PerugiaAssisi 2019, firmata dichiarazione d'intenti a favore della candidatura

PERUGIA

PerugiaAssisi 2019, firmata dichiarazione d'intenti a favore della candidatura

21.07.2014 - 17:11

0

La Fondazione PerugiaAssisi 2019 ha chiamato lunedì mattina a raccolta le sei maggiori Istituzioni formative di Perugia per sottoscrivere ufficialmente una dichiarazione di intenti a sostegno della candidatura a Capitale Europea della Cultura.

GUARDA LE FOTO

Siamo ormai al rush finale. Il dossier è pronto, è in atto la sua traduzione in inglese, i giochi sono fatti, i progetti hanno preso una forma definitiva, però c’è bisogno, in questo momento di attesa, fino al verdetto finale di soffiare forte sulle vele perché il vascello umbro prenda il largo ed affronti con agilità le onde contrarie che inevitabilmente verranno prodotte dalle altre cinque città concorrenti: Lecce, Siena, Ravenna, Matera, Cagliari. E chi meglio delle nostre sei “magnifiche” istituzioni formative di prestigio come l’Università degli Studi, l’Università per Stranieri, l’Accademia di Belle Arti, il Conservatorio Morlacchi, la Scuola di Giornalismo radiotelevisivo e la Scuola di lingue estere dell’Esercito possono svolgere un ruolo così fondamentale e importante in attesa della decisione della commissione che, lo ricordiamo, verrà a fare una visita di controllo in Umbria il 10 ottobre prossimo? I due magnifici rettori Moriconi e Paciullo, il presidente Rampini e i direttori Bellini, Antonino Rizzo Nervo ed il generale Badalucco hanno aderito e sottoscritto l’impegno proposto dal presidente della Fondazione Bracalente di contribuire alla realizzazione di tutte le azioni e le iniziative che verranno messe in campo da ora in avanti. “Condividiamo la candidatura e la facciamo nostra. Per noi è strategica” ha dichiarato Bellini per il Conservatorio. “Farò di tutto per contribuire alla vittoria” ha aggiunto il generale Antonio Badalucco. Per il Rettore Paciullo “noi siamo in campo anche per il nostro passato non solo per quello che sapremo fare”. E per il Rettore Moriconi “nessun’altra città italiana può dare una formazione culturale di questa ampiezza ad alti livelli”. “In questo momento dobbiamo fare ogni sforzo possibile” ha concluso Rampini “per vanificare la pessima immagine che i media stanno dando di una città che non se la merita ”. I “magnifici” sei hanno poi apposto, immortalati dai flash dei fotografi, la loro firma congiunta nella dichiarazione di intenti, in realtà una formalità perché già da tempo avevano iniziato a collaborare attivamente con Perugia2019.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Renzi: la coalizione di centrodestra non è popolare ma populista

Roma, (askanews) - La coalizione di centrodestra non è guidata dal Ppe, ma dalle forze estremiste e populiste di Matteo Salvini e Giorgia Meloni". Ad affermarlo, parlando all'iniziativa sull'Europa organizzata dei Dem a Milano, è il segretario del Pd Matteo Renzi. "Amici del Ppe, vi stanno prendendo in giro. Basta guardare come si sono divisi i collegi uninominali. Ogni voto dato al fronte della ...

 
Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Il movimento femminista #MeToo in piazza a Roma con Asia Argento

Roma, (askanews) - Una manifestazione del movimento femminista internazionale per gridare anche a Roma "#MeToo", contro le molestie e le discriminazioni verso le donne. Si è tenuta stamattina a Piazza Santi Apostoli organizzata da"American Expats for Positive Change" e ha visto la partecipazione tra gli altri dell'attrice Asia Argento.

 
Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Renzi punta sull'Europa: scelta è fra chi crede nell'Ue e chi no

Roma, (askanews) - L'Europa come spartiacque tra le forze politiche in campo alle elezioni italiane. Con il Pd nettamente schierato per il rilancio del processo di integrazione europea, contro l'euroscetticismo dei Cinque Stelle e della coalizione di centrodestra a trazione populista targata Lega-Fratelli d'Italia. È l'operazione che Matteo Renzi lancia da Milano, teatro di un'iniziativa del ...

 
È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

È morto Paul Bocuse, il "Papa" della gastronomia francese

Lione, (askanews) - Paul Bocuse, colui che fu soprannominato "chef del secolo", si è spento a meno di un mese dal suo novantaduesimo compleanno a Collonges-au-Mont-d'Or, suo villaggio natale e nel quale sorgeva il suo celebre ristorante, già appartenuto al nonno, nei pressi di Lione. Il "Papa" della gastronomia francese, che soffriva da alcuni anni di Parkinson, proveniva da un'antica famiglia di ...

 
Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Cinema

DiCaprio nel nuovo film di Tarantino su Charles Manson

Leonardo DiCaprio e Quentin Tarantino di nuovo insieme. La star di Hollywood sarà nel cast del nuovo film del regista dopo aver collaborato nel 2012 per Django Unchained. Sul ...

13.01.2018