Tre sub morti, l'errore nel caricamento dell'aria

Grosseto

Tre sub morti, l'errore nel caricamento dell'aria

12.09.2014 - 16:25

0

I compressori hanno funzionato come dovevano. E allora l’errore che ha ucciso i tre sub umbri morti il 10 agosto alle Formiche sta nel caricamento dell’aria. E’ questo l’esito delle perizie sull’attrezzatura fatte svolgere dalla Procura della Repubblica di Grosseto. Gli esami hanno fatto emergere anche un’altra verità: erano quattro le bombole potenzialmente mortali, quelle cioè che avevano una dose massiccia di monossido di carbonio, oltre il limite tollerabile dal corpo umano. Tre hanno ucciso Fabio Giaimo, Enrico Cioli e Gianluca Trevani, la quarta si è quasi portata via Marco Barbacci, il sub ricoverato per un giorno in camera iperbarica al Misericordia di Grosseto. “Anche in tutte le altre bombole c’era monossido di carbonio, ma non in quantità rilevanti”, spiega il procuratore capo di Grosseto, Francesco Verusio.
E allora non resta che la conta delle ipotesi, partendo dalle certezze: “Le bombole sono state caricate in varie riprese”, spiega Verusio, e per questo avevano livelli di monossido diversi. I compressori non sono parte della tragedia “...pure se - afferma il procuratore - non erano tenuti a regola d’arte: vecchi, con manutenzione molto scarsa e i filtri da sostituire”. Però facevano respirare sott’acqua quel che si respira sopra la superficie.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Bogotà, spettacolare demolizione del ministero dei trasporti

Bogotà, spettacolare demolizione del ministero dei trasporti

Bogotà (askanews) - Questo palazzo per 59 anni è stato la sede del ministero dei trasporti della Colombia, ma ormai la struttura era fatiscente, per questo le autorità locali hanno deciso di radere al suolo il vecchio edificio, nell'ambito di una vasto piano di rimodernamento delle strutture pubbliche. Domenica mattina in diretta televisiva il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha dato il ...

 
Rio de Janeiro, sfilano i colori del Gay Pride per diritti civili

Rio de Janeiro, sfilano i colori del Gay Pride per diritti civili

Rio de Janeiro (askanews) - La gigantesca bandiera arcolbale sulla spiaggia di Copacabana è il simbolo dell'annuale parata del Gay Pride. Decine di migliaia di persone hanno celebrato nel quartiere di Rio de Janeiro l'orgoglio omosessuale. Quest'anno la manifestazione rischiava di essere sotto tono a causa della mancanza di fondi, dopo il taglio della sovvenzione da parte del comune brasiliano. ...

 
Miss Mondo 2017 è l'indiana Manushi Chhillar

Miss Mondo 2017 è l'indiana Manushi Chhillar

La nuova Miss Mondo 2017 è l' indiana Manushi Chhillar. La reginetta è stata incoronata nella finale del concorso di Sanya City, in Cina. Nata il 14 maggio 1997 nello Stato di Haryana, Chhillar succede alla portoricana Stephanie Del Valle, ed è la sesta indiana a indossare la prestigiosa corona. La neo-reginetta, studentessa di medicina, alta 1,75, ha avuto la meglio sulle altre giovani ...

 
Festa con tutte le comunità religiose

Terni Film Festival

Festa con tutte le comunità religiose

Dopo il gran finale di domenica 19 novembre, appendice del Terni Film Festival lunedì 20 novembre. L'ultima giornata della kermesse si apre alle 9 al Cityplex Politeama con ...

19.11.2017

Mamma mia! con gli Abba in italiano

Assisi

Mamma mia! con gli Abba in italiano

Al teatro Lyrick di Assisi il 21 e il 22 novembre (ore 21.15) ospiterà Mamma mia!, tra le più celebri commedie musicali degli anni 2000  con le mitiche canzoni degli Abba. A ...

18.11.2017

Assisi diventa città dei cori

Grandi festival nascono

Assisi diventa città dei cori

Al via la prima edizione di Cantico Assisi Choral Fest rassegna dedicata ai cori in programma dal 20 al 23 novembre ad Assisi. Oltre mille coristi si esibiranno per quattro ...

18.11.2017