Il sindaco Guerrini bacchetta i suoi e annuncia novità

Il sindaco Guerrini bacchetta i suoi e annuncia novità

Il punto sulla situazione a Palazzo Pretorio con il sindaco Diego Guerrini

05.10.2012 - 13:47

0

Maggioranza in fermento a Palazzo Pretorio, ma il sindaco Diego Guerrini non sembra essere preoccupato e lancia a distanza messaggi ai suoi. Intanto oggi pomeriggio alle 18,30 in programma c’è l’incontro con tutta la coalizione. Da una parte ci sono i “mal di pancia” di Sarli (Pd), Ceccarelli (Sel) e Cacciamani (Fds), dall’altra c’è Di Bacco (Gruppo Misto) che vota a favore delle variazioni di bilancio e Aloia (sempre Gruppo Misto) che si astiene. Dobbiamo immaginarci una coalizione diversa da quella attuale? “Sarò sempre leale alla coalizione, ma io prima devo rispondere ai cittadini che mi hanno eletto. In troppi rivendicano la partecipazione e poi sono sempre assenti alle riunioni di maggioranza”. Il riferimento è ai Democratici? “Esiste il Pd. Non esiste in Italia una minoranza interna al Partito che si scaglia pubblicamente in ogni circostanza contro il segretario o contro il sottoscritto, mettendo insieme ex Popolari, ex Cgil e antiche figure che qualche volta ricompaiono”. Le accuse ad Aloia e Di Bacco? “Arrivano da chi non ha più né idee né uomini per fare il bene della città, basti pensare che un consigliere comunale si definisce nel Pdl e non del Pdl. Per quanto riguarda la sinistra, non apprezzo i continui tentativi di rinviare le scelte di Ceccarelli. Cacciamani e Palazzari? Dovranno trovare la legittimità dai vertici provinciali e regionali del loro partito. Non so che fine ha fatto l’idea di aprire un secondo Circolo in città. I problemi dei partiti non possono riversarsi sull’azione amministrativa”. Intanto la crisi continua a mordere e per affrontarla spesso si è fatto riferimento a una sinergia tra le istituzioni. Com’è il rapporto tra Comune e consiglieri regionali? Lo stesso Smacchi era assente alla costituzione del Comitato per Renzi. “La sua assenza l’hanno notata in tanti. Convocherò per il 16 novembre l’iniziativa ‘Tutti al lavoro per Gubbio’, nella quale i consiglieri regionali eugubini dovranno rendere conto dei progetti compiuti per la città”. Quali i tempi per Puc 1, Puc 2 e Prg? “La vicenda del Puc 1 di San Pietro sarà chiusa entro la prossima settimana, riprenderemo come amministrazione comunale il fabbricato e si concluderanno i lavori. Il bando Puc 2 per l’ex ospedale sarà elaborato entro ottobre (destinazione d’uso dell’immobile e totale rifacimento delle viabilità e infrastrutture circostanti). Sempre entro ottobre arriverà in consiglio comunale la variante al Prg. Stiamo lavorando inoltre per far arrivare a Gubbio un’azienda che garantirà una decina di posti di lavoro nell’area di Padule. Una considerazione però la voglio fare, strana città Gubbio, ho trovato file di artigiani, imprenditori, avvocati, liberi professionisti che hanno apprezzato la rapidità delle scelte prese da questa amministrazione, spesso difficili e complesse, per poi, una volta usciti dal Comune, definirci come la peggiore amministrazione che la città abbia mai avuto. Dico solo che i rapporti devono essere fondati in città su legalità, regole di trasparenza, cortesia e su nessuna ambiguità”. Da sindaco cosa ritiene indispensabile realizzare? “Nel 2016 voglio consegnare una città in cui trasporti e servizi pubblici, uffici comunali riorganizzati e funzionanti al meglio, servizi sociali più rispondenti. Un clima di rispetto per persone e ruoli, capisco di essere ‘scomodo’ e per questo mi si getta addosso tanto fango, ma io non appartengo ad una cultura di incontri segreti, inciuci e di coloro che poi pubblicamente si trasformano in persone candide. In qualità di sindaco vado dove sono invitato, nella mia vita parlo, incontro chi credo, alla luce del sole, perché sono una persona libera”.

Roberto Minelli e Anna Maria Minelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bleus campioni del mondo, scontri nella notte sugli Champs Elysée
RUSSIA 2018

Bleus campioni del mondo, scontri nella notte sugli Champs Elysée

Parigi, (askanews) - La Francia ha battuto la Croazia 4 a 2 diventando Campione del mondo per la seconda volta. Sugli Champs Elysée centinaia di migliaia di tifosi hanno festeggiato tutta la notte, anche con gas lacrimogeni, petardi e qualche scontro tra manifestanti e polizia in assetto antisommossa. E' il secondo titolo mondiale, dopo quello in casa del 1998 per la Francia di Didier Deschamps, ...

 
Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Summit Ue-Cina a Pechino, Tusk: calmare tensioni sul commercio

Pechino, (askanews) - La Cina e l'Unione europea hanno firmato sei accordi al Ventesimo summit Eu-China a Pechino, tra le tensioni commerciali avviate dagli Stati Uniti e le dichiarazioni del presidente Donald Trump che accusa l'Ue di essere "un nemico". Al vertice, al centro del quale ci sono scambi commerciali e investimenti, partecipano il presidente della Commissione europea, Jean-Claude ...

 
Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Cronaca

Il Savoia s'infortuna e sceglie di operarsi a Città di Castello

Emanuele Filiberto di Savoia sarà operato nell’ospedale di Città di Castello dopo un infortunio. Ha scelto di essere trasferito nell'ospedale tifernate dopo aver rotto il ...

16.07.2018

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Umbria jazz

Alla fine Quincy Jones dirige tutti sul palco

Sono solo alcuni dei tanti artisti che hanno incrociato la sua strada, pochissimi rispetto alla gran mole di lavoro svolto nel corso di settanta anni di musica, ma l’effetto ...

14.07.2018

Umbria Jazz, Funk off: "Noi da quindici anni a uno dei festival più belli del mondo"

La band

Umbria Jazz, Funk off: "Noi da quindici anni a uno dei festival più belli del mondo"

Dario Cecchini, leader e fondatore dei Funk Off, ci ricorda che la band partecipa a Umbria Jazz da ben quindici anni. Non solo: c'è anche il traguardo dei vent'anni della ...

14.07.2018