Lotta serrata all’abusivismo edilizio

Lotta serrata all’abusivismo edilizio

La polizia municipale scova almeno due illeciti al mese. Le segnalazioni partono spesspdai vicini di casa

16.08.2012 - 11:57

0

di Pamela Bevilacqua

E' lotta serrata   all'abusivismo edilizio nella   città del Festival. La municipale  scova, in media, almeno  due illeciti al mese. Le segnalazioni partono, sempre   più di frequente, dai vicini di casa. Nei primi sei mesi dell'   anno sono stati sedici gli abusi rilevati e gli spoletini finiti nei guai. Opere e lottizzazioni  che, nella maggior parte   dei casi, sono prive del permesso  a costruire o della dichiarazione d'inizio d'attività.   Tra ingiunzioni e diffide i  diretti interessati hanno dovuto bloccare i lavori se già iniziati,  o nel peggiore dei casi hanno dovuto smantellare l'opera se già portata a termine. Nel mirino degli agenti non solo comuni cittadini   ma anche aziende che fanno delle modifiche agli stabili delle attività, senza le rispettive autorizzazioni rilasciate dagli   uffici comunali.   Quello dell'abusivismo edilizio è un fenomeno diffuso a macchia di leopardo su tutto   il territorio. Parte dalla più lontana frazione ai confini del Comune, Acqualacastagna,  passando per Testaccio,   arrivando fino a Corso Garibaldi   e via delle mura. Colpisce pure  le frazioni,da Bazzano   a Collerisana fino a San   Martino in Trignano. Nella   lunga lista nera degli abusi  edilizi c'è di tutto. Rimessa auto,   deposito gasolio, pollaio,   legnaia, la creazione di passi   carrabili senza autorizzazione.   Oppure terrazze che diventano vani abitabili,   appartamenti   che si sdoppiano e   loft che fioriscono. La municipale   setaccia palmo a palmo periferia e centro e chi viene colto in fallo, rischia grosso.  Per arginare l'abusivismo edilizio,  l'amministrazione, da   qualche tempo, ha istituito   pure una task force. Si tratta   del nucleo unico di controllo costituito da agenti della municipale e tecnici dell'urbanistica impegnati nell' attività di monitoraggio sul territorio.   Un team con la specifica   funzione di vigilanza urbanistico   - edilizia pronto a stanare   tutte le irregolarità rilevate   in materia d'abusivismo. Una volta individuato l'abuso, scattata l'ingiunzione per rimuovono le costruzioni illecitamente realizzate. Al trasgressore   viene dato un periodo durante  il quale deve provvedere   al ripristino dello stato dei luoghi. Se non lo fa, il Comune si trova costretto ad   agire in prima persona, pagando   di tasca propria le spese   della demolizione dei vari   manufatti. Successivament  all'esecuzione dei lavori, gli uffici  della direzione urbanistica provvedono alla rivalsa  delle spese sostenute a carico dei soggetti individuati come responsabili degli abusi. C'è da dire che le entrate derivanti da permessi a costruire nel 2012 sono state destinate dal Comune interamente a investimenti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Perugia, (askanews) - Riduzione del danno e sostenibilità economico-sociale della filiera tabacchicola. Su queste due direttrici si muove l'azione congiunta di Philip Morris Italia e Coldiretti illustrata nella tavola rotonda "Il tabacco in Umbria - tra innovazione, tradizione e tutela della salute" svoltasi a Perugia e che ha messo attorno allo stesso tavolo istituzioni, mondo medico-scientifico ...

 
Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Milano (askanews) - Ilaria Bonacossa, per il secondo anno alla direzione di Artissima, la fiera d'arte contemporanea di Torino che per il 2018 andrà in scena all'Oval (e non solo) dal 2 al 4 novembre, ha presentato ad askanews la nuova edizione della kermesse. Alcuni numeri: 189 gallerie, il 60% delle quali internazionali. Confermata la sezione, inaugurata nel 2017, dedicata ai disegni, e inoltre ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018