Ricci ufficializza la sua corsa alla guida della Regione

Claudio Ricci

UMBRIA

Ricci ufficializza la sua corsa alla guida della Regione

12.08.2014 - 09:36

0

Ciao Assisi. Dopo venti anni di lavoro nella città del Poverello l’attuale sindaco Claudio Ricci annuncerà ufficialmente alla popolazione, durante la festa del patrono San Rufino, la sua ferma e convinta volontà di correre alle regionali della prossima primavera. “Credo - afferma sicuro - che in questi anni di aver lavorato bene per Assisi. Adesso però mi attende un’altra, importante missione: guidare l’Umbria creando il partito unico dei moderati”.

Un’idea questa alla quale il sindaco sta lavorando ormai da tempo. E poco male se l’ex cavaliere Silvio Berlusconi aveva bocciato Ricci cinque anni fa come candidato del centrodestra per il suo look poco accattivante. Ricci ha incominciato a seminare per tempo non tanto ad Assisi dove può contare su un consistente pacchetto di voti ma anche in altri territori. Incurante, alle ultime amministrative ha partteggiato sia per candidati di centrodestra (Stefano Ansideri a Bastia) che per quelli di centrosinistra anche se in questo caso la scelta è caduta su due cavalli perdenti: l’ex inquilino di palazzo dei Priori a Perugia Wladimiro Boccali e il bocciano di ferro l’eugubino Ennio Palazzari. L’idea di Ricci è semplice: aggregare il partito dei moderati visto che, questo il suo ragionamento, Forza Italia ormai ha perso il necessario appeal. Gli Azzurri restano il nemico numero uno: basti pensare alle recenti polemiche tra il sindaco assisiate e la forzista Fiammetta Modena, guarda un po’ la candidata alle Regionali 2010 scelta da Berlusconi al posto dell’austero Ricci che però ora è decisamente ben visto, ad esempio dal Nuovo centrodestra. E mentre FI, Ncd, FdI-An discutono di candidati (Raffaele Nevi?) il buon Ricci ha già messo in campo una struttura con la scelta dei referenti in venti zone dell’Umbria. Tempo un mese e si avranno le prime ipotesi di candidature per la consultazione della primavera 2015. Per lui correranno due liste civiche.
L’attuale sindaco di Assisi sta seguendo anche con grande attenzione l’evoluzione della legge elettorale. E non potrebbe essere diversamente visto che se correrà da solo fondamentale sarà capire quale sarà la soglia di sbarramento. Altra questione il turno unico di votazione o il doppio turno. Questa ultima ipotesi ovviamente sarebbe la più gradita visto anche quello che è successo pochi mesi fa a Perugia quando il povero Boccali è stato scalzato dal giovane Andrea Romizi. Insomma la politica umbra non va in vacanza nè tantomeno Ricci che smentisce nella maniera più assoluta abboccamenti con il Partito democratico (i boatos si sprecano come un accordo con Gianpiero Bocci) e il movimento Italia Unica dell’ex ministro del governo Monti Corrado Passera. “Vado avanti per conto mio - taglia corto - anche perchè gli umbri sono dalla mia parte”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Mafia, Bindi: oggi sono politici e imprenditori a cercarla

Mafia, Bindi: oggi sono politici e imprenditori a cercarla

Genova (askanews) - "Oggi non sono i mafiosi a cercare i politici per offrirgli voti ma sono gli stessi politici a cercare i mafiosi per ottenerli. Con gli imprenditori succede la stessa cosa: sono loro ormai a cercare i mafiosi per ottenere denaro o per chiedergli se siano disponibili ad avere un subappalto". Lo ha detto la presidente della Commissione parlamentare antimafia, Rosy Bindi, al ...

 
Crisi acqua a Roma, il geologo Mario Tozzi: basta sprechi

Crisi acqua a Roma, il geologo Mario Tozzi: basta sprechi

Roma, (askanews) - Sulla spiaggia del lago di Bracciano, depauperato dai prelievi idrici della città di Roma, il geologo Mario Tozzi parla della crisi della capitale, che potrebbe vedersi razionare l'acquasecondo un piano di Acea. Si vedrà: ma al di là dell'emergenza, il discorso è di risorse e sprechi. "E' un'emergenza vera sicuramente" dice Tozzi, "anche politica ma questo è l'aspetto che mi ...

 
Ecco il vino italiano che ha stregato Obama e Trudeau

Ecco il vino italiano che ha stregato Obama e Trudeau

Cinigiano, (Grosseto) - Eccolo qua il vino green che ha scelto Barack Obama. Il Cartacanta Montecucco dell Azienda Basile. Un rosso toscano di qualità, tutto italiano. Un esempio di Made in Italy biologico che ha conquistato il mondo: l'ex capo della Casa Bianca e il primo ministro canadese Justin Trudeau lo hanno voluto sulla loro tavola cenando insieme al Liverpool House di Montreal. Due grandi ...

 
Tutto pronto per Gubbio doc fest

musica, arte e natura

Tutto pronto per Gubbio doc fest

Gubbio doc fest è pronto ai nastri di partenza. L'appuntamento con arte, musica e natura è dal 3 al 6 agosto. In cartellone concerti, mostre e una sezione speciale dedicata ...

25.07.2017

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Creatività in primo piano

"Gioca e mettiti in gioco" ha fatto centro

Quella di venerdì 21 luglio, a Narni, è stata una notte con i musei aperti, con le prove dei vigili del fuoco, le esibizioni dei Cavalieri di Narni, le proiezioni ...

24.07.2017

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Gossip

La coppia Tantangelo-D'Alessio è in crisi

Qualcosa di più di semplici voci maldicenti e malpensanti. Anna Tatangelo che si posta da sola o con il figlio Andrea, Gigi D'Alessio idem. La conferma è arrivata dai diretti ...

22.07.2017