guidi

L'intervista

Da Giovanni Guidi, quel jazz tutto in "Salida"

17.05.2018 - 22:34

0

Nuova avventura musicale per Giovanni Guidi che chiama accanto a sé tre esponenti del jazz newyorkese. Ad accompagnare il pianista ci sono infatti David Virelles alle tastiere e al piano acustico, il contrabbassista Dezron Douglas e il batterista Gerald Cleaver. Siamo di fronte ad un gruppo eccezionalmente motivato e impegnato in una sfida non da poco: il dialogo tra due tastiere (acustica ed elettrica) ed una ritmica empatica e duttile. La musica lascia molto spazio all’improvvisazione e i quattro musicisti interagiscono quasi telepaticamente proponendo un’estetica musicale che travalica i canoni del già sentito. Un piano acustico e Fender, una tastiera elettronica e synth, più contrabbasso e batteria. Formazione insolita.
Qual è il progetto che c’è dietro?
“Un progetto nato sulle persone, oltre che sugli strumenti. Sono riuscito - spiega il musicista folignate - a formare un gruppo
con uomini e artisti che stimo davvero molto e che sono David Virelles, Dezron Douglas e Gerald Cleaver. Con David Virelles peraltro, più o meno mio coetaneo e pianista anche lui, ci sono anche un’amicizia e una stima reciproca”.
Come nasce e dove nasce questo quartetto?
“Con David ci siamo incontrati la scorsa estate a Berchidda, al festival di Paolo Fresu, dove abbiamo immaginato questo
g r u p p o . L’idea quindi nasce ad agosto scorso, una mia idea che abbiano perfezionato con David”.
Il progetto si intitola “Salida”, in spagnolo. Perché? E nata da che cosa in particolare?
“Lo spagnolo perché c’è David Virelles che è un pianista cubano e, quindi, il richiamo ad un’idea di musica in qualche modo
più ritmica. Salida per associazione di idee con l’italiano, salita; ma anche il suo stesso c o n t r a r i o che dunque significa uscita. Un’uscita dai canoni che prevede anche le difficoltà della salita, da stati mentali, da una certa idea di musica, da
una certa condizione, un concetto un po’ più vasto”.
Come a dire, sperimentiamo qualcosa di nuovo e di insolito?
“Sì, esatto”.
Da ieri è iniziato il tour con il nuovo gruppo, il 23 e il 24 maggio 2018 sarai a Terni (al Bugatti) e a Foligno. Molti umbri ormai ti conoscono, molti altri hanno seguito il tuo processo di crescita come musicista. Con questo nuovo gruppo cosa vuoi aggiungere?
“Non so per ora. Potrò dire di aver aggiunto qualcosa semmai alla fine di questo tour. Sicuramente è la prima volta che mi confronto con un gruppo dove sono presenti tante tastiere. Il gruppo sarà strutturato peraltro anche in maniera molto ritmica, rispetto a tutte le altre cose che faccio”.
Infatti ti conosciamo come pianista ispirato proteso alla creazione di atmosfere rarefatte. Con questo gruppo che hai creato, cambierà qualcosa visto che, ad esempio, la scelta della doppia tastiera è stata compiuta anche da musicisti molto diversi rispetto a te con il big della fusion Billy Cobham?
“Sì. Sarà molto diverso. E’ chiaro che lo stile che mi caratterizza non verrà stravolto, però questa idea della doppia tastiera e questi due musicisti (contrabbasso e batteria) afroamericani che provengono dalla stessa tradizione e cultura, vorrei creassero una cosa molto più ritmica e che il concerto diventasse una sorta di trance da cui appunto uscire… dalla salida”.
Ricorre il nome di Ravi Coltrane tra i tuoi partner (Virelles ha suonato insieme a lui, Douglas è attualmente il contrabbassista del quartetto di Ravi Coltrane). E’ un caso, oppure no?
“E’ una caso perché ho scelto loro come partner, ma allo stesso tempo non è un caso perché Ravi Coltrane è un musicista che
io stimo moltissimo, quindi quanto meno si prefigura forse un’affinità di scelte e di gusti”.

Claudio Bianconi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Economia

Borsa, Milano ancora giù in attesa Governo

L’incertezza politica costa alla Borsa di Milano un’altra seduta in forte calo, con il Ftse Mib che perde l’1,3% e va sotto i 23mila punti. Investitori e osservatori internazionali sono in attesa di capire quale sarà la squadra di ministri del nuovo Esecutivo 5Stelle-Lega e in particolare a chi spetterà la poltrona di ministro del Tesoro e degli Affari Esteri. Le Borse europee sono tutte in calo ...

 
Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Roma, (askanews) - Nonostante lo scetticismo espresso dal presidente americano, il segretario di Stato, Mike Pompeo si è detto "ottimista" sul fatto che il 12 giugno a Singapore ci sia l'incontro storico tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un. Parlando alla stampa dopo le parole pronunciate da Donald Trump nel suo incontro con il leader sudcoreano Moon Jae-in, Mike Pompeo ha ...

 
Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

San Pietroburgo, (askanews) - Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, dallo Spief: "Nel corso del mio intervento dello scorso anno, al forum internazionale economico di San Pietroburgo, dissi una cosa che mi sembrava interessante. Nel nostro paese, abbiamo circa l'80% delle aziende che sono soprattutto piccole e medie aziende, che non sono pronte alla trasformazione verso la ...

 
Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Roma, (askanews) - Una porta d'ingresso al Paese unica. Con un centro uffici, servizi dedicati alle imprese e ai professionisti e un polo congressuale da 1.300 posti. Il tutto collegato ai terminal dell'aeroporto e a pochi passi dalla ferrovia e dall'autostrada. E' la nuova Business City di Roma Fiumicino, un progetto da 190 milioni di euro che a regime occuperà oltre 23.500 persone tra impieghi ...

 
Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018