"Caro Di Bacco dai una lezione di stile e dimettiti"

"Caro Di Bacco dai una lezione di stile e dimettiti"

Il consigliere comunale Michele Sarli del Pd chiede al neo eletto vicepresidente di fare un passo indietro per ripristinare la democrazia

27.11.2012 - 19:52

0

Il consigliere comunale Michele Sarli del Partito democratico chiede al neo eletto vicepresidente dell'assise cittadina Pasquale Di Bacco di dimettersi. L'elezione si è tenuta durante il consiglio comunale del 26 novembre, Di Bacco è stato eletto con i voti della maggioranza, che non ha rispettato la consuetudine che a scegliere uno dei due vicepresidenti siano le minoranze. Le opposizioni avevano infatti indicato Luigi Girlanda del Pdl. La votazione di lunedì segue alla tormentata seduta della settimana prima, passata attraverso 8 votazioni, dopo al quale c'erano stati una serie di interventi sulla interpretazione del regolamento comunale nei punti in cui si fa riferimento alle modalità dell'elezione. Ad intervenire anche lo stesso Sarli. “Fa sempre piacere avere ragione - scrive il consigliere del Pd - quindi sono molto contento che la riunione dei capigruppo consiliari abbia approfondito l’argomento ed abbia deciso di procedere dando la corretta interpretazione dell’articolo del regolamento relativo all’elezione del vicepresidente del consiglio comunale. Questo argomento potrebbe sembrare di poco conto, marginale rispetto ai problemi veri, quelli che affrontiamo tutti i giorni, quelli di chi davvero non arriva a fine mese, magari perché ha perso il lavoro, o dell’imprenditore che vuole partire con nuovi progetti e trova ostacoli nella burocrazia. Non lo sono, perché qui parliamo di democrazia e di istituzioni, delle regole che guidano la vita amministrativa di un Comune. Io non sono amico personale del consigliere Girlanda, il nostro pensiero politico è molto distante, su molte questioni lontano anni luce. Lo stesso vale per il consigliere Di Bacco. In consiglio comunale io sono in maggioranza e loro, almeno formalmente, in minoranza. Non è quindi una questione sulle persone e sui nomi. Detto questo credo che ieri sia stato commesso un errore. La scheda bianca posta nell’urna era la mia, perché ho ritenuto corretto che fosse la minoranza a nominare un vicepresidente che deve essere di garanzia per la minoranza stessa. Ho espresso la mia posizione nella riunione di maggioranza tenutasi prima del voto e la rendo pubblica perché penso che sia stata esercitata un ‘dittatura della maggioranza’, il ‘controllato’ si è scelto il ‘controllore’, è stata esercitata un’inutile e forse dannosa prova di forza.  Un consiglio al consigliere Di Bacco, liberissimo ovviamente di accettarlo o meno: prenda atto dell’attestato di stima che ha avuto e dia una lezione di stile e democrazia, si dimetta e consenta di rimediare a questo plateale errore”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018