E il giovane Montalbano “sdoganò” Michele Riondino

E il giovane Montalbano “sdoganò” Michele Riondino

Ora i circuiti che contano lo chiamano. L'emozione del debutto alla regia con "Il segreto dell'acqua" tratto da un testo di Alessandra Mortelliti

13.07.2012 - 17:29

0

di Anna Lia Sabelli Fioretti

"Quanto tempo avete perso!". Michele Riondino debutta al Festival dei Due Mondi ma non crede di essere un "miracolato" o un "privilegiato" perché, spiega,"ho inseguito gli operatori, gli addetti ai lavori e i critici per una vita cercando in ogni modo la loro attenzione. Il Festival di Spoleto è sicuramente una buona chance per me ma è anche un'ottima occasione per poter finalmente dire: 'quanto tempo avete perso!' Faccio teatro da 14 anni, con la mia compagnia ho realizzato tanti spettacoli ma nessuno ci ha mai dato credito. Questo perché, a quanto pare, festival e circuiti tradizionali per offrirti una possibilità devi aver fatto prima 'Il giovane Montalbano'".
Coraggioso il ragazzo! E senza peli sulla lingua. Tarantino di nascita e siciliano per i suoi più famosi alter ego artistici (il Blasco de "Il segreto dell'acqua" e la serie sulla giovinezza del celebre commissario creato da Camilleri) Riondino ama follemente il teatro e per poterlo fare è costretto a girare film e fiction tv (Fortapasc, Qualche nuvola, Marpiccolo, Noi credevamo Henry, Acciaio, Distretto di Polizia, La freccia nera). E, a suo avviso, è stato tutto questo suo lavorare sui set ad averlo portato, finalmente, a Spoleto dove oggi e domani metterà in scena "La vertigine del drago" di Alessandra Mortelliti, nipote di Camilleri (Auditorium della Stella, ore 21) nel doppio ruolodi interprete e regista.
Per la prima volta alla regia. Qual è stata la molla?
"E' una molla scattata da tempo. Gli ultimi spettacoli fatti erano regie collettive di progetti che abbiamo cominciato a seguire con amici e colleghi, portati avanti per 5 anni e poi diventati spettacoli. A differenza di quelli La vertigine del drago è un progetto nato da un testo che non ho contribuito a scrivere e quindi è scattato l'interesse verso una modalità nuova di curare la regia di uno spettacolo. L'incontro con Alessandra à stata la molla".
Che difficoltà ha trovato nel passare dall'essere diretto a dirigere se stesso?
"Sono sempre stato dell'idea che un regista non dove fare mai l'attore. Come vede mi sono contraddetto da solo. La magia, come sempre, è scattata in sala prove. Provando con Alessandra il testosi è trasformato in uno spettacolo vero e proprio, siamo noi stati i primi a stupirci di come fosse plasmabile".
Il contenuto di questa piece è molto forte. E' lo scontro tra due opposti, un naziskin, fautore della pura razza ariana che si confronta con una zingara, zoppa ed epilettica, una creatura piena di difetti. Si arriva ad una conciliazione finale?
"I due non mirano alla convivenza. Questo lavoro è proprio sugli stereotipi, sull'idea che la società ha del naziskin e della zingara. Loro hanno in comune una cosa sola molto forte, l'anima dello spettacolo: sono entrambi componenti di due branchi diversi che li emarginano. Ci si sente forti quando si è ingruppo, il lorodrammaè che vengono esclusi".
Perché vengono esclusi?
"Questa è la sorpresa dello spettacolo. E proprio perché esclusi si ritrovanonella stessa stanza apassare del tempo insieme".
Tra lei e Camilleri c'è amicizia, stima o deferenza?
"C'è sicuramente stima da parte mia e forse anche da parte sua. E' stato molto contento di come abbiamo lavorato sui personaggi. Ci sarebbe anche dell'amicizia se io non fossi così timido nei suoi confronti".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sud Corea, la fiamma olimpica passa dalla zona demilitarizzata

Sud Corea, la fiamma olimpica passa dalla zona demilitarizzata

Seul (askanews) - A tre settimane dall'inaugurazione dei Giochi Olimpici invernali di Pyeongchang la fiamma olimpica è passata nella zona demilitarizzata tra Corea del Sud e Corea del Nord. Accompagnata da atleti in bicicletta, la fiamma olimpica ha attraversato il Ponte dell'Unificazione che divide in due la penisola coreana.

 
Russia, fedeli immersi nell'acqua gelata per l'epifania ortodossa

Russia, fedeli immersi nell'acqua gelata per l'epifania ortodossa

Mosca (askanews) - Fiumi, ruscelli, stagni sono stati presi d'assalto dai fedeli in Russia per celebrare l'epifania ortodossa. Come da tradizione in molti si sono messi in fila per immergersi nelle acque gelate. La tradizione prevede tre immersioni nelle acque gelate per ricordare il battesimo di Cristo nel fiume Giordano, nel nome del padre, del figlio e dello spirito santo.

 
Dentro la mente di Carlo Mollino: a CAMERA le sue fotografie

Dentro la mente di Carlo Mollino: a CAMERA le sue fotografie

Torino (askanews) - Un architetto, prima di progettare, guarda, forse più intensamente di altri. Di certo lo faceva Carlo Mollino, uno dei grandi nomi del Novecento, che è stato anche un artista complesso e affascinante. Come dimostrano le sue fotografie, dai celebri nudi a tanti lavori meno noti al grande pubblico, che sono state raccolte nella mostra "L'occhio magico di Carlo Mollino", che ...

 
Folla festosa accoglie il principe Harry e Megan a Cardiff

Folla festosa accoglie il principe Harry e Megan a Cardiff

Cardiff, (askanews) - Il principe Harry e la futura moglie, l'attrice americana Megan Markle, sono arrivati al Castello di Cardiff. Il secondogenito di Carlo e Diana ha così presentato la donna con la quale convolerà a nozze a maggio alla capitale del Galles. I due sono stati accolti da una folla festosa, tra cui molti bambini, che da dietro le transenne ha salutato la coppia reale con grida di ...

 
Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018