Maserati, una moto made in Perugia

La straordinaria avventura dei ragazzi meccanici del Cavour Marconi Pascal

Maserati, una moto made in Perugia

17.05.2018 - 22:46

0

Il sogno di realizzare con le proprie mani una moto Maserati, Enrico Biscotti lo teneva chiuso in un cassetto. Da anni. Poi, il suo percorso professionale lo ha portato a insegnare, come docente esterno, all’istituto professionale Cavour Marconi Pascal di Perugia, nella sede di Olmo. E un po’ per caso, un po’ perché quel sogno non l’aveva mai dimenticato, il professor Biscotti ha tirato fuori il suo sogno e lo ha trasformato in progetto insieme ai ragazzi della 3T2. Diciassette giovanissimi, tutti maschi, ai quali Biscotti insegna, per tre ore alla settimana, meccanica, modellistica, microfusione, aerografia e restauro. A loro il professore ha proposto l’dea di realizzare un prototipo di moto. Nessuno si è sottratto. Tutti d’accordo. Ma al progetto
mancava quel valore aggiunto che solo un brand di prestigio può dare, così con determinazione Biscotti è andato avanti
e ha presentato il progetto alla Maserati. Dopo anticamere, attese e appuntamenti con diversi livelli del management, è arrivato al vertice. E ha avuto un ammirato ok. Sì, si può fare: così il prototipo di moto che nascerà dall’opera dei ragazzi della 3t2 di Olmo avrà il marchio Maserati. “Entro quest’anno realizzeremo il 20 per cento del progetto - racconta Biscotti - poi nel 2019, finiremo la moto e la presenteremo nei saloni di settore”. Gli studenti sono al lavoro e hanno intanto già realizzato la carena, il cupolino, il modello di specchietto al carbonio e sottoposto i flussi all’esame del tubo Venturi, il dispositivo usato per misurare la quantità di liquido che scorre all’interno dei condotti. “Sarà una moto stile old bike, anni Novanta, per capirci - spiega Biscotti - con il motore a quattro cilindri, monoblocco Yamaha originale, tutto il resto lo fanno i ragazzi”.
Il progetto, secondo le valutazioni del professor, richiede un budget di 20mila euro in parte coperte dalla RevArt, l’associazione di Biscotti, e da altri sponsor privati che contribuiscono ognuno con le proprie specificità: Ziarelli gomme di Bastia Umbra, Tecnofer di Ponte San Giovanni, carrozzeria Estetica auto di Perugia e Fg Gubellini di Bologna. Insomma, dalle sospensioni
alla verniciatura gli sponsor ci sono e faranno la loro parte per permettere ai ragazzi di completare l’opera. Inutile dire che
l’idea è piaciuta molto anche al direttore generale Giuliano Baiocchi, al preside dell’istituto Giuseppe Materia e al responsabile
dei progetti Pompeo Cipelli. Ed è arrivata anche sul tavolo del sindaco Romizi che ha promesso di sostenere l’impresa. Assieme,si spera, ad altri sponsor che sposeranno il progetto.
Ora non resta che procedere, appena in tempo per arrivare all’Eicma di Milano, nel novembre 2019.

Sabrina Busiri Vici

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Trump mette in dubbio summit con Kim, ma Pompeo si dice ottimista

Roma, (askanews) - Nonostante lo scetticismo espresso dal presidente americano, il segretario di Stato, Mike Pompeo si è detto "ottimista" sul fatto che il 12 giugno a Singapore ci sia l'incontro storico tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un. Parlando alla stampa dopo le parole pronunciate da Donald Trump nel suo incontro con il leader sudcoreano Moon Jae-in, Mike Pompeo ha ...

 
Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

Spief, Profumo: Gli operai sono dei grandi innovatori

San Pietroburgo, (askanews) - Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo, dallo Spief: "Nel corso del mio intervento dello scorso anno, al forum internazionale economico di San Pietroburgo, dissi una cosa che mi sembrava interessante. Nel nostro paese, abbiamo circa l'80% delle aziende che sono soprattutto piccole e medie aziende, che non sono pronte alla trasformazione verso la ...

 
Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Adr, al via il progetto della Business City a Fiumicino

Roma, (askanews) - Una porta d'ingresso al Paese unica. Con un centro uffici, servizi dedicati alle imprese e ai professionisti e un polo congressuale da 1.300 posti. Il tutto collegato ai terminal dell'aeroporto e a pochi passi dalla ferrovia e dall'autostrada. E' la nuova Business City di Roma Fiumicino, un progetto da 190 milioni di euro che a regime occuperà oltre 23.500 persone tra impieghi ...

 
Salute

Infettivologi: "Nuovi farmaci anti-Hiv allungano vita, ora migliorare qualità"

Oggi una persona con Hiv che inizia precocemente la terapia e vi aderisce con costanza può contare su un'aspettativa di vita simile a quella della popolazione generale. Un traguardo fino a pochi anni fa quasi irraggiungibile. Temi al centro della decima edizione del 'Congresso nazionale Italian Conference on Aids and Antiviral Research' (Icar) a Roma. Evento promosso dalla Società italiana di ...

 
Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018