 6 settembre
A cura di Domenico Cantarini 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Roma, (askanews) - "Da matti l'accordo con l'Iran": così il presidente statunitense dalla Casa Bianca dove riceve il francese Emmanuel Macron. Proprio l'accordo con Teheran firmato da Barack Obama assieme alla diplomazia internazionale è uno dei temi caldi dell'incontro fra Parigi e Washington: Macron aveva per missione cercava di convincere Trump a non recedere dall'accordo, perdendo anni di ...

 
Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Londra, (askanews) - Non solo le statue di Winston Churchill, di Gandhi e di Mandela davanti al parlamento britannico; c'è finalmente anche la statua di una donna, l'attivista per i diritti femminili Millicent Fawcett, svelata nel centesimo anniversario del voto alle donne. La statua realizzata dall'artista Gillian Wearing, è stata inaugurata dalla premier Theresa May accanto al sindaco di Londra ...

 
Trump-Macron in abito nero, Melanie-Brigitte sfoggiano il bianco

Trump-Macron in abito nero, Melanie-Brigitte sfoggiano il bianco

Roma, (askanews) - Il presidente americano Donald Trump ha ricevuto alla Casa Bianca il presidente francese Emmanuel Macron. I due capi di Stato, in elegante completo scuro, erano accompagnati dalle rispettive moglie, Melanie e Brigitte, entrambe in completo bianco. Melanie con anche un cappello a larghe tese.

 
Economia

Bose europee contrastate, a Milano bene il lusso

Le Borse europee chiudono contrastate, sulla scia del ribasso di Wall Street dopo che i rendimenti decennali americani hanno toccato la soglia del 3% per la prima volta da gennaio 2014. A Milano l'indice Ftse Mib segna +0,22% oltre quota 24mila punti. In progresso Londra +0,36%, deboli i listini di Francoforte -0,17% e Parigi -0,10%, dove il fermo di Vincent Bolloré per un'inchiesta su presunte ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018