Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

Il summit europeo a Norcia: un incontro tra terremotati

25.03.2017 - 12:17

0

L'Europa terremotata ha incontrato il Centro Italia terremotato. E lo ha fatto a Norcia, non tanto per raccomandarsi a San Benedetto, il monaco nursino patrono d’Europa, che avendo salvato le vite di tutti gli abitanti della città umbra squassata dal sisma, chissà, forse potrebbe salvare anche l’unione dal rischio sempre più concreto della disgregazione. Ma per dare, direttamente dalla città che possiede il simbolo più forte del legame delle aree terremotate al continente, un segnale che l’Europa c’è e vuole essere vicina alle zone e alle popolazioni ferite dal sisma.

Ieri, Norcia, ha accolto ha accolto i rappresentanti del parlamento europeo mettendo attorno alla statua di San Benedetto tutte le bandiere dei 28 stati che ancora formano l’Unione, compresa quindi l’Union Jack di quella Gran Bretagna che ha già scelto la ritirata strategica.


Una scena davvero emozionante in uno scenario, però, spettrale, fatto di un centro storico dove ci sono ancora gli edifici crollati e le impalcature che tengono in piedi a fatica quello che un terremoto dalla violenza inaudita non è riuscito a radere al suolo.


Le bandiere, per tutta la durata del summit, sono rimaste piegate su loro stesse, per assenza di vento.Vento quello vero che di solito a Norcia spira pure forte ed è di tramontana.


L’altro vento, infatti, quello della speranza, c’era. Come c’è da quando il terremoto ha cominciato a farsi sentire e come c’era subito dopo che la cattedrale di San Benedetto si era sbriciolata. Ma anche questo vento non è più forte come all’inizio della storia: il vento della speranza ha spirato e continuerà a spirare ancora per chissà quando; ma si è affievolito e nella città simbolo, nel giorno dei simboli, ha smosso zero bandiere e pochi cuori.


Forse, vista proprio la sua natura speranzosa, attende i fatti. Quei fatti che, anche se ci sono stati, sono ancora insufficienti a riportare la maggioranza degli sfollati nelle loro case o anche solo farli riavvicinare a Norcia nei casi di tutti coloro che sono stati costretti a trasferirsi.


O, forse, attende quegli altri fatti, quelli che anche se ci sono stati, sono ancora insufficienti a ridare uno slancio a un’Europa squassata dalla crisi e spaccata in due su grandi temi come l’austerità, la sicurezza e l’immigrazione.


Il 24 marzo 2017, a Norcia, almeno per un giorno, l’Europa ha fatto sentire il suo cuore. E Norcia si è sentita il cuore dell’Europa. Ma come saranno la Norcia di domani e l’Europa di domani, almeno ieri, a parte tante parole, impegni concreti e rinnovo delle promesse già fatte sui tanti soldi che arriveranno (ma chissà dove poi realmente andranno), nessuno lo ha ben capito.


E’ stato un incontro tra terremotati. Denso di simboli. Ma l’unico simbolo di cui il Centro Italia ha desiderio e bisogno è la dimostrazione che ricostruire bene non solo si può. Ma lo si può fare anche senza attendere troppo a lungo.

sergio.casagrande@gruppocorriere.it

Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

(Agenzia Vista) Liguria, 18 luglio 2018 "Riteniamo che non si possa, in un settore cosi' delicato e dopo tanto tempo, inseguire fantasiose idee che ci portino fuori strada, ma bisogna concretamente impegnarsi con le pietanze che sono sul tavolo per costruire l'ingresso in azienda di Mittal e l'inizio di questa nuova avventura". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, parlando di Ilva in ...

 
Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

(Agenzia Vista) Napoli, 18 luglio 2018 Funerale della Sanita' pubblica a Napoli De Luca ha fallito si dimetta Nel piazzale antistante l'ospedale LoretoMare va in scena il funerale della Sanità pubblica organizzato dal Movimento meridionalista e dal Movimento Idea Sociale. I partecipanti puntano il dito contro il Governatore, Vincenzo De Luca, invitandolo a dimettersi. AltrimondiNews Fonte: ...

 
Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

(Agenzia Vista) Milano, 18 luglio 2018 "La legge sulla legittima difesa, essendo stata presentato in campagna elettorale io credo sia una priorità di questo Governo". Queste le parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a margine della seduta pubblica della Commissione antimafia del consiglio Regionale in occasione dell'anniversario della morte di Borsellino Fonte: Agenzia ...

 
Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018