Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

Castelluccio: una speranza per l'Umbria

04.03.2017 - 13:26

0

Castelluccio chiede aiuto. E in particolare chiede una strada che possa essere percorribile anche dalle auto. Perché dal 26 ottobre 2016 arrivare fin lassù è diventato possibile solo con l’elicottero o un fuoristrada degno di questo nome.


Il terremoto, oltre a squassare il paesino, lo ha tagliato fuori da qualsiasi comodo e relativamente rapido collegamento con il resto del mondo.


Per Castelluccio non è una novità: d’inverno, anche senza un terremoto, accade la stessa cosa in occasione di ogni abbondante nevicata. I titolari del Bar del Capitano, di via della Bufera, lo sanno bene: perché ogni anno erano i primi firmatari della puntuale protesta da inoltrare alla Provincia di Perugia. Ma la neve è un’altra cosa: è facile da rimuovere. E anche dopo una copiosa nevicata, nel giro di uno, due giorni al massimo, se si vuole, i problemi di viabilità possono essere risolti. Mentre ora, per togliere i giganteschi massi piombati sull’asfalto e per mettere in sicurezza le banchine che stanno franando ci vogliono mezzi più potenti di un semplice spazzaneve. E ci vuole tanto lavoro.


Castelluccio, però, non può aspettare. Ha fretta perché la primavera è ormai alle porte. E la primavera per questo paesino, ultimo avamposto dell’uomo ai piedi del Vettore, è da sempre sinonimo di vita. E di rinascita.


In questo periodo deve avvenire la semina. Si devono spargere sulla piana i chicchi della lenticchia, uno dei prodotti più conosciuti e apprezzati della Valnerina. Ma senza una strada la semina non si può fare correttamente. Perché per arrivare lassù, gli abitanti di Castelluccio, sfollati a valle, ogni giorno dovrebbero affrontare un calvario a bordo dei loro trattori.

Loro sono pronti a farlo, ma il tempo è tiranno e, soprattutto, ridotto al lumicino se si tolgono le ore necessarie ai trasferimenti.


Se la semina non avverrà per tempo o se sarà incompleta si metterà a serio rischio anche a un altro evento oltre alla raccolta della lenticchia. Un evento che - lo ricorda perfino la campagna di solidarietà sostenuta da un’azienda (la Perugina) che anche se in mani straniere si sente profondamente legata alla nostra terra - dell’Umbria costituisce un patrimonio inestimabile. Quello della fioritura.


Castelluccio è ferita al cuore, ma vuole tenere ancora in vita la sua anima per risorgere prima possibile. Un’anima che è fatta soprattutto di paesaggi, profumi e colori. Gli abitanti del paese e tutti coloro che, almeno una volta, hanno raggiunto e ammirato il Tibet dell’Appennino sanno bene cosa significa. E qual è il suo valore.


Ridare una strada subito a Castelluccio non è solo un favore da fare a una comunità che sta soffrendo, ma è dare una speranza all’Umbria intera che vuole ripartire rapidamente con qualcosa e da qualcosa di concreto.

Senza contare il richiamo che può costituire per riportare chi, ancora oggi, si tiene lontano dai nostri luoghi.


sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Kim Jong Un a Singapore, ma è un imitatore: "Donald ti aspetto"

Kim Jong Un a Singapore, ma è un imitatore: "Donald ti aspetto"

Roma, (askanews) - Kim Jong Un a Singapore tra lo stupore dei turisti e dei passanti che si sono scattati selfie e foto con lui. In realtà si è trattato di un sosia-imitatore del leader nordcoreano che si fa chiamare solo Howard X, e ha deciso di recarsi nel luogo che dovrebbe ospitare lo storico vertice tra Donald Trump e Kim il prossimo 12 giugno. Non è la prima volta che Howard si mostra in ...

 
Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Roma, (askanews) - Il candidato conservatore Ivan Duque (Dùke) ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali in Colombia, ma non è riuscito a ottenere il 50% delle preferenze che gli avrebbero consentito di evitare il ballottaggio previsto il 17 giugno. Il 41enne Duque ha ottenuto il 39,7% e affronterà l'ex sindaco di Bogotà Gustavo Petro, il primo candidato di sinistra, che ha conquistato ...

 
Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Roma, (askanews) - Grande festa per le strade di Madrid con i giocatori del Real tornati a casa dopo la vittoria della Champions League, la tredicesima per loro. I giocatori sono stati accolti da centinaia di tifosi in delirio con bandiere e striscioni e hanno girato per la città con un pullman scoperto, intonando cori e sollevando fieri la coppa. Marcelo Veira e Sergio Ramos l'hanno mostrata ...

 
Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Roma, (askanews) - Un giovane cittadino maliano è diventato un eroe a Parigi ed è stato subito ribattezzato "Spiderman" per aver salvato un bambino di quattro anni sospeso a un balcone al quarto piano di un palazzo. Il ragazzo, immigrato senza permesso di soggiorno, ha scalato la facciata dell'edificio e ha salvato il piccolo in una sequenza spettacolare che ha fatto il giro dei social network e ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018