Il Comune di Spoleto presenta un progetto per migliorare la sicurezza della comunità

Il Comune di Spoleto presenta un progetto per migliorare la sicurezza della comunità

Servirà a tutelare le vittime dei reati e facilitare il reinserimento lavorativo di ex detenuti e tossicodipendenti

13.08.2012 - 16:33

0

Di Rosella Solfaroli
"Città accogliente e sicura: la rete territoriale quale sistema per la sicurezza sociale": in virtù delle aree progettuali di intervento prioritario messe a bando dalla Regione per la presentazione dei progetti volti a migliorare la sicurezza delle comunità locali, il Comune di Spoleto ha presentato un progetto che sia di prosecuzione, di potenziamento e di sviluppo delle azioni fin qui svolte. E le cui linee, soprattutto, andranno a rafforzare gli interventi di sicurezza sociale, tramite lo sviluppo dei servizi di prima assistenza e aiuto alle vittime di fatti criminosi. E per la precisione, quelli mirati all'emergenza droga, attraverso la realizzazione di azioni di integrazione sociale e lavorativa delle persone con problematiche di dipendenza, ed alle attività di inclusione sociale e lavorativa dei detenuti ed ex detenuti. Tale progetto, in particolare, si pone l'obiettivo di migliorare la qualità dell'intervento di aiuto sulle vittime di reato e violenza, realizzare progetti assistenziali individualizzati mirati all'integrazione sociale e lavorativa di soggetti con problematiche di dipendenza, e che favoriscano il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti ed ex tali. Il costo totale previsto per tale progetto e di 100 mila euro, ed il Comune di Spoleto chiedera alla Regione un contributo pari al 50 per cento, ed il resto saranno a suo carico (fondi che sono stati già previsti sull'esercizio finanziario 2012). In realtà "Città accogliente e sicura: la rete territoriale quale sistema per la sicurezza sociale" e un progetto già attivato dal Comune di Spoleto nel 2008, grazie anche all'approvazione dello stesso ente regionale, ed in continuità con le strategie poste in atto negli anni immediatamente precedenti, ha delineato e attuato azioni finalizzate al consolidamento della rete territoriale tra soggetti istituzionali e non coinvolti nello sviluppo della sicurezza sociale e del territorio. Nonchè alla sperimentazione di una Sala Operativa Sociale, quale strumento di intervento immediato di presa in carico di cittadini in situazioni di emergenza sociale, al potenziamento delle azioni di vigilanza e controllo delle forze dell'ordine sul territorio, ed al potenziamento delle azioni di supporto delle vittime di reati e al consolidamento degli interventi di educazione alla legalità rivolti alle famiglie, agli insegnanti e agli studenti.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

26 anni dopo via D'Amelio, Palermo ricorda Borsellino

Palermo (askanews) - Ventisei anni dopo Palermo si è ritrovata ancora una volta in via D'Amelio per ricordare il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Sul palco allestito davanti all'albero che ricorda la strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, sono saliti in tanti per testimoniare il ...

 
Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Tabacco in Umbria, tradizione, innovazione e tutela della salute

Perugia, (askanews) - Riduzione del danno e sostenibilità economico-sociale della filiera tabacchicola. Su queste due direttrici si muove l'azione congiunta di Philip Morris Italia e Coldiretti illustrata nella tavola rotonda "Il tabacco in Umbria - tra innovazione, tradizione e tutela della salute" svoltasi a Perugia e che ha messo attorno allo stesso tavolo istituzioni, mondo medico-scientifico ...

 
Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Ilaria Bonacossa presenta Artissima 2018: il Tempo contemporaneo

Milano (askanews) - Ilaria Bonacossa, per il secondo anno alla direzione di Artissima, la fiera d'arte contemporanea di Torino che per il 2018 andrà in scena all'Oval (e non solo) dal 2 al 4 novembre, ha presentato ad askanews la nuova edizione della kermesse. Alcuni numeri: 189 gallerie, il 60% delle quali internazionali. Confermata la sezione, inaugurata nel 2017, dedicata ai disegni, e inoltre ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018