Migranti, scontro Renzi-Maroni

Migranti, scontro Renzi-Maroni

09.06.2015 - 14:16

0

Si alzano sempre più i toni sulla questione dei migranti, con i leader leghisti, da Maroni a Salvini a Zaia, che confermano di essere decisi a tagliare i trasferimenti regionali ai sindaci lombardi che dovessero accogliere nuovi migranti per arrivare persino al blocco delle prefetture. Il fatto nuovo di ieri è la dura presa di posizione del premier Renzi che in sostanza dice: i guai sono stati combinati dagli stessi che oggi urlano. Ma andiamo con ordine.

GUARDA tutte le vignette di Garnier

La Lombardia andrà avanti nel minacciato taglio dei trasferimenti ai Comuni che accetteranno nuovi immigrati. Lo ha confermato il presidente della Regione, Roberto Maroni, rispondendo alle critiche sulla fattibilità di quanto annunciato ieri l’altro. "Stiamo facendo una serie di proposte, si può fare e lo farò. I costituzionalisti non si preoccupino".
Dura la replica di Renzi: “Altro che sanzioni. I comuni che accolgono i migranti andrebbero premiati. Perché chi parla oggi e vuole insistere tutti i giorni su questo tema lo fa per non parlare di un Paese in cui i consumi stanno ripartendo, le stime di crescita sono alte e l'economia si è rimessa in moto. Tentano di spostare l'attenzione”. L'appello del premier ai governatori è a “ritrovare il buonsenso”.
“La polemica italiana è comprensibile solo per chi non ricordi cosa è accaduto in questi anni: la politica del 'facciamo tutto da soli', 'non chiediamo aiuto all'Europa' è figlia della decisione di un governo precedente, e quella di dividere i migranti tra le regioni è stata presa da Maroni, che ora si è svegliato e dice il contrario”, ha detto Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa al termine del G7. Sul fatto che Renzi abbia detto che non si può fare lo scaricabarile, Maroni ha risposto: “Prima era sempre colpa di Berlusconi, ora di Maroni. La Lombardia è la terza Regione in italia come numero di immigrati accolti. Non accetto che il governo decida scavalcando la regione”. Secondo Maroni, Renzi "deve fare battaglia in Europa, deve battere i pugni sul tavolo e prendere per il bavero i ministri dei vari paesi. Invece di fare polemiche dia alla Lombardia i 160 milioni di euro che la Regione vanta come spese sanitarie per gli immigrati in 5 anni. Poi ne discutiamo".
La Lega è comunque pronta a bloccare le prefetture e a presidiare tutte quelle strutture che a spese degli italiani qualcuno vuole mettere a disposizione di migliaia di immigrati clandestini". Roberto Calderoli dà il suo appoggio: "Come annunciato da Matteo Salvini, siamo pronti a bloccare le Prefetture e a presidiare ogni struttura nella quale si vorrebbero alloggiare nuovi clandestini" ha detto. Toti, neo governatore della Liguria, è con Maroni. "Il governo deve smetterla di frignare sui profughi. Ha ragione Maroni. Scriverò con ferma cortesia ai prefetti e poi a tutti i sindaci della Liguria per bloccare gli arrivi: l'avrei già fatto, ma non è ancora arrivato il decreto che ufficializza la mia elezione a governatore".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Pensioni d'oro, Di Maio: "I soldi che taglieremo li metteremo nelle pensioni minime degli italiani"

Pensioni d'oro, Di Maio: "I soldi che taglieremo li metteremo nelle pensioni minime degli italiani"

(Agenzia Vista) Pozzallo, 21 luglio 2018 "Ci saranno circa il 20% di persone che ora non prendono più il vitalizio. Vogliamo ora avviare l'iter della legge che taglia pensioni d'oro a tutti. Vi faccio una promessa: ogni euro che taglieremo dalle pensioni d'oro li metteremo nelle pensioni minime degli italiani". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio a Pozallo. _Courtesy ...

 
Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

(Agenzia Vista) Roma, 21 luglio 2018 Di Maio Pugno duro in Ue Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato L'ha dichiarato il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio, parlando a Catania ad un incontro sulla filiera agrumicola. _Facebook /Luigi Di Maio Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
David Byrne e la sua utopia americana

Concerto a Perugia per Umbria Jazz (Foto gallery)

David Byrne e la sua utopia americana

L'elegante concerto di David Byrne all'arena Santa Giuliana per Umbria jazz. Il live di venerdì 20 luglio 2018 scatto dopo scatto Foto servizio di Giancarlo Belfiore

21.07.2018

Avvocato e cantautore

La storia

Avvocato e cantautore

Dopo gli “inni” al Grifo e all’Inter ora è la volta della solidarietà. Fabrizio Cunsolo, avvocato-cantuatore, passa da un successo all’altro, dalle arringhe in tribunale alla ...

21.07.2018

Anche Silvio Orlando tra gli oltre 4mila di Byrne

Umbria jazz

Anche Silvio Orlando tra gli oltre 4mila per Byrne

Tra gli oltre quattromila spettatori di venerdì 20 luglio al concerto di David Byrne, è stato avvistato anche l'attore Silvio Orlando impegnato in questo periodo in uno ...

21.07.2018