Cento rintocchi per cento anni di guerra: tutti in Marcia per la pace

(Foto Belfiore)

PERUGIA

Cento rintocchi per cento anni di guerra: tutti in Marcia per la pace

19.10.2014 - 21:35

0

Cento rintocchi per cento anni di guerra. Così le migliaia di viandanti della Marcia della pace hanno atteso la partenza, davanti a un mare di nebbia distesa sotto San Pietro.

I colori arcobaleno hanno ascoltato le parole di Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della pace, che ha ricordato i morti in Siria e in Palestina, i morti di Ebola, i bambini e le bambine "che non siamo riuscito a salvare. Venti marce non sono bastate, e forse altre venti non basteranno".

La voce si rompe dalla commozione. Sara Rossi, giovanissima, legge il messaggio del presidente della Repubblica. Viene ricordata la lettera di un istituto del parmense, la buona scuola. Il sindaco di Perugia Andrea Romizi ricorda il mezzo secolo dell'invenzione di Capitini, trascendenza e tolleranza (GUARDA IL VIDEO DELL'INTERVISTA AL PRIMO CITTADINO). "Che la pace sia con voi" è il saluto di Zaira, rappresentante dei giovani musulmani di Perugia, che ha condannato ogni terrorismo, a partire da quello islamico che uccide i valori di quella religione. Il rappresentante di un istituto comprensoriale di Senigallia e il saluto di Pierpaolo Tanzi, del consiglio dei ragazzi di Varano, nel parmense, ha dato il via alla marcia verso Assisi.

A lanciare il suo messaggio di pace anche don Ciotti: "Dobbiamo cambiare le nostre coscienze" (GUARDA IL VIDEO).
"Non è bello ciò che è bellico ma è bello ciò che è pace", lo slogan di Libera. "Non esiste una via per la pace, la pace è la via", è il cartellone delle delegazioni dal mondo. "Pace, cultura scuola sicurezza". E quasi a chiudere "Nonviolenza" a lettere cubitali, il volto stampato del mahatma. Non mancano striscioni contro Israele e un "fuori l'Italia dalla Nato".
 
"O uomini abbiamo fatto di voi popoli liberi affinché vi conosceste a vicenda", campeggia in un lungo manifesto portato da ragazze col velo a parafrasare il passo biblico. "Camminando insieme costruiamo ponti di legalità e pace" dal gruppo di Reggio Calabria. Queste e molte altre le scritte alla marcia, in un mare denso di bandiere arcobaleno. Assenti le bandiere dei partiti, meno folte del solito quelle delle sigle sindacali.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

"Get shorty", arriva su Timvision la serie tv acclamata negli Usa

Roma, (askanews) - Dal libro bestseller di Elmore Leonard, "Get shorty", nel 1995 era stato tratto il celebre film con John Travolta, ma oggi un enorme successo ha riscosso negli Stati Uniti l'omonima serie, che arriva in prima visione assoluta per l'Italia dal 22 febbraio su Timvision. La dark comedy per la tv "Get shorty", di cui vediamo una clip in esclusiva, è diretta da Davey Holmes, già ...

 
Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Siria, orrore a Ghouta: regime uccide 200 civili, 60 sono bambini

Damasco, (askanews) - Un massacro con quasi 200 morti fra i civili, di cui 60 bambini. È il bilancio di tre giorni di bombardamenti incessanti sulla roccaforte ribelle della Ghouta, a Est di Damasco, da parte del regime siriano di Bashar al-Assad. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, con sede in Gran Bretagna, l'attacco ha provocato 17 morti domenica 18, 127 morti lunedì 19 e 50 ...

 
Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Perché la regina di Danimarca sorride ai funerali del marito?

Copenaghen, (askanews) - Circa 60 ospiti si sono stretti attorno alla famiglia reale danese per salutare il principe consorte Henrik, marito della regina Margherita II di Danimarca. Nelle immagini si vede la regina, 77 anni, che scende dall'auto vestita a lutto ma in più di un'occasione la si vede sorridente e quasi allegra. Presenti al funerale i figli della coppia, il principe ereditario ...

 
La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

La "Sagra della primavera" di Stravinski arriva a Milano

Milano (askanews) - Il grande balletto torna al Teatro Manzioni di Milano che ospita un grande classico Sagra della Primavera di Igor Stravinski il 27 febbraio. Andato in scena per la prima volta a Parigi nel 1913 con la coreografia di Nijinski, "Sagra della primavera" è stato ripreso poi da Massine nel 1920 e quindi da Marta Graham, Bejart, e molti altri. La forte timbrica innovativa dell'opera ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018