Sciacca ko, brutta tegola per la Ternana: il centrocampista finisce sotto i ferri

Sciacca ko, brutta tegola per la Ternana: il centrocampista finisce sotto i ferri

Per l’ex catanese si profilano tempi di recupero lunghi. E mister Toscano deve trovare alternative valide in mediana

06.09.2013 - 10:05

0

Brutta tegola per la Ternana, che rischia di perdere per lungo tempo uno dei pilastri del proprio centrocampo. Ieri pomeriggio l’ex catanese Sciacca (potenziale titolare nel ruolo di mezzala destra) è stato operato presso la clinica romana “Villa Stuart” dal professor Mariani per lo stesso problema(lesione al crociato del ginocchio destro) che lo ha costretto a finire sotto i ferri il 9 ottobre del 2012.

Interrogativi in serie In quella circostanza, quasi 11 mesi fa, il centrocampista catanese andò ko per un trauma discorsivo al ginocchio destro subìto in allenamento. Adesso è alle prese con una ricaduta o si è fatto male di nuovo? E nel secondo caso quando si è bloccato, nella sua unica uscita in rossoverde (lo scorso 27 luglio contro il Verona nel triangolare di Rovereto) o nei giorni seguenti? Domande senza risposta. Di sicuro lo staff medico ha cercato di gestire la situazione attraverso un lavoro specifico di potenziamento muscolare, ma poi si è rivelato necessario l’intervento chirurgico. A questo punto è lecito chiedersi perché a fronte di uno stop presumibilmente molto lungo(nella migliore delle ipotesi intorno ai 5-6 mesi) Sciacca non sia stato sostituito attraverso l’ingaggio di un elemento di pari livello e con caratteristiche tecnico-tattiche simili.
La Ternana ha condotto un mercato straordinario,probabilmente il migliore in assoluto dell’intero torneo cadetto, ma forse dopo aver fatto trenta ha rinunciato a fare trentuno. Eppure, nonostante la presenza in organico di altri centrocampisti affidabili, sarebbe stato opportuno un ultimo sforzo. A meno che non si voglia puntare sul giovane Valjent (un autentico talento, in prospettiva) oppure sull’arretramento in mediana di un fantasista come Nolé oFalletti. Scelte intriganti ma (per motivi diversi) piuttosto rischiose. E allora potrebbero tornare utili il senso geometrico di Miglietta, il tasso dinamico di Carcuro e l’intelligenza tattica di Botta (fin qui molto positivo).

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 5 settembre
A cura di Luca Giovannetti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Roma, (askanews) - La coalizione di centrodestra non è guidata dal Ppe, ma dalle forze estremiste e populiste di Matteo Salvini e Giorgia Meloni". Ad affermarlo, parlando all'iniziativa sull'Europa organizzata dei Dem a Milano, è il segretario del Pd Matteo Renzi. "Amici del Ppe, vi stanno prendendo in giro. Basta guardare come si sono divisi i collegi uninominali. Ogni voto dato al fronte della ...

 
Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Roma, (askanews) - Una manifestazione del movimento femminista internazionale per gridare anche a Roma "#MeToo", contro le molestie e le discriminazioni verso le donne. Si è tenuta stamattina a Piazza Santi Apostoli organizzata da"American Expats for Positive Change" e ha visto la partecipazione tra gli altri dell'attrice Asia Argento.

 
Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Roma, (askanews) - L'Europa come spartiacque tra le forze politiche in campo alle elezioni italiane. Con il Pd nettamente schierato per il rilancio del processo di integrazione europea, contro l'euroscetticismo dei Cinque Stelle e della coalizione di centrodestra a trazione populista targata Lega-Fratelli d'Italia. È l'operazione che Matteo Renzi lancia da Milano, teatro di un'iniziativa del ...

 
È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

Lione, (askanews) - Paul Bocuse, colui che fu soprannominato "chef del secolo", si è spento a meno di un mese dal suo novantaduesimo compleanno a Collonges-au-Mont-d'Or, suo villaggio natale e nel quale sorgeva il suo celebre ristorante, già appartenuto al nonno, nei pressi di Lione. Il "Papa" della gastronomia francese, che soffriva da alcuni anni di Parkinson, proveniva da un'antica famiglia di ...

 
Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018