Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

Pago la sosta, ma datemi il servizio

13.05.2017 - 16:25

0

C’è di nuovo fermento, nelle stanze di molti palazzi comunali dell’Umbria, per riorganizzare i piani delle città in fatto di viabilità, accesso degli autoveicoli e parcheggio.

Nelle ultime settimane Perugia ha annunciato un incremento dei posti per la sosta e in particolare di quelle a pagamento; Foligno, invece, ha deciso di munirsi di telecamere per vigilare in maniera più attenta sulle violazioni della Ztl. Mentre in molte altre località si discute su temi analoghi, tra chi vorrebbe nuovi soluzioni per agevolare i cittadini che scelgono le alimentazioni e i propulsori alternativi e chi continua a progettare parcheggi come alveari.


Ben venga, quindi, tanta attenzione per gli automobilisti. Ma quello che sorprende è che di fronte a tanto interesse e a tanta solerzia, quasi nessuno - tranne poche eccezioni come quella di Perugia che, bisogna riconoscere, è in prima fila nell’elenco delle buone soluzioni - si premura ancora di rispettare una norma nazionale che è in vigore ormai da ben 10 mesi. Quella secondo cui, dal primo luglio scorso, i dispositivi di controllo della sosta di tutta Italia dovevano essere abilitati anche per i pagamenti con bancomat e carte di credito.


Lo aveva disposto la legge di Stabilità dello scorso anno, uno di quei dispositivi che tutte le amministrazioni pubbliche solitamente leggono e conoscono bene, visto che li tengono in grande considerazione quando si tratta di avere la possibilità di elevare tasse e tariffe. Invece, sul fronte dei pagamenti elettronici per la sosta, in Umbria, il panorama è ancora oggi prevalentemente desertico.


Così gli automobilisti (umbri e forestieri) sono ancora quotidianamente costretti a munirsi di spiccioli e, quando non li hanno, di andare alla loro caccia.


Un giudice di pace del Lazio, nel mese di marzo, ha già dato ragione a un cittadino che, vistosi multato per non aver esposto il tagliando della sosta, aveva chiesto l’annullamento della sanzione sia per l’assenza di un lettore bancomat nella colonnina del parchimetro più vicino, sia per l’impossibilità di pagare utilizzando le banconote. Ma è assurdo che per avere un servizio, stabilito per giunta da una legge nazionale che vuole mettere l’Italia al passo dei più evoluti Paesi europei, si debba ricorrere alle vie legali.


Forse, qualcuno, oltre a prevedere l’espansione delle strisce blu e il dispiego delle telecamere, farebbe bene a mettersi prima nei panni dei cittadini - utenti. Così, magari, capirebbe meglio di cosa ha davvero bisogno un automobilista e darebbe una più valida giustificazione anche a certe sanzioni. 
Sergio Casagrande
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

P.S.: A proposito, ok a nuovi parcheggi. E se sono a pagamento, siamo pronti anche ad affrontare lo sforzo. Ma c’è qualcuno (in Umbria, come nel resto d’Italia) in grado di progettare uno spazio adeguato a parcheggiare comodamente la vettura senza doversi contorcere per uscire dall’abitacolo o rischiare di far danni durante le manovre?

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Siria, pesanti raid del regime su Ghouta: morti almeno 44 civili

Damasco, (askanews) - Una raffica di attacchi aerei siriani, razzi e colpi di artiglieria contro la Ghouta orientale, enclave controllata dai ribelli alla periferia di Damasco, ha provocato la morte di 44 civili. Lo ha annunciato l'Osdh, l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Tra le vittime di questo pesante bombardamento, secondo l'ong, anche quattro bambini.

 
Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Spazio, il Presidente Mattarella riceve Nespoli e i vertici Asi

Roma (askanews) - Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nel pomeriggio del 19 febbraio 2018 ha ricevuto al Quirinale l'astronauta italiano dell'Esa, Paolo Nespoli, rientrato da poco sulla Terra dopo la missione di lunga durata dell'Asi sull'Iss "Vita". Con lui c'erano il presidente dell'Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston, il direttore generale dell'Asi, Anna Sirica e il ...

 
Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Meridiana diventa Air Italy: punta a essere il vettore nazionale

Milano (askanews) - Meridiana cambia pelle e diventa Air Italy. È la nuova compagnia aerea targata Qatar Airways, evoluzione del vettore sardo presentata a Milano nel corso di una conferenza stampa da Akbar Al Baker, Ceo del gruppo Qatar Airways, che da settembre 2017 detiene il 49% della compagnia Italiana tramite la holding AQA. Alisarda, in precedenza unico azionista di Meridiana e controllata ...

 
Economia

Borsa, prese di beneficio su Milano

Giornata di prese di beneficio sulla Borsa di Milano, che lascia sul terreno un punto percentuale, frenata da Fiat Chrysler, Ferrari e Mediaset, tra le più comprate la scorsa settimana. Le Borse europee sono deboli e scontano l’assenza di una guida come Wall Street, chiusa per festività. Il primo giorno di aumento di capitale non lascia scampo al titolo di Creval, che perde il 7 per cento del ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018