Sergio Casagrande in bianco e nero

LAPIS

Castelluccio: una speranza per l'Umbria

04.03.2017 - 13:26

0

Castelluccio chiede aiuto. E in particolare chiede una strada che possa essere percorribile anche dalle auto. Perché dal 26 ottobre 2016 arrivare fin lassù è diventato possibile solo con l’elicottero o un fuoristrada degno di questo nome.


Il terremoto, oltre a squassare il paesino, lo ha tagliato fuori da qualsiasi comodo e relativamente rapido collegamento con il resto del mondo.


Per Castelluccio non è una novità: d’inverno, anche senza un terremoto, accade la stessa cosa in occasione di ogni abbondante nevicata. I titolari del Bar del Capitano, di via della Bufera, lo sanno bene: perché ogni anno erano i primi firmatari della puntuale protesta da inoltrare alla Provincia di Perugia. Ma la neve è un’altra cosa: è facile da rimuovere. E anche dopo una copiosa nevicata, nel giro di uno, due giorni al massimo, se si vuole, i problemi di viabilità possono essere risolti. Mentre ora, per togliere i giganteschi massi piombati sull’asfalto e per mettere in sicurezza le banchine che stanno franando ci vogliono mezzi più potenti di un semplice spazzaneve. E ci vuole tanto lavoro.


Castelluccio, però, non può aspettare. Ha fretta perché la primavera è ormai alle porte. E la primavera per questo paesino, ultimo avamposto dell’uomo ai piedi del Vettore, è da sempre sinonimo di vita. E di rinascita.


In questo periodo deve avvenire la semina. Si devono spargere sulla piana i chicchi della lenticchia, uno dei prodotti più conosciuti e apprezzati della Valnerina. Ma senza una strada la semina non si può fare correttamente. Perché per arrivare lassù, gli abitanti di Castelluccio, sfollati a valle, ogni giorno dovrebbero affrontare un calvario a bordo dei loro trattori.

Loro sono pronti a farlo, ma il tempo è tiranno e, soprattutto, ridotto al lumicino se si tolgono le ore necessarie ai trasferimenti.


Se la semina non avverrà per tempo o se sarà incompleta si metterà a serio rischio anche a un altro evento oltre alla raccolta della lenticchia. Un evento che - lo ricorda perfino la campagna di solidarietà sostenuta da un’azienda (la Perugina) che anche se in mani straniere si sente profondamente legata alla nostra terra - dell’Umbria costituisce un patrimonio inestimabile. Quello della fioritura.


Castelluccio è ferita al cuore, ma vuole tenere ancora in vita la sua anima per risorgere prima possibile. Un’anima che è fatta soprattutto di paesaggi, profumi e colori. Gli abitanti del paese e tutti coloro che, almeno una volta, hanno raggiunto e ammirato il Tibet dell’Appennino sanno bene cosa significa. E qual è il suo valore.


Ridare una strada subito a Castelluccio non è solo un favore da fare a una comunità che sta soffrendo, ma è dare una speranza all’Umbria intera che vuole ripartire rapidamente con qualcosa e da qualcosa di concreto.

Senza contare il richiamo che può costituire per riportare chi, ancora oggi, si tiene lontano dai nostri luoghi.


sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

(Agenzia Vista) Liguria, 18 luglio 2018 "Riteniamo che non si possa, in un settore cosi' delicato e dopo tanto tempo, inseguire fantasiose idee che ci portino fuori strada, ma bisogna concretamente impegnarsi con le pietanze che sono sul tavolo per costruire l'ingresso in azienda di Mittal e l'inizio di questa nuova avventura". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, parlando di Ilva in ...

 
Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

(Agenzia Vista) Napoli, 18 luglio 2018 Funerale della Sanita' pubblica a Napoli De Luca ha fallito si dimetta Nel piazzale antistante l'ospedale LoretoMare va in scena il funerale della Sanità pubblica organizzato dal Movimento meridionalista e dal Movimento Idea Sociale. I partecipanti puntano il dito contro il Governatore, Vincenzo De Luca, invitandolo a dimettersi. AltrimondiNews Fonte: ...

 
Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

(Agenzia Vista) Milano, 18 luglio 2018 "La legge sulla legittima difesa, essendo stata presentato in campagna elettorale io credo sia una priorità di questo Governo". Queste le parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a margine della seduta pubblica della Commissione antimafia del consiglio Regionale in occasione dell'anniversario della morte di Borsellino Fonte: Agenzia ...

 
Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018