Sovraffolamento e carenza di personale: protesta il sindacato degli agenti

Sovraffolamento e carenza di personale: protesta il sindacato degli agenti

Dopo l' aggressione da parte di un detenuto, la polizia penitenziaria  in servizio nel carcere di Maiano torna a denunciare  le drammatiche condizioni  di lavoro e vita all'interno dell'istituto

19.07.2012 - 17:36

0

di Chiara Fabrizi

Proclamano  lo stato di agitazione, invocano una nuova  ispezione ministeriale  e non escludono altre  ed eclatanti iniziative.  All'indomani della brutale  aggressione compiuta da un detenuto italiano di 23 anni,  condannato per associazione mafiosa,  ai danni di un assistente  capo di turno nella  sezione di alta sicurezza, gli  agenti della polizia penitenziaria  in servizio nel carcere  di Maiano tornano a denunciare  le drammatiche condizioni  di lavoro e vita all'interno dell'istituto.  E lo fanno attraverso  il Sappe, il sindacato  di categoria, che, in una  nota firmata dal segretario  regionale Fabrizio Bonino,  mette in fila tutte le pesanti  criticità con cui, ormai da un  paio anni, sono costretti a  convivere gli uomini della penitenziaria  e, gioco forza, anche  i detenuti. In cima alla  lista delle proteste ci sono come sempre  sovraffollamento  e carenza di personale, due  problematiche che mai il  Dap (dipartimento amministrazione  penitenziaria) e il  ministero della Giustizia, nonostante le numerose  manifestazioni  e le corali prese di  posizioni,sono riuscite ad arginare.  L'ultimo episodio di  violenza ai danni di un agente,  che ha riportato una prognosi  di 75 giorni e in queste  ore sarà sottoposto a un delicato  intervento chirurgico,  ha riacceso gli animi e spinto  il corpo e il sindacato a fare il  punto di una situazione che,  va detto, è a dir poco allarmante.  Ad oggi i reclusi detenuti  a Maiano sono 685, a  cui nei prossimi giorni, secondo quanto riferito  dai sindacati,  dovrebbero aggiungersene  altri 25, a fronte dei  630 previsti come soglia massima  di tollerabilità .Non solo.  A peggiorare le condizioni  di lavoro e di vita all'interno  dell'istituto spoletino c'è  anche quel deficit di personale  che, con il passare dei mesi  e l'immobilismo delle istituzioni,  va assumendo proporzioni  inquietanti.  Stando ai dati diramati dal  Sappe la carenza dell'organico  in servizio a Maiano raggiunge  quota 26 per cento,  con appena 237 assegnati a  fronte dei 307 previsti. Numeri  che, è evidente, costringono  a un ricorso massiccio  dei turni di lavoro straordinario  e alla presa in carico di  doppi posti di servizio, ma  che soprattutto,come sottolinea  il Sappe, "mettono in serio  pericolo l'incolumità degli  agenti" e non solo.  Nei giorni scorsi, infatti,a pagare  le spese del deficit di sicurezza  è stato un medico,  chiamato d'urgenza nella sezione  del 41bis, e rimasto vittima dell'ennesima aggressione.  Episodi e fatti che hanno  spinto il sindacato a proclamare  lo stato di agitazione,  richiedere una nuova ispezione  ministeriale e criticare  aspramente i vertici dirigenziali  dell'istituto accusati di  "non essere in grado di tutelare  il personale".  In queste ore si stanno anche  valutando nuove ed eclatanti  forme di protesta, a cominciare  dall'autoconsegna, recentemente adottata  in diversi  istituti del Paese, fino alla  richiesta di trasferimento di  tutti gli agenti in servizio a  Maiano.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Robert Redford: con #metoo un punto di svolta per le donne

Robert Redford: con #metoo un punto di svolta per le donne

Park City (askanews) - Il ruolo delle donne è a un "punto di svolta", grazie al movimento #metoo e Time's Up contro le molestie sessuali. Ne è convinto Robert Redford. L'attore americano lo ha detto in un intervento nel corso dell'inaugurazione del Sundance Festival da lui ideato a Park City. "E' un punto di svolta perché questo cambierà l'ordine delle cose. Le donne avranno più voce. Quanto al ...

 
Sud Corea, la fiamma olimpica passa dalla zona demilitarizzata

Sud Corea, la fiamma olimpica passa dalla zona demilitarizzata

Seul (askanews) - A tre settimane dall'inaugurazione dei Giochi Olimpici invernali di Pyeongchang la fiamma olimpica è passata nella zona demilitarizzata tra Corea del Sud e Corea del Nord. Accompagnata da atleti in bicicletta, la fiamma olimpica ha attraversato il Ponte dell'Unificazione che divide in due la penisola coreana.

 
Russia, fedeli immersi nell'acqua gelata per l'epifania ortodossa

Russia, fedeli immersi nell'acqua gelata per l'epifania ortodossa

Mosca (askanews) - Fiumi, ruscelli, stagni sono stati presi d'assalto dai fedeli in Russia per celebrare l'epifania ortodossa. Come da tradizione in molti si sono messi in fila per immergersi nelle acque gelate. La tradizione prevede tre immersioni nelle acque gelate per ricordare il battesimo di Cristo nel fiume Giordano, nel nome del padre, del figlio e dello spirito santo.

 
Dentro la mente di Carlo Mollino: a CAMERA le sue fotografie

Dentro la mente di Carlo Mollino: a CAMERA le sue fotografie

Torino (askanews) - Un architetto, prima di progettare, guarda, forse più intensamente di altri. Di certo lo faceva Carlo Mollino, uno dei grandi nomi del Novecento, che è stato anche un artista complesso e affascinante. Come dimostrano le sue fotografie, dai celebri nudi a tanti lavori meno noti al grande pubblico, che sono state raccolte nella mostra "L'occhio magico di Carlo Mollino", che ...

 
Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018