Sub morti, lacrime e incredulità tra il gruppo di amici

UMBRIA

Sub morti, lacrime e incredulità tra il gruppo di amici

11.08.2014 - 10:13

0

Silenzio. Nessuno parla. Tutti sono avvolti nel triste dolore di una tragedia inaspettata in una giornata che doveva essere di sole e spensieratezza. Il porto di Marina di Grosseto ha visto arrivare intorno alle 16,30 di domenica 10 agosto due dei tre cadaveri dei sommozzatori morti alle Formiche. (LE FOTO DELL'ULTIMO VIAGGIO DEI SUB) C’è la disperazione negli occhi smarriti e lucidi di chi ha visto e vissuto i momenti della morte. A fare da sfondo, le bombole e l’attrezzatura indossata durante l’immersione: tutto sequestrato immediatamente dalla Guardia Costiera su disposizione della Procura della Repubblica di Grosseto.

Distese al sole le bombole, lasciate in disparte. Potrebbero essere loro la causa del decesso dei tre umbri: forse un guasto, forse il troppo azoto immerso nella miscela. Per ora però sono ipotesi. Nessuno vuole parlare. In tanti aspettano fuori dall’ufficio della delegazione di spiaggia della Capitaneria di Porto, uno a uno è toccato a tutti essere ascoltati. Aspettano fumando una sigaretta, seduti sulle scale con le mani nei capelli, oppure al telefono con gli occhiali scuri a coprire gli occhi lucidi. “Ancora non mi rendo conto di cosa sia successo”, dice una ragazza mentre aspetta di essere interrogata. Le sue mani tremano ancora. E’ troppo forte il dolore in quella che doveva essere una giornata di divertimento. Zainetti con il pranzo, acqua fresca e via, tutti pronti per la gita in barca. All’arrivo al porto di Marina gli zaini erano ancora pieni, con pranzi mai consumati. Chi indossa la maglia della propria squadra del cuore, chi una camicia dai colori hawaiani, ragazze con canottiere colorate e costumi all’ultima moda, ma non è il giorno per notare l’abbronzatura. “No, non parlo. Non ho parole - dice un ragazzo - Siamo partiti stamattina (domenica, ndr) e torniamo con tre persone in meno. Capite bene che non voglio dire niente, ma solo pensare a questo dolore immane”.
“Non voglio dire niente, mi dispiace”, fa di rimando un’altra ragazza che esce dall’ufficio del comandante. Chi scoppia in lacrime e chi invece ha ancora negli occhi quegli istanti di terrore. Un ragazzo con la maglietta blu con scritto sopra “istruttore” continua a camminare nervosamente mentre è al telefono, aspettando il proprio turno davanti all’ufficio della Capitaneria. Intanto i mezzi della Guardia Costiera fanno la spola tra gli uffici e il luogo dove sono state appoggiate momentaneamente attrezzature e bombole per iniziare i rilievi. Una vicenda ancora non del tutto chiara. Di chiaro, e forte, c’è solo il dolore.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Spazio, conclusa con successo la missione Esa "Lisa Pathfinder"

Spazio, conclusa con successo la missione Esa "Lisa Pathfinder"

Darmstadt (askanesws) - Missione compiuta con successo per Lisa Pathfinder, il dimostratore orbitale del "cacciatore" di onde gravitazionali, le increspature spazio-temporali predette da Einstein nella teoria della relatività generale. Nella serata del 18 luglio 2017, dopo 16 mesi di attività, dal centro di controllo missione di Darmstadt, in Germania, il team scientifico della missione dell'Esa, ...

 
Francesca Michielin: con "Vulcano" inizio un progetto esplosivo

Francesca Michielin: con "Vulcano" inizio un progetto esplosivo

Milano (askanews) - Un ritorno esplosivo, e si capisce già dal titolo, con un singolo quasi di rottura rispetto al passato: "Vulcano" è un assaggio del nuovo progetto musicale di Francesca Michielin, che uscirà in autunno. Un "manifesto programmatico" lo ha definito la cantante, già vincitrice di "X Factor", che esce con un video girato a Berlino da Giacomo Triglia: una serie di immagini di vita ...

 
Mafia capitale: condanne pesanti, ma cade l'accusa di mafia

Mafia capitale: condanne pesanti, ma cade l'accusa di mafia

Roma, (askanews) - Quasi colpevoli, ma non di mafia. La corte d'Assise del tribunale di Roma ci ha messo mezz'ora a leggere la sentenza del processo Mafia Capitale, condannando a 20 e 19 anni i due principali imputati, Massimo Carminati e Salvatore Buzzi. Pene pesanti, 41 condanne in tutto e 5 assolti, per quasi trecento anni complessivi di carcere. Ma la sentenza smentisce i legami con la mafia ...

 
 "Valerian", presto nei cinema il mondo visionario di Luc Besson

"Valerian", presto nei cinema il mondo visionario di Luc Besson

Milano (askanews) - Luc Besson è tornato al cinema di fantascienza per accompagnarci ancora una volta in mondi fantastici e sfavillanti. Sarà nei cinema italiani il 21 settembre "Valerian e la città dei mille pianeti", un kolossal basato su una serie francese di fumetti iniziata a fine anni Sessanta. Un film ambizioso, costato quasi 200 milioni di dollari, la pellicola francese più cara di tutti ...

 
Premio a Isabelle Adriani

Taormina

Premio a Isabelle Adriani

Prestigioso riconoscimento per l’attrice perugina Isabelle Adriani, nome d’arte di Federica Federici, che sabato 22 luglio al Teatro romano di Taormina verrà premiata come ...

20.07.2017

Il concerto Ciammarughi-Dj Ralf

Universo Assisi

Il concerto Ciammarughi-Dj Ralf

20.07.2017

E alla fine vinse la musica

Il concerto di Dj Ralph e Ramberto Ciammarughi

E alla fine vinse la musica

Alla fine il tanto atteso e discusso concerto sul Monte Subasio c'è stato. Non più al Mortaro, considerati i limiti di decibel troppo bassi per le esigenze dei musicisti, ma ...

20.07.2017