Dimesso dal pronto soccorso di Spoleto, torna a casa e muore d'infarto

Dimesso dal pronto soccorso di Spoleto, torna a casa e muore d'infarto

L'uomo, 41 anni, era originario di Salerno e spoletino d'adozione

22.08.2012 - 17:31

0

È deceduto sei ore dopo essere stato dimesso dal pronto soccorso dell'ospedale di Spoleto dove si era presentato febbricitante e con forti dolori addominali. Salvatore Marino, 41 anni, originario di Salerno e spoletino d'adozione, alle 3 di ieri mattina, dopo avere trascorso un pomeriggio intero al pronto soccorso è morto nell'appartamento del centro storico in cui da tempo viveva con la fidanzata, la stessa che pochi minuti prima ha composto il 118 chiedendo un'ambulanza.
All'arrivo dei sanitari per Sasà, come tutti lo chiamavano da anni, non c'è stato nulla da fare e il personale non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. La diagnosi, a quanto risulta, parlerebbe di infarto. Dal San Matteo degli Infermi, il direttore sanitario Luca Sapori, riferisce che il paziente sarebbe rimasto sotto osservazione dalle 13 fino alle 21, ore durante le quali sarebbe stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso, ma di più al momento non è dato sapere. Diversa, invece, la versione degli amici più cari che riferiscono di un'attesa biblica nella sala del pronto soccorso a cui avrebbe fatto seguito una visita conclusasi con la prescrizione di paracetamolo, tachipirina per intendersi. Circostanza, questa, che andrà ovviamente chiarita.
La vicenda è particolarmente delicata e occorrerà attendere maggiori precisazioni da parte della direzione dell'ospedale e dal dirigente del pronto soccorso per capire che tipo di accertamenti sono stati effettivamente eseguiti nel pomeriggio di lunedì. Al momento gli anziani genitori, arrivati ieri da Salerno sconvolti dal dolore, non avrebbero sporto denuncia e, secondo quanto risulta sarebbero piuttosto reticenti a rivolgersi all'autorità, preferendo trasportare rapidamente la salma in Campania, dove si terranno le esequie funebri. Oggi pomeriggio alle 18, nella chiesa di San Gregorio, verrà invece celebrata una messa in ricordo di Salvatore.

Chiara Fabrizi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Perugia, (askanews) - Riduzione del danno e sostenibilità economico-sociale della filiera tabacchicola. Su queste due direttrici si muove l'azione congiunta di Philip Morris Italia e Coldiretti illustrata nella tavola rotonda "Il tabacco in Umbria - tra innovazione, tradizione e tutela della salute" svoltasi a Perugia e che ha messo attorno allo stesso tavolo istituzioni, mondo medico-scientifico ...

 
Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Milano (askanews) - Ilaria Bonacossa, per il secondo anno alla direzione di Artissima, la fiera d'arte contemporanea di Torino che per il 2018 andrà in scena all'Oval (e non solo) dal 2 al 4 novembre, ha presentato ad askanews la nuova edizione della kermesse. Alcuni numeri: 189 gallerie, il 60% delle quali internazionali. Confermata la sezione, inaugurata nel 2017, dedicata ai disegni, e inoltre ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018