Spoleto, maxi operazione contro il rischio crolli al Giro dei Condotti

Al nastro di partenza i lavori per la messa in sicurezza. Da fine agosto per tre mesi transito pedonale off-limits

02.08.2012 - 11:30

0

Messa in sicurezza del Giro dei Condotti, ci siamo. I lavori di riqualificazione contro il rischio crolli stanno per essere avviati. La conferma arriva da un'ordinanza dirgenziale della Polizia municipale che ha già disposto il divieto di transito pedonale dal 27 agosto al 30 novembre e comunque fino alla chiusura dei lavori.
Il tratto interessato è quello compreso fra la chiesa di Sant'Elisabetta e il ponte delle Torri che dunque, dalla fine del mese, sarà off limits per tre mesi almeno, tempo necesaario per predisporre gli interventi di bonifica. Oltre al divieto di transito pedonale la ditta esecutrice dei lavori - l'aggiudicataria al termine della procedura negoziata è risultata la ditta Forti Srl di Spoleto - dovrà apporre la segnaletica necessaria e i cartelli di indicazione di percorso interrotto lungo entrambi i lati del percorso e in funzione all'andamento dei lavori. L'intervento di sistemazione del Giro dei Condotti, oltre che atteso e urgente, è piuttosto rilevante. Basti considerare che si tratta di opere appaltate per circa 337 mila euro. Del resto su quei massi, che negli anni hanno dato più di un problema e suscitato allarmi, occorre intervenire anche perchè sono molti i turisti e i cittadini che quotidianamente si servono del panoramico e centralissimo percorso. C'è da dire che il periodo scelto per i lavori, sa settembre a novembre, lascia aperta la fruibilità del "giro" ai cittadini almeno nell'ultimo scorcio d'estate, quando sono in molti a cercare refrigerio all'ombra della Rocca.
Per quanto riguarda l'intervento di sistemazione, dopo i rilievi geostrutturali, il parere favorevole degli uffici regionale di promozione e valorizzazione dei sistemi naturalisti e paesaggistici e dopo i continui correttivi messi a punto, si è optato per l'installazione di una rete metallica ed elastica a maglie larghe che conterrà lo scarico dei massi dalle pareti per un lungo tratto, almeno dall'inizio del sentiero all'altezza del ponte delle Torri fino alla casetta di San Leonardo. La rete sarà fissata su dei pali metallici a scomparsa che a loro volta verranno fissati su particolari basamenti. Tutto il sistema di protezione comunque risulterà completamente nascosto dalla vegetazione. Un'accortezza indispensabile su una zona Sic, sito di interesse comunitario, di cui va tutelata la bellezza paesaggistica. I lavori in sè non dovrebbero essere particolarmente complicati, se non nella fase di trasporto dei materiali per cui potrebbe essere necessario l'ausilio di un elicottero.

Cesare Bertoldi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Nucleare Iran, Macron pessimista: Trump non ha difeso accordo

Nucleare Iran, Macron pessimista: Trump non ha difeso accordo

Roma, (askanews) - Il presidente degli Stati uniti Donald Trump sarebbe irremovibile e dovrebbe abbandonare l'accordo sul programma nucleare iraniano: lo ha fatto capire il presidente francese Emmanuel Macron, dopo i suoi colloqui con l'inquilino della Casa Bianca e il suo tentativo di dissuadere Trump dalle sue intenzioni. "Non ho informazioni privilegiate per sapere ciò che il presidente ...

 
Governo, Martina da Fico: dal M5s passi avanti importanti

Governo, Martina da Fico: dal M5s passi avanti importanti

Roma (askanews) - "Abbiamo portato a Fico le nostre valutazioni, riconosciamo e registriamo passi in avanti importanti, in particolare rispetto alla richiesta fondamentale relativa alla necessità di chiudere definitivamente la fase di confronto e trattativa del M5s con il centrodestra e la Lega. Su questo sono arrivate parole importanti e definitive e questo è un fatto politico che registriamo". ...

 
La Guerra del Vietnam 50 anni dopo: dentro il museo di Saigon

La Guerra del Vietnam 50 anni dopo: dentro il museo di Saigon

Saigon (askanews) - La Guerra del Vietnam, forse il primo conflitto globalizzato nelle coscienze della popolazione mondiale, finiva nel 1975. Nello stesso anno nel centro di Saigon, l'ex capitale del Sud ribattezzata Ho Chi Min City, veniva aperta un'esposizione dedicata agli orrori del conflitto, visti, ovviamente, dal punto di vista del regime comunista che aveva sconfitto gli americani. Oggi ...

 
I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

quinta edizione

I grandi dell'immaginario protagonisti a Encuentro

La quinta edizione di Encuentro, in programma a Perugia e Terni dal 2 al 6 maggio, sarà quella dei grandi immaginari che si incontrano e dialogano tra loro. La letteratura in ...

24.04.2018

Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018