Pecci: "Io eletto secondo un regolamento"

Pecci: "Io eletto secondo un regolamento"

Nessun passo indietro dal presidente del consiglio comunale: "Sono comunque pronto a mettermi in discussione - ha spiegato - dipende però chi porta avanti tale discussione, se un singolo consigliere o qualcun altro...In questo caso ci sarebbe destabilizzazione"

29.12.2012 - 10:14

0

Nessun passo indietro, anzi. Gianni Pecci – incurante degli inviti più o meno espliciti a lasciare l’incarico di presidente del consiglio comunale provenienti da parti della stessa maggioranza – ha mostrato con soddisfazione ieri in conferenza stampa a Palazzo Pretorio i dati relativi all’ultimo anno di attività dell’assise cittadina. Conferenza stampa alla quale hanno preso parte pure i vicepresidenti Giuseppe Brunelli e Pasquale Di Bacco, e il predecessore  di quest’ultimo (in un passaggio che non ha cessato di far discutere), Nicola Aloia. “Sono stato eletto secondo un regolamento e a questo ci si deve sempre attenere – ha spiegato Pecci – sono comunque pronto a mettermi in  discussione. Dipende però chi porta avanti tale discussione, se un singolo consigliere o qualcun altro… In questo caso ci sarebbe destabilizzazione”. Insomma, chi ha orecchio per intendere intenda, e il riferimento sembra essere indirizzato al sindaco Guerrini. Tanto è vero che a precisa domanda sulla tenuta dell’Esecutivo, Pecci si esibisce in un dribbling degno del miglior Messi: “Sono qui in funzione di presidente, vorrei evitare degli scivoloni”, ha ammesso. Altro punto caldo è la questione relativa allo stesso ufficio di presidenza, rappresentativo soltanto della maggioranza, visto il recente passaggio di Aloia dal Pdl al Gruppo misto prima e da questo al Psi, e le recenti mosse politiche di Di Bacco, che ha votato a favore sia degli assestamenti di bilancio che del piano della giunta sul Puc 1 di San Pietro. “Nel regolamento non c’è alcun punto che impone la nomina di un vicepresidente di minoranza – ha sottolineato ancora Pecci – il consiglio comunale si è espresso in questa maniera e noi siamo chiamati a rispettare queste indicazioni”. Il presidente ha poi manifestato l’intenzione, per il 2013, di convocare quattro consigli comunali aperti, sull’economia e il lavoro per il rilancio delle imprese del territorio, sulla viabilità (con l’ammodernamento della statale della Contessa chiesto a più riprese dai Socialisti), sulla ferrovia e sulla sanità, con un confronto a 360 gradi con il neo direttore generale dell’Asl 1 Giuseppe Legato. Pecci ha infine ricordato come il consiglio comunale, secondo le recenti normative del Governo nazionale, dovrà dare attuazione a un sistema più forte di controlli interni ed esterni all’Ente, tema da inserire obbligatoriamente nella prossima assise cittadina. Sotto la lente di ingrandimento pure il dl anticorruzione, come ribadito pure dalla segretaria comunale Paola Bastianini. Dovranno infatti essere adottati da tutti gli Enti locali, Comune di Gubbio compreso, un apposito Piano e un codice di comportamento per i dipendenti.

Roberto Minelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Le cheerleaders nordcoreane ballano al suono della loro banda

Pyeonchang (Corea del Sud), (askanews) - Sono state la principale attrazione nordcoreana durante le storiche olimpiadi invernali di Pyeonchang in Corea del Sud, che hanno segnato un timido disgelo in nome dello sport fra le due Coree: la squadra di cheerleaders della Corea del Nord ha ballato al suono della sua banda per la gioia di centinaia di persone accorse a vederle sventolando la bandiera ...

 
Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Manifestazione pro-curda a Roma contro attacco turco su Afrin

Roma, (askanews) - Alcune centinaia di persone hanno sfilato per la strade di Roma in una manifestazione organizzata dalla rete Kurdistan Italia per protestare contro l'operazione militare turca sulla città di Afrin, in Siria. I manifestanti, partiti da piazza dell'Esquilino hanno percorso via Cavour diretti verso via dei Fori Imperiali. Il corteo si è svolto in contemporanea con una analoga ...

 
Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, Merola: poteva andar peggio, vince l'ordine democratico

Bologna, (askanews) - "Siamo in un paese democratico" quindi è giusto consentire anche a Forza Nuova di organizzare comizi in vista del voto del 4 marzo. Ma ieri a Bologna le regole sono state fatte rispettare e ha vinto l'ordine democratico. Non ci sono vincitori né vinti". Ne è convinto il sindaco di Bologna del Pd Virginio Merola che ha commentato così i disordini di ieri in città, dopo il ...

 
Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

La mostra

Da Raffaello a Canova fino a Balla, a Perugia cento capolavori riportati alla luce

Per capire fino in fondo il prestigio dell'Accademia di San Luca bisogna partire dai suoi depositi. E' uno dei rari posti al mondo dove in magazzino si può trovare anche un ...

17.02.2018