La street art d'argilla

Intervista a Adriano Massettini

La street art d'argilla

14.02.2018 - 20:00

0

Crea figure d’argilla mista a cellulosa. Modella forme di ogni tipo, simboli nei quali intravede una forte energia evocativa. Con questi adorna i tronchi degli alberi o li incastona tra le pietre delle mura di via Faina che costeggiano la strada che porta fino alla Torre del Cassero di Porta sant’Angelo.
Adriano Massettini, perugino di Porta Eburnea, ha frequentato il Tecnico industriale. Forse avrebbe preferito le Belle Arti ma non ha rimpianti. Fa l’infermiere al Santa Maria della Misericordia di Perugia nel reparto di Medicina interna. Ha 59 anni, è sposato con la signora Giuseppina, ha una figlia, Michela; entrambe approvano in pieno quanto sta facendo. Del resto quando toglie il camice che porta in corsia, Adriano indossa con entusiasmo quello della passione per l’arte ed è palese il suo senso di appagamento per quell’impasto di idee che tramuta in argilla. Si tratta di archetipi che per lui rappresentano “la sorgente dell’essere che si tramuta in contorni che emanano l’energia della vita”. Il concetto che può anche intimorire nella teorizzazione, in concreto si traduce semplicemente in forme poste l’una accanto all’altra, apparentemente sena uno schema definito, così accanto a Prometeo che rubò il fuoco agli dei per darlo agli uomini, c’è Topo Gigio, solo perché “ cosa mi dici mai” ha accompagnato l’infanzia di Adriano.
“L’argilla è materia viva che stimola la spiritualità e l’intelligenza rivelatoria. La mia - spiega - è un’arte di strada che quindi si lega alla natura in maniera indissolubile, fino al punto che alle forme che do io, si aggiunge la trasformazione naturale dovuta al vento, all’acqua e al sole”.
Dell’arte, questo filosofo-artigiano, ha un’idea precisa: “Prediligo quella che esce dalle gallerie e dai musei e che interagisce con la gente. La vedo come una forza libera. L’arte del vasaio come quella dell’artista consiste nel dare una forma al vuoto, nel definire l’indefinito”. Insoma, lui vede la sua arte di strada come una sintesi alchemica dei 4 elementi naturali. Acqua, terra, fuoco e aria interagiscono con le sue opere. Così d’estate, quando il fogliame dei tigli copre a cupola la strada, ciò che crea si immerge in una suggestiva e unica teca naturale. Con la giusta dose di sana ironia, sa che le sue forme tridimensionali, metafore della vita dell’Uomo, nascono con la prerogativa di poter tornare polvere. Magari prima che ... possa intervenire la pubblica amministrazione a porre fine, ma perché mai? alla sua argilla-street-art. Né, ambisce viceversa a chissà quali riconoscimenti da parte del popolo di Perugia. Certo gli fa piacere sapere che c’è chi apprezza ciò che fa.
Con sé ha un’agenda nella quale, chi vuole, può fare commenti su questa “libera” galleria d’arte a cielo aperto che consente perfino, a chi vuole, di staccare le opere dal muro e portarsele a casa. Gli è caro un commento, fra i tanti, dei suoi estemporanei ammiratori: “Ho incontrato dei segni e li ho seguiti perché hanno richiamato una parte di me. E ho conosciuto un’altra strada. Questi segni, come fossero chiavi, hanno scatenato visioni capaci di accedere alle radici oscure e profonde della terra dei tempi. Felice di avere incontrato un sentiero in comune con Adriano”. E pensare che tutto è iniziato nel momento in cui ha Massettini ha semplicemente deciso di abbellire il suo muro di casa dal quale si staccava l’intonaco. Si è ispirato, per fare ciò, alle mura di casa Franco Venanti, sapientemente decorate. In realtà il maestro con la street art ha sempre combattuto, perfino dagli scranni del consiglio comunale. Forse però, stavolta, anche lui si fermerebbe a osservare, benevolo, la passione di un artigiano dell’arte che ha voglia solo di tradurre in forme semplici la complessa poesia della vita. 

Riccardo Regi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

Maire Tecnimont, nuovo traguardo per progetto russo Amursky

San Pietroburgo, (askanews) - Nuovo passo di Maire Tecnimont nel progetto da 3,9 miliardi di euro, Amursky Gas Processing Plant, per il ritrattamento del gas che la società italiana ha firmato lo scorso anno e che sta portando avanti in Russia nella regione orientale di Amur per il gruppo Gazprom. Maire Tecnimont ha siglato a San Pietroburgo, nell'ambito del Forum economico internazionale, ...

 
Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Iveco Bus pronta alla sfida della sostenibilità nel Tpl

Torino, (askanews) - Si è svolta all'Innovation Park di Torino la seconda tappa del Mobility Innovation Tour, l'iniziativa articolata in cinque incontri in altrettante città italiane, nata per analizzare modelli di sviluppo sostenibile per il trasporto pubblico mettendo a confronto tutti gli attori coinvolti: istituzioni, aziende di trasporto pubblico locali e produttori di mezzi pubblici. ...

 
Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Barilla lancia Winparentig: essere genitori risorsa per l'azienda

Milano, (askanews) - Quando parliamo di famiglia e lavoro tendiamo a usare verbi come conciliare, trovare un equilibrio che nascondono una deformazione culturale, come se i genitori fossero costantemente alla ricerca di una difficile convivenza tra queste due sfere della vita quotidiana. Nei fatti diventare mamme o papà può essere una opportunità anche sul lavoro, come sanno in Barilla dove è ...

 
Altro

Milano ancora in rosso con banche, vola lo spread

Le Borse europee tengono, mentre Milano perde ancora terreno sulle incertezze legate al nuovo esecutivo Lega-M5S. L'indice Ftse Mib cede l'1,54%; lo spread tra Btp e Bund sale a 206 punti base e torna ai livelli segnati nell'aprile. Debole Parigi -0,11%, in progresso Londra +0,18% e Francoforte +0,65%, male Madrid -1,70% sul rischio di instabilità politica. A Piazza Affari tonfo per il comparto ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018