Nuova sede per gli uffici comunali, si pensa a palazzo Fabiani

Nuova sede per gli uffici comunali, si pensa a palazzo Fabiani

Il trasferimento è uno degli effetti della permuta dell'edificio delle ex Orfanelle, vendita inserita all'interno della vicenda del Puc 1

01.12.2012 - 19:57

0

Gli uffici comunali, attualmente residenti nel palazzo delle ex Orfanelle, potrebbero essere trasferiti a Palazzo Fabiani, nei pressi dell’ex lanificio, sempre in via XX Settembre. Quest’ultimo è infatti l’oggetto della permuta tramite la quale il Comune vorrebbe effettuare la conclusione dei lavori relativi al Puc 1 di San Pietro e al cantiere dell’ex palestra. Questione che ha visto in occasione del consiglio comunale dello scorso 26 novembre l’approvazione a maggioranza della proposta della giunta, che prevede la transazione tra l’Ente e l’ex ditta esecutrice dei lavori, attraverso cui il Comune si riapproprierà dell’immobile. Resta tuttavia aperta la questione legata all’ultimazione dell’intervento, le cui spese sono a carico dell’amministrazione; circa 3milioni di euro il costo, che però la giunta – come sottolineato più volte – vorrebbe evitare di tirar fuori attraverso la permuta appunto del Palazzo delle Orfanelle al soggetto eventualmente interessato, che si impegnerebbe appunto a terminare il cantiere del Puc 1 di San Pietro. Tra le ipotesi per il futuro degli uffici comunali ora presenti in via XX Settembre rimane valida quella del trasferimento nei locali dell’ex Lumsa, nel quartiere di San Martino, idea già emersa negli scorsi mesi. Il nodo comunque non è di facile soluzione, con i Socialisti, uno degli alleati per il momento meno “turbolenti” del sindaco Diego Guerrini, che nei giorni scorsi hanno proposto il recupero delle stanze dell’edificio dell’ex seminario in funzione universitaria. Da qui probabilmente è nata l’ipotesi alternativa di Palazzo Fabiani, sempre in via XX Settembre, come nuova sede per gli uffici comunali ora alle Orfanelle. La sensazione dunque è che il passo avvenuto in consiglio sia soltanto il primo di un percorso ancora pieno di ostacoli. Fli Sulla questione è intervenuta pure Futuro e Libertà, tramite il vice coordinatore regionale Stefano Pascolini e Francesco Dominici, componente dello stesso coordinamento: “L’operazione della giunta comunale ci sembra più un azzardo (svendere un palazzo storico nella speranza di trovare un compratore) che un’operazione ragionata per la collettività – si chiedono gli esponenti Fli –. Il problema resta comunque urgente: se i lavori non verranno terminati, il Comune di Gubbio dovrà restituire i fondi europei ricevuti per realizzare l’opera, 3,9 milioni di euro. Il nostro desiderio è che venga evitato un disastro finanziario per l’intera città”.

Roberto Minelli

 

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cultura

Il mito di Raffaello protagonista a Bergamo

Fino al prossimo 6 maggio, Raffaello è il protagonista della stagione espositiva 2018 di Bergamo con la grande mostra ‘Raffaello e l’eco del mito’, che anticipa le celebrazioni dell’anniversario, nel 2020, dei 500 anni dalla morte del maestro urbinate. Un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti da importanti musei nazionali e internazionali e da collezioni private che ha preso avvio dal ...

 
Cultura

Dal buio alla luce attraverso l’amore, è il libro di Fabio Salvatore

Come si può uscire dal buio della malattia, della violenza, della mancanza di speranza? Una via c’è, ed è l’amore. Lo sa bene Fabio Salvatore, regista, attore e scrittore, provato dalla vita da gravi malattie e lutti all’apparenza inconsolabili. A partire dal best seller ‘Cancro non mi fai paura’, passando per tanti altri successi, la sua esperienza letteraria si arricchisce ora di ‘Buio e luce’. ...

 
Spettacolo

Esce “Omicidio al Cairo”, di Tarik Saleh

Noredin Mustafa è un detective corrotto della polizia de Il Cairo. Una cantante viene trovata uccisa in una stanza dell’hotel Nile Hilton, e ben presto l’uomo scopre la relazione segreta della donna con il proprietario dell’albergo, ricco imprenditore e membro del parlamento. Durante le indagini gli viene ordinato di archiviare il caso. Il detective tuttavia non demorde e l'indagine conduce a ...

 
Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Siria, sale la tensione nell'enclave curda di Afrin nel Ghouta

Afrin (askanews) - Sale la tensione nell'enclave curda di Afrin, nel nord della Siria, vicino al confine con la Turchia, nella regione del Ghouta. Le milizie filogovernative siriane, finite sotto il fuoco dell'artiglieria turca, si sarebbero ritirate a una decina di chilometri dal confine lungo cui avrebbero dovuto schierarsi dopo che i raid aerei dell'aviazione siriana, secondo le organizzazioni ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018