Non ho potuto iscrivere le mie figlie alla mensa

Non ho potuto iscrivere le mie figlie alla mensa

Caro sindaco, dato che ormai è passato quasi un mese dall'inizio della protesta e dopo l'ennesimo incontro e le ennesime promesse

04.10.2012 - 11:06

0

Caro sindaco, dato che ormai è passato quasi un mese dall'inizio della protesta e dopo l'ennesimo incontro e le ennesime promesse, ancora non siamo giunti a nessuna conclusione concreta, desidererei esprimere alcuni punti: con rammarico devo ammettere che ancora una volta la colpa è di noi cittadini, che con il nostro prezioso strumento, qual è il voto, vi abbiamo dato l'onore e il privilegio di ricoprire i vostri attuali ruoli. Abbiamo riposto male le nostre aspettative, forse illusi dai vostri bei discorsi in campagna elettorale (la giunta che doveva essere “attenta alle esigenze dei cittadini”). Personalmente posso solo dire di non avere questo rimorso, dato che, nonostante le pressioni dei miei familiari, il mio voto non è andato a lei! Amara consolazione! Il mio modello Isee è di 17200 euro, e non ho nessuna vergogna di renderlo pubblico (al contrario di molti). Anche se non sono molti, sono dei guadagni ottenuti con un lavoro onesto. Quindi il costo della mensa delle mie bambine sarebbe di 4,30 euro a pasto ciascuna. Un nucleo familiare che per assurdo avesse un Isee di 50000 euro o superiore, pagherebbe solo 0,50 euro più di me, dato che con un Isee superiore ai 25000 euro, il costo è sempre di 4,80 euro a pasto. Questo sarebbe il suo ideale di politica? Quello che ha illustrato in riunione? (chi più ha, più paga). Secondo me, ma non solo, è sbagliato il metodo di calcolo del singolo pasto. Nel modello Isee si devono dichiarare anche i redditi dei bambini (buoni postali, libretti regalati da nonni e zii e magari vincolati, di cui un genitore anche volendo non potrebbe usufruire). Ora lei mi dica: sarebbe disposto a usare i soldi dei suoi bambini per mantenerli agli studi? Io no! Spero che la sua risposta non sia affermativa. Altrimenti purtroppo non farebbe altro che peggiorare l'opinione che molta gente ha di lei! Dopo questi problemi, nelle scuole (per lo meno nella materna di Semonte) si è venuto a creare un clima tesissimo fra dirigenza, insegnanti, bidelli e genitori, dati gli ovvii problemi organizzativi. Non vorrei che in tutto questo marasma, gli unici a farci le spese siano i più deboli, cioè i nostri bambini! In questo caso saremmo proprio alla frutta! Ho voluto scrivere queste cose per renderle pubbliche, poiché martedì 25 settembre, molti genitori non hanno potuto partecipare all'incontro e la cittadinanza deve essere informata. Con questa manovra state “limitando” ai nostri bambini il diritto allo studio e a condividere un momento importante come il pranzo. Come lei sicuramente saprà, per un bambino della materna è un esperienza molto formativa. Purtroppo io sono in cassa integrazione e la ditta dove lavoro è a rischio chiusura, quindi non ho potuto iscrivere le mie figlie a mensa. Con rammarico ho dovuto spiegare il motivo a due bambine di 4 e 5 anni. Non trova assurdo che a questa età gli si debba già parlare di problemi economici? Come possono crescere questi bambini che poi saranno i vostri futuri cittadini? Si ricordi, la gente è molto arrabbiata e amareggiata e ancora non capisco perché si è dovuti arrivare a questo punto. Sono stufa di essere solo uno strumento per far fare cassa al comune. <CF31><CJ2>Alessandra Gaggiotti

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Balene nel cielo, primo decollo per il nuovo Airbus Beluga XL

Balene nel cielo, primo decollo per il nuovo Airbus Beluga XL

Tolosa (askanews) - Giovedì 19 luglio 2019 ha compiuto il suo primo decollo dall'aeroporto di Blagnac, nei pressi di Tolosa, in Francia, il nuovo Airbus Beluga XL, versione "allargata" del celebre maxi aereo cargo del consorzio aeronautico europeo. Basato sull'Airbus A330-200, il nuovo Beluga XL, alto quasi 19 metri, ha una capacità di carico superiore del 30% rispetto al suo predecessore, di cui ...

 
Tassista abusivo arrestato a Milano per lo stupro di una 20enne

Tassista abusivo arrestato a Milano per lo stupro di una 20enne

Milano (askanews) - Un tassista abusivo di 61 anni di origini egiziane è stato arrestato a Milano, dai carabinieri della Compagnia Duomo, con l'accusa di aver violentato, la notte del 16 giungo 2018, una ragazza 20enne che, dopo una serata trascorsa con gli amici all'Old Fashion, uno dei locali più noti della movida milanese, aveva usufruito del taxi abusivo per tornare a casa. La vittima, una ...

 
Il musical "Grease" in tour dal 20 luglio, poi torna in autunno

Il musical "Grease" in tour dal 20 luglio, poi torna in autunno

Milano (askanews) - Dopo una lunga serie di tutto esaurito nella passata stagione, "Grease" il musical torna in scena con il tour estate 2018 dal 20 luglio al 18 agosto e nella stagione 2018/2019, partendo dal Teatro della Luna di Milano dall'8 novembre. In Italia il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, in più di 20 anni è ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018