Giunta, il Sel è pronto a togliere il disturbo

Giunta, il Sel è pronto a togliere il disturbo

Il Sel lancia un ultimatum a sindaco e maggioranza: se entro il 10 gennaio non si terrà una nuova e soprattutto concreta verifica, il partito che ha in giunta Michela Tinti, assessore autosospeso da diverse settimane, è pronto a togliere il disturbo e farsi da parte.

28.12.2012 - 17:30

0

Il Sel lancia un ultimatum a sindaco e maggioranza: se entro il 10 gennaio non si terrà una nuova e soprattutto concreta verifica, il partito che ha in giunta Michela Tinti, assessore autosospeso da diverse settimane, è pronto a togliere il disturbo e farsi da parte. In altre parole dall’autosospensione, si passerebbe alle dimissioni. Non è esclusa in tal senso, una permanenza in consiglio (c’è Stefano Ceccarelli sugli scranni di Palazzo Pretorio) pronto a dare il suo apporto e le sue valutazioni a nome del partito sulle questioni che si andranno ad affrontare nel pieno rispetto del programma che aveva caratterizzato la campagna elettorale del Sel, ma stop con la giunta se non c’è nessuna volontà di rimettere tutto e tutti in discussione. A far traboccare il vaso pare sia stata una riunione di maggioranza programmata sabato 22 dicembre e saltata, almeno sembra, per mancanza di rappresentanti con il tutto che è stato rinviato a dopo il 6 gennaio. Il Sel però non ha nascosto il suo sconcerto su questo episodio e non è più disposto ad accettare ulteriori rinvii. Il partito ha definito la situazione eugubina piuttosto paradossale rimarcando problemi e focolai ovunque, dall’ufficio di presidenza agli assetti di giunta passando anche per altre questioni delicate che riguardano gli equilibri dello stesso Partito democratico. Problemi che di fatto, hanno fatto sapere dal Sel, bloccano qualsiasi attività amministrativa con un futuro sempre più nebuloso. Sel,  pur ribadendo che non c’è nessuna intenzione di passare all’opposizione, sottolinea l’urgenza della verifica esclusivamente per il bene della città evidenziando come sia auspicabile, senza tentennamenti, di rimettere al centro dell’attenzione problematiche vitali per il futuro di Gubbio e dei suoi giovani come il lavoro, l’ambiente e altro. Il Sel ha quindi ribadito che in un contesto del genere, parlare di settimo assessore, non avrebbe senso non essendoci alcuna condizione per la nomina.  Dopo il caso di Sara Cardoni che a gennaio ufficializzerà la propria rinuncia a capo di gabinetto del sindaco, sulla carta per motivi personali, ma dietro le quinte per questioni sempre più tese all’interno del Pd e della stessa maggioranza, all’orizzonte si profilano altri problemi per il governo della città.  Oggi intanto le attenzioni in casa Pd si spostano sulle votazioni per le primarie dei parlamentari del partito in attesa delle elezioni politiche in calendario a febbraio. Ma subito dopo, gioco forza, qualcosa accadrà.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Il presepe lucano del maestro Franco Artese sbarca a Firenze

Il presepe lucano del maestro Franco Artese sbarca a Firenze

Roma, (askanews) - Il presepe del maestro Franco Artese intitolato "L'Infinito diventa uno di noi" e la manifestazione artistica "Maternità divine. Sculture lignee della Basilicata dal Medioevo al Settecento" portano la Basilicata a Firenze nel periodo natalizio: due importanti manifestazioni artistiche di impronta lucana, organizzate e fortemente volute dall'Azienda di Promozione Turistica della ...

 
Ultimo collegamento dall'Iss di Nespoli: "Vorrei andare su Marte"

Ultimo collegamento dall'Iss di Nespoli: "Vorrei andare su Marte"

Roma, (askanews) - Ultimo colloquio dalla Stazione spaziale internazionale (Iss) per l'astronauta Paolo Nespoli, che a breve rientrerà sulla Terra. Nel corso di una chiacchierata con la ministra dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca Valeria Fedeli all'Auditorium dell'Asi (Agenzia spaziale italiana), Astropaolo, che si trova nello spazio dal 28 luglio scorso, ha raccontato: "Aspettiamo ...

 
Don Luigi Sturzo, la politica come santità

Don Luigi Sturzo, la politica come santità

Roma, (askanews) - La politica come santità: è il senso della vita di don Luigi Sturzo, fondatore nel 1919 del Partito popolare, poi esule antifascista in America poi dal 1952 senatore a vita, di cui è in corso il processo di beatificazione: nei giorni scorsi si è conclusa l'istruttoria diocesana, durata 22 anni, e ora è in corso la fase finale in Vaticano. La vicenda di don Sturzo è riassunta ...

 
New York, il momento dell'esplosione

New York, il momento dell'esplosione

Il momento dell'esplosione di New York. Le immagini sono state registrate da una telecamera di sicurezza alla stazione degli autobus di Manhattan.

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017