La battaglia su Pecci lacera il Pd

In attesa del vertice di maggioranza, previsto per venerdì 11 gennaio alle 18, la battaglia interna al Pd eugubino sta catalizzando l’attenzione dentro il centrosinistra. Tutto ruota attorno alla figura del presidente del consiglio comunale Gianni Pecci, messo in discussione da più parti all’interno dello schieramento

08.01.2013 - 12:43

0

In attesa del vertice di maggioranza, previsto per venerdì 11 gennaio alle 18, la battaglia interna al Pd eugubino sta catalizzando l’attenzione dentro il centrosinistra. Tutto ruota attorno alla figura del presidente del consiglio comunale Gianni Pecci, messo in discussione da più parti all’interno dello schieramento: l’ultimo a farlo in ordine di tempo è stato Renzo Menichetti, appartenente al gruppo Pd a Palazzo Pretorio ma sostenitore di Vendola alle primarie di coalizione e che nelle scorse settimane ha fatto richiesta di iscrizione a Sel. Menichetti ha presentato una mozione di sfiducia per Pecci, che molto probabilmente verrà discussa nel prossimo consiglio comunale di lunedì 14: il risultato di tale discussione inevitabilmente influirà anche sulla giunta del sindaco Diego Guerrini. Appare infatti sempre più solido l’asse tra lo stesso Pecci, l’assessore Di Benedetto e il consigliere regionale Andrea Smacchi, la cui visione politica è ormai da tempo in netto contrasto con quella del sindaco: sembra quindi abbastanza consequenziale il fatto che in caso di voto di sfiducia per Pecci, Di Benedetto potrebbe (ri)pensare a quelle dimissioni ritirate in meno di 24 ore lo scorso 7 novembre. Scenari ancora lontani, ma non così improbabili, considerando d’altra parte la recente apertura del sindaco Guerrini nei confronti dell’ala dei Democratici, che vede tra gli esponenti principali il consigliere Michele Sarli. La “guerra fredda” interna al Pd riguarda pure la questione del settimo assessore, rimasta in stand-by dopo l’autosospensione di Michela Tinti. Guerrini avrebbe già optato per Adamo Minelli, mentre il terzetto Pecci-Di Benedetto-Smacchi preferirebbe destinare l’incarico a un rappresentante dei Socialisti. Tale questione tuttavia rimarrà ancora latente per qualche giorno: prima il dibattito interno a Sel (con la vicenda Tinti che dovrà per forza di cose arrivare a una conclusione) e poi il summit dell’intera maggioranza daranno un quadro più preciso sulla tenuta della giunta. Una giunta che – a prescindere dal risultato nazionale del 24 febbraio – sembra destinata a vivere costantemente sulle montagne russe.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ancora scontri a Gerusalemme. E Abu Mazen non vedrà Pence

Ancora scontri a Gerusalemme. E Abu Mazen non vedrà Pence

Gerusalemme, (askanews) - Ancora forti tensioni nel mondo arabo dopo la decisione del presidente americano Donald Trump di riconoscere unilateralmente Gerusalemme capitale di Israele. Dopo gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Betlemme e in Cisgiordania, dimostranti palestinesi sono tornati in strada a Gerusalemme per esprimere il loro dissenso. Intanto il presidente palestinese Abu ...

 
Putin inaugura Yamal, mega-impianto di gas nell'Artico siberiano

Putin inaugura Yamal, mega-impianto di gas nell'Artico siberiano

Sabetta (Russia), (askanews) - Il presidente russo Vladimir Putin ha inaugurato un impianto di gas naturale liquefatto nell'Artico siberiano da 27 miliardi di dollari - 23 miliardi di euro, con la Russia che spera di superare il Qatar e diventare il principale esportatore di carburante raffreddato. In una cerimonia ufficiale al porto di Sabetta, nella penisola di Yamal, Putin ha definito "storica ...

 
Macron abbraccia i figli di Hallyday: "Era parte della Francia"

Macron abbraccia i figli di Hallyday: "Era parte della Francia"

Parigi, (askanews) - Parigi e la Francia si sono fermate per rendere omaggio a Johnny Hallyday, rocker idolo di generazioni di francesi. Alla Chiesa della Madeleine, l'intervento del presidente francese Emmanuel Macron, che al suo arrivo ha abbracciato i figli della rockstar, l'attrice francese Laura Smet e David Hallyday, anche lui cantante. In prima fila anche la moglie dell'artista, Laeticia, ...

 
E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017

Tornano i dinosauri di Jurassic World

La saga

Tornano i dinosauri di Jurassic World

Nel 2018 torneranno i dinosauri di Jurassic World. Il nuovo capitolo della saga multimilionaria iniziata nel 1993 avrà come sottotitolo The Fallen Kingdom, il Regno caduto. ...

08.12.2017