Sovraffolamento e carenza di personale: protesta il sindacato degli agenti

Sovraffolamento e carenza di personale: protesta il sindacato degli agenti

Dopo l' aggressione da parte di un detenuto, la polizia penitenziaria  in servizio nel carcere di Maiano torna a denunciare  le drammatiche condizioni  di lavoro e vita all'interno dell'istituto

19.07.2012 - 17:36

0

di Chiara Fabrizi

Proclamano  lo stato di agitazione, invocano una nuova  ispezione ministeriale  e non escludono altre  ed eclatanti iniziative.  All'indomani della brutale  aggressione compiuta da un detenuto italiano di 23 anni,  condannato per associazione mafiosa,  ai danni di un assistente  capo di turno nella  sezione di alta sicurezza, gli  agenti della polizia penitenziaria  in servizio nel carcere  di Maiano tornano a denunciare  le drammatiche condizioni  di lavoro e vita all'interno dell'istituto.  E lo fanno attraverso  il Sappe, il sindacato  di categoria, che, in una  nota firmata dal segretario  regionale Fabrizio Bonino,  mette in fila tutte le pesanti  criticità con cui, ormai da un  paio anni, sono costretti a  convivere gli uomini della penitenziaria  e, gioco forza, anche  i detenuti. In cima alla  lista delle proteste ci sono come sempre  sovraffollamento  e carenza di personale, due  problematiche che mai il  Dap (dipartimento amministrazione  penitenziaria) e il  ministero della Giustizia, nonostante le numerose  manifestazioni  e le corali prese di  posizioni,sono riuscite ad arginare.  L'ultimo episodio di  violenza ai danni di un agente,  che ha riportato una prognosi  di 75 giorni e in queste  ore sarà sottoposto a un delicato  intervento chirurgico,  ha riacceso gli animi e spinto  il corpo e il sindacato a fare il  punto di una situazione che,  va detto, è a dir poco allarmante.  Ad oggi i reclusi detenuti  a Maiano sono 685, a  cui nei prossimi giorni, secondo quanto riferito  dai sindacati,  dovrebbero aggiungersene  altri 25, a fronte dei  630 previsti come soglia massima  di tollerabilità .Non solo.  A peggiorare le condizioni  di lavoro e di vita all'interno  dell'istituto spoletino c'è  anche quel deficit di personale  che, con il passare dei mesi  e l'immobilismo delle istituzioni,  va assumendo proporzioni  inquietanti.  Stando ai dati diramati dal  Sappe la carenza dell'organico  in servizio a Maiano raggiunge  quota 26 per cento,  con appena 237 assegnati a  fronte dei 307 previsti. Numeri  che, è evidente, costringono  a un ricorso massiccio  dei turni di lavoro straordinario  e alla presa in carico di  doppi posti di servizio, ma  che soprattutto,come sottolinea  il Sappe, "mettono in serio  pericolo l'incolumità degli  agenti" e non solo.  Nei giorni scorsi, infatti,a pagare  le spese del deficit di sicurezza  è stato un medico,  chiamato d'urgenza nella sezione  del 41bis, e rimasto vittima dell'ennesima aggressione.  Episodi e fatti che hanno  spinto il sindacato a proclamare  lo stato di agitazione,  richiedere una nuova ispezione  ministeriale e criticare  aspramente i vertici dirigenziali  dell'istituto accusati di  "non essere in grado di tutelare  il personale".  In queste ore si stanno anche  valutando nuove ed eclatanti  forme di protesta, a cominciare  dall'autoconsegna, recentemente adottata  in diversi  istituti del Paese, fino alla  richiesta di trasferimento di  tutti gli agenti in servizio a  Maiano.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mentana parla del suo giornale online: "I soldi ce li metto io, è un progetto su cui scommetto"

Mentana parla del suo giornale online: "I soldi ce li metto io, è un progetto su cui scommetto"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Qui stiamo parlando di un progetto in cui scommetto i miei soldi e il primo riflesso giornalistico è chiedere dov'è l'inghippo". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al Campus Party rispondendo alle domande dei giornalisti sul suo nuovo giornale online Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista....

 
Mentana parla del suo giornale online: "Cairo non sarà l'editore"

Mentana parla del suo giornale online: "Cairo non sarà l'editore"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Cairo mi accompagnerà ma non sarà l'editore, come si chiamerà il giornale? Non lo so". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al Campus Party rispondendo alle domande dei giornalisti sul suo nuovo giornale online Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Mentana parla del suo giornale online: "Sarà fatto dai giovani per i giovani"

Mentana parla del suo giornale online: "Sarà fatto dai giovani per i giovani"

(Agenzia Vista) Milano, 19 luglio 2018 "Anche nel giornalismo servono atti di coraggio per questo ho lanciato l'idea di fare un giornale sui giovani perché solo un giornale online fatto dai giovani e per i giovani. Chi ha il diritto di parola sono grandi e vecchi e non esiste un dibattito tra i giovani". Lo ha detto il direttore del Tg La7 Enrico Mentana a Milano durante un suo intervento al ...

 
Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione"

Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Ventennale Polizia Postale, Gabrielli: "E' stata una grande intuizione" A Roma, presso la “Lanterna” di Fuksas, la Polizia di Stato celebra il ventesimo anniversario dell’istituzione del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni con una manifestazione alla presenza delle più alte cariche istituzionali e del capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018