Analizzata la terza traccia sul coltello: sarebbe di Amanda

Appello bis, perizia sul coltello

processo meredith

Analizzata la terza traccia sul coltello: sarebbe di Amanda

Gli esami del Ris non chiamano in causa né Sollecito né Guede. L'avvocato Maori: "Sono soddisfatto, esito scontato. Quella non è l'arma del delitto"

12.10.2013 - 17:32

0

Nel processo di appello bis ad Amanda Knox e Raffaele Sollecito le analisi genetiche tornano in primo piano. Il Ris di Roma ha analizzato la traccia sul coltello – l’arma del delitto secondo la ricostruzione della procura – che già nel primo processo di appello era stata individuata tra manico e lama ma finora non esaminata, a differenza di altre due (una sul manico e l’altra sulla lama). Il profilo genetico estratto sarebbe riconducibile solo ad Amanda Knox. L’accertamento si è svolto sulla base del quesito dei giudici ai periti che chiedeva di appurare l’eventuale presenza di Dna di Meredith o di Rudy Guede.

La traccia esaminata era quella all’intersezione tra manico e lama (il coltello è stato quindi ‘aperto’). La quantificazione dell’estratto ha restituito un Dna di 2 picogrammi. Un quantitativo che sarebbe risultato “too low” per procedere oltre in base alle vecchie tecniche, ma che adesso è stato possibile analizzare con attribuzione alla Knox.  Gli accertamenti tecnici, condotti in contraddittorio tra le parti, sono iniziati ieri e sono terminati oggi con un secondo esame come controprova.

Tra le prime reazioni, quella dell’avvocato Luca Maori, legale di Raffaele Sollecito. “Sono soddisfatto dell’esito, che non poteva che essere tale”, dice Maori alludendo al fatto che ad Amanda già era stata attribuita – senza contestazioni - la traccia trovata sul manico del coltello e sarebbe quindi “ovvio che il dito sia finito anche vicino all’intersezione”. In altre parole, è risultato che “la traccia analizzata non era che la prosecuzione di quella già presa in esame in precedenza” e che “l’attribuzione alla Knox è normale in relazione a un coltello che si trovava in casa di Sollecito e che la ragazza, come altri coltelli che lì si trovavano, può aver toccato e usato più volte”. Insomma, per Maori è “chiaro che quel coltello non è l’arma del delitto perché  in primo luogo incompatibile con le ferite inferte alla povera Meredith”.

Il 6 novembre è prevista la discussione dell'esito della perizia sul coltello presso la corte di assise di appello di Firenze. 

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Voto in Giappone, Abe chiede l'ok per la riforma costituzionale

Tokyo (askanews) - Shinzo Abe alla prova della verità. Il 22 ottobre in Giappone si vota per la Camera dei rappresentanti, un passaggio importante per il premier nipponico che ha indetto le elezioni anticipate con il doppio obiettivo di ottenere un mandato per la riforma costituzionale e dirottare in ambito sociale l'extragettito che dovrebbe giungere dal 2020 grazie all'incremento della tassa ...

 
Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Conegliano Valdobbiadene superiore Docg, il prosecco eroico

Milano (askanews) - Nel variegato mondo del prosecco, occupa un posto di eccellenza. Un'eccellenza garantita dal territorio su cui nasce, quelle colline adagiate tra le asperità delle Dolomiti e la laguna veneta. E dalla sapienza degli uomini che qui lo producono da oltre 140 anni. Il Conegliano Valdobbiadene prosecco superiore Docg è il frutto di questo lembo di terra fortunata, 15 Comuni nelle ...

 
Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Kenya, Odinga: solo con riforme potremmo partecipare ad elezioni

Roma, (askanews) - Ancora non è troppo tardi per approvare le riforme che farebbero riconsiderare al leader dell'opposizione kenyana Raila Odinga la sua decisione di ritirarsi dalle elezioni presidenziali del 26 ottobre. Lo ha affermato lo stesso Odinga parlando con la stampa dopo le dimissioni di Roselyn Akombe, membro della Commissione elettorale che si è detta convinta della parzialità di ...

 
A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

A Ischia al via il G7 dei ministri dell'Interno tra le proteste

Ischia, (askanews) - I sette ministri dell'interno delle principali democrazie industrializzate del mondo si incontrano a Ischia per il vertice del G7 su contrasto al terrorismo, anche via web, e lotta ai foreign fighters di ritorno dai territori liberati dall'Isis. In tanti però sono scesi in piazza per chiedere ai grandi politiche diverse e che tutelino i diritti umani. Ecco alcune voci del ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

"Il collegio 2"

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano

Avventura televisiva finita per Dimitri Tincano, il quindicenne ternano che ha partecipato al reality di Raidue "Il collegio 2". Il ragazzo è arrivato all'ultima puntata, ma ...

18.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017