Ultimo Treno "bacchetta" il Pd di Gualdo Tadino

Ultimo Treno "bacchetta" il Pd di Gualdo Tadino

Il comitato eugubino critica la posizione del Pd gualdese sulla variante ferroviaria

15.11.2012 - 12:22

0

Il Comitato Ultimo Treno interviene sul dibattito organizzato dal Partito democratico di Gualdo Tadino e in programma oggi pomeriggio. “Finalmente il Pd di Gualdo Tadino - si legge nella nota - schierandosi contro la variante ferroviaria proposta dal comitato Ultimo Treno dimostra senza equivoci di non essere assolutamente in grado di capire le buone proposte che fanno crescere i territori e la solidarietà tra le popolazioni né di essere al loro servizio come dicono e come dovrebbe essere. Intanto non è vero che i sindaci della fascia appenninica interessata dalla ferrovia sono contrari alla variante,semmai è l’opposto,anzi loro ne hanno colto tutte le potenzialità. Intanto il Pd di Gualdo Tadino cominci col dire alla gente, una volta per tutte, che non ci sarà nessun raddoppio della linea storica Foligno - Fossato di Vico, ma che il nuovo tracciato avrà una sede propria con viadotti chilometrici e lunghe gallerie ed i pochi treni che oggi si fermano nelle stazioni di Gualdo Tadino, Gaifana, Nocera Umbra e Valtopina, da domani, gli abitanti di questi territori, li vedranno solamente passare. Dica anche che, a differenza della variante ferroviaria da noi proposta, la nuova linea in questione (raddoppio) costerà 400 milioni di euro in più:tanto sono solo soldi nostri. Vi parli anche del fatto che l’aeroporto San Francesco d’Assisi-Perugia non sarà collegato dalla ferrovia che da questo partito è sostenuta, a differenza di come ben prevede invece la nuova variante da noi proposta con un terminal proprio di fronte allo scalo aereo ma che, se un cittadino di Gualdo Tadino volesse prendere un volo, deve passare prima per Foligno, cambiare treno e scendere a Bastia Umbra e poi con qualche mezzo recarsi in aeroporto. Non è forse questo allungare tempi e chilometri di percorrenza? Non vi sembra questo un modo stupido di guardare alla mobilità del prossimo futuro? Tra le altre cose, perché il Pd di Gualdo Tadino non vi informa che la stazione della variante ferroviaria da noi proposta ricade sul territorio del comune di Gualdo Tadino e con questa ne avreste due ( la vecchia e la nuova ) e che, mentre per un eugubino la stazione disterà 20 km, per un gualdese sarà a 5 minuti di macchina: perché non vi fate chiarire tutto ciò?
E se voi di Gualdo Tadino voleste andare a Perugia o a Firenze,per quale assurdo motivo dovreste passare per Foligno, cambiare treno e farla molto più lunga? Vi meritate forse questo? Gli amministratori, specialmente quelli locali proprio per la vicinanza e la conoscenza delle esigenze dei territori, dovrebbero tessere relazioni,costruire ponti che uniscono, facilitare l’armonia e lo sviluppo dei bisogni delle popolazioni a loro affidate:il loro agire dovrebbe essere onesto e chiaro, un libro aperto. Nel nostro caso non è così, i partiti che dovrebbero tutelarci invece ci mentono e questo comporta che, come nel caso della variante ferroviaria che porterà vero beneficio alla regione e a tutto il comprensorio,ripartiremo dal basso con la nostra democrazia partecipativa: le 10.000 firme raccolte, e non solo a Gubbio, lo dimostrano. Una cosa è certa, se il Pd di Gualdo continua a ragionare così, ad ostacolare gli interessi dei loro cittadini e del proprio comprensorio, solo per mere questioni partitiche e campanilistiche, sicuramente riperderanno le elezioni”.

 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018