Muore neonato, i medici finiscono sotto inchiesta

La famiglia: "Manovre errate durante il parto all'ospedale di Spoleto". Inutili le cure a Perugia. Inchiesta della Procura

03.02.2013 - 16:01

0

Dopo il parto all'ospedale di Spoleto ha trascorso appena cinque mesi di vita nel reparto di terapia intensiva neonatale del Santa Maria della Misericordia di Perugia. Qui hanno tentato tutte le terapie possibili per salvarlo. Inutile. La notte scorsa ha smesso di lottare. Il piccolo, affetto da encefalopatia, è morto. Un dolore devastante. Un epilogo che non puoi accettare perché contro natura, contro ogni logica. Ma sul decesso del loro figlio i genitori, assistiti dagli avvocati Paolo Panichi e Veronica Mezzasoma, non hanno dubbi.
Durante il parto, per il quale la coppia residente nel Perugino aveva scelto di affidarsi all'ospedale di Spoleto, sarebbero stati commessi errori. Manovre errate, ritardi che avrebbero lasciato senza ossigeno il cervello del piccolo troppo a lungo. Il bimbo, del peso di un chilo e ottocento grammi alla nascita, sarebbe per questo nato cerebroleso. Già allora la Procura di Spoleto, a seguito della denuncia dei genitori, aveva aperto un fascicolo. Un atto dovuto di fronte al dolore della coppia e a garanzia dei professionisti della stessa struttura ospedaliera. Lesioni gravi l'ipotesi di reato.
Da ieri, l'indagine parla di omicidio colposo. Di questo dovranno rendere conto i medici e l'equipe presenti al parto in quella notte maledetta a Spoleto. Un compito difficile quello del sostituto procuratore Federica Albano, stretta tra la perdita di due genitori e professionisti stimati. Costretta a far luce tra un episodio di eventuale imperizia o a prendere atto di una fatalità atroce. Il piccolo era nato il 15 marzo scorso al San Matteo degli Infermi di Spoleto. Primo figlio di una coppia residente nel Perugino che cullava già d a nove mesi la gioia attesa di sentirsi genitori. Di stringere quelle manine piccole e perfette, di guardare i suoi occhi curiosi, di sorvegliare i suoi primi passi. Quel 15 marzo doveva essere il giorno più bello della loro vita ma è diventato il loro peggiore incubo.

Patrizia Antolini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Perugia, (askanews) - Riduzione del danno e sostenibilità economico-sociale della filiera tabacchicola. Su queste due direttrici si muove l'azione congiunta di Philip Morris Italia e Coldiretti illustrata nella tavola rotonda "Il tabacco in Umbria - tra innovazione, tradizione e tutela della salute" svoltasi a Perugia e che ha messo attorno allo stesso tavolo istituzioni, mondo medico-scientifico ...

 
Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Milano (askanews) - Ilaria Bonacossa, per il secondo anno alla direzione di Artissima, la fiera d'arte contemporanea di Torino che per il 2018 andrà in scena all'Oval (e non solo) dal 2 al 4 novembre, ha presentato ad askanews la nuova edizione della kermesse. Alcuni numeri: 189 gallerie, il 60% delle quali internazionali. Confermata la sezione, inaugurata nel 2017, dedicata ai disegni, e inoltre ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018