Gubbio, nervi tesi e parole grosse in maggioranza. Commissariamento sempre più vicino

Gubbio, nervi tesi e parole grosse in maggioranza. Commissariamento sempre più vicino

Il bilancio consuntivo si voterà nel consiglio comunale fissato per il 20 maggio

12.05.2013 - 16:06

0

Nervi tesi nell’incontro di venerdì sera tra sindaco e consiglieri di maggioranza nella finalità di trovare una linea guida che possa ripristinare una situazione che pare degenerata. L’unica certezza maturata dal confronto è la data del consiglio comunale che dovrà votare il bilancio consuntivo non approvato lo scorso 29 aprile. La seduta della massima assise cittadina si riunirà il 20 maggio alle 9.Mase la premessa è quella di venerdì sera con animi surriscaldati dal fatto che i consiglieri comunali presenti non hanno digerito la presenza degli assessori Palazzari e Venerucci, diventa complicato ricomporre i cocci. Pare che siano volate parole piuttosto grosse.
Insomma, un clima tutto diverso da quello auspicato dal sindaco Guerrini proprio alla vigilia del suddetto incontro. Difficile, stando così le cose, che il bilancio possa essere varato. Il rischio commissariamento è sempre più dietro l’angolo considerando che i termini per l’approvazione del bilancio consuntivo scadono il 24maggio.
Ai margini dell’incontro scambio di vedute anche all’interno del Pd, tra il consigliere regionale Smacchi e il segretario del Pd locale Michel Sarli. Smacchi aveva chiesto a Sarli di assumere una iniziativa personale risolutiva per evitare il commissariamento dicendo: “Il nostro popolo non ci perdonerebbe una nostra resa dopo l’esito delle elezioni. Bisogna agire con fermezza”.
Non è tardata la risposta di Sarli: “Smacchi evidenzia correttamente la necessità di una mia azione rivolta a far dialogare sindaco e gruppo consiliare del Pd, facendo assumere consapevolezza delle rispettive responsabilità e valutare pienamente le conseguenze delle proprie azioni. Dico correttamente perché il ruolo del segretario del Partito democratico non può che essere limitato ai rapporti tra sindaco e gruppo consiliare. Penso però che il terreno dove muoversi sia più ampio, perché lo scenario vede coinvolti non solo il gruppo consiliare del Pd, ma l’intera maggioranza ed è evidente che stando così le cose, i margini di manovra che ho, risultano necessariamente limitati all’ambito del nostro partito. Per questo motivo chiedo al consigliere regionale di Smacchi di percorrere questa strada assieme a me, continuando dove io mi devo fermare, quando ad essere coinvolto non è più il Pd o i suoi consiglieri, ma l’intera maggioranza, stando vicino al sindaco, aiutandolo a prendere le decisioni corrette, come mi sembra che stia peraltro già facendo da qualche mese. Sono certo che l’intervento di Smacchi, che può avvalersi del valore aggiunto del suo ruolo Istituzionale, potrà determinare quella svolta nei rapporti tra sindaco e maggioranza che tutti auspichiamo”.

A cura di Guido Giovagnoli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Lavoro e carcere, a Pozzuoli nasce la sartoria Marinella

Lavoro e carcere, a Pozzuoli nasce la sartoria Marinella

Napoli, (askanews) - Una sartoria artigianale nel carcere femminile di Pozzuoli, un progetto congiunto fra la celebre casa Marinella produttrice di cravatte di lusso e il ministero della Giustizia. Le cravatte realizzate saranno destinate a doni istituzionali e alla polizia penitenziaria. Il lavoro è cruciale per riconnettere l'individuo con la società, ha detto il ministro della Giustizia Andrea ...

 
A Lione all'asta uno scheletro di mammut di 15mila anni fa

A Lione all'asta uno scheletro di mammut di 15mila anni fa

Lione, (askanews) - All'asta a Lione presso la casa d'aste Aguttes un gigantesco scheletro di mammuth, risalente a 12mila o 15mila anni fa. Fu ritrovato una decina d'anni fa nel ghiaccio della Siberia. E' il più grande esemplare di mammuth mai messo in vendita nelle mani di un proprietario privato; prezzo iniziale fra i 450mila e i 500mila euro. Ne spiega l'importamza Eric Mickeler della Camera ...

 
Gentiloni: intesa Brexit, ora via a seconda fase, molto complessa

Gentiloni: intesa Brexit, ora via a seconda fase, molto complessa

Bruxelles, (askanews) - "Il consiglio europeo ha approvato l'intesa tra la commissione europea e il governo britannico che di fatto avvia una seconda fase del processo di separazione del Regno Unito dall'Unione". Lo ha annunciato da Bruxelles il premier italiano Paolo Gentiloni. "La seconda fase inizia adesso con la consapevolezza che si tratta di un tema molto complicato".

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017