Sui Sibillini nascono 6 camoscetti: la natura risorge dopo il terremoto

I camoscetti nati nel parco dei Sibillini

LA BUONA NOTIZIA

Sui Sibillini nascono 6 camoscetti: la natura risorge dopo il terremoto

18.05.2017 - 19:50

0

Dopo i gravi eventi sismici le attività di monitoraggio e gestione della fauna non si sono fermate.

Già le prime osservazioni effettuate dagli zoologi del Parco dei Sibillini indicavano che, nonostante i crolli che hanno diffusamente interessato gli ambienti rupestri dei Sibillini, la colonia di camoscio appenninico non aveva subito perdite percepibili.

In questi giorni del maggio 2017 gli zoologi hanno osservato i primi piccoli di camoscio appenninico nati quest'anno in natura. Si tratta di sei individui che hanno visto la luce dai primi di maggio tra le rupi del massiccio del Monte Bove, nel versante marchigiano del parco che è compreso tra Umbria e Marche.

Il camoscio appenninico è una specie presente esclusivamente nelle aree protette dell'Appennino centrale ed è protetto a livello europeo, in quanto quasi estinto all'inizio del '900 e tuttora vulnerabile. 

Sui monti Sibillini (tra Umbria e Marche), da cui era del tutto scomparso forse in tempi storici, è stato reintrodotto dal Parco dal 2008 grazie a progetti comunitari realizzati in collaborazione con gli altri parchi centroappenninici. Il progetto ha avuto un grande successo e ora, sui monti della Sibilla, vive una colonia formata da circa 100 individui. Nei prossimi giorni, fino a luglio, ci si aspetta quindi la nascita di molti altri camoscetti.


"Le attività di monitoraggio della fauna - spiega l'ente Parco dei Sibillini in una nota inviata al nostro giornale - devono essere svolte anche nelle aree più impervie, ora difficilmente raggiungibili a causa della chiusura di molte strade principali e secondarie, e dei rischi connessi ai dissesti e alla instabilità dei versanti". Ciò richiede l'individuazione, in collaborazione con i carabinieri forestali, di percorsi e siti di osservazione alternativi spesso più impegnativi.

Oltre al monitoraggio del camoscio appenninico, i principali progetti attualmente in corso riguardano il monitoraggio del lupo, del cervo, del capriolo e della coturnice, la gestione del cinghiale (anche mediante interventi di controllo numerico), e il progetto comunitario Life per la conservazione della trota mediterranea.


La natura dei Sibillini e la loro straordinaria biodiversità sono una risorsa strategica anche per la rinascita economica e sociale del territorio così duramente colpito dal sisma, e la nascita dei camoscetti è un simbolo che ci insegna a guardare al futuro con maggiore speranza. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

La nautica italiana cresce e si rilancia

Ripresa solida e nuove opportunità: il settore della nautica traccia le sue nuove rotte di sviluppo al convegno di Ucina, Confindustria nautica, organizzato a Rapallo nell’ambito della Convention Satec 2018.

 
Economia

Il legno, una vera economia circolare

Una gestione efficiente del riciclo del legno rappresenta non solo un impegno per un mondo sempre più sostenibile, ma anche una risorsa economica, dando vita a una vera economia circolare importante per il Paese.

 
Economia

La Bce ‘accomoda’ il mercato

Il cronoprogramma del rialzo dei tassi nell’Eurozona, non prima dell’estate 2019, avrà l’effetto di diminuire la volatilità su mercati azionari e tassi

 
Quattro ristoranti, in onda la puntata girata in Umbria

Televisione

Quattro ristoranti, in onda la puntata girata in Umbria

Con l’estate alle porte - da giovedì 21 giugno alle ore 21.15 su Sky Uno hd – arrivano le nuove puntate inedite di Alessandro Borghese 4 Ristoranti, la produzione originale ...

19.06.2018

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Sfilata di moda in sala Podiani

Gli studenti dell'IID si ispirano al simbolismo delle stagioni

Il 22 giugno alle 18.30 la Galleria Nazionale dell’Umbria accoglierà in sala Podiani la sfilata di moda a chiusura dell’anno scolastico dell’IID, l'Istituto italiano di ...

15.06.2018

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

festival della canzone italiana

Baglioni concede il bis: condurrà anche Sanremo 2019

Dopo un lungo corteggiamento, Claudio Baglioni ha accettato l’incarico di direttore artistico del Festival di Sanremo nel 2019. "Sono molto contento - ha commentato il ...

14.06.2018