Sergio Casagrande in bianco e nero

Lapis

Noi, zombie dello smartphone

25.02.2017 - 12:53

0

La notizia arrivata questi giorni dall'Olanda dove, nella cittadina di Bodengrave, è stato annunciato che verrà avviata la sperimentazione di semafori “a pavimento” per i pedoni distratti dagli smartphone, dimostra che è davvero giunto il momento di fermarsi. Perché se ci vediamo costretti a realizzare un semaforo pedonale capace di proiettare il rosso davanti ai nostri piedi significa che non si può proprio andare oltre: dobbiamo alzare la testa e guardarci attorno.
Solo così, infatti, ci accorgeremo di quanto lo smartphone è arrivato a condizionare la nostra vita, le nostre abitudini, il nostro rapporto con quello che ci circonda. Un rapporto che ora, proprio per colpa di questi utili quanto stramaledetti telefonini di ultima generazione, è arrivato a mettere in serio pericolo la nostra sopravvivenza. E non solo in senso fisico quando dobbiamo attraversare una strada, ma anche in quello cognitivo, intellettuale, sociale. Una volta il pedone distratto era quello che leggeva il giornale. Oggi è quello che gingilla con lo smartphone. Con la differenza che il primo, quantomeno, si informava. Saziava la sua voglia di conoscere e di riflettere. E compariva, tra la folla, di tanto in tanto. Mentre il secondo è diffuso ovunque. Anzi è proprio lui la folla. E quasi sempre chatta, messaggia, si nutre di gossip e vomita su una tastiera speranze, angosce, desideri e frustrazioni muovendo una o due dita a ritmi tachicardici. I suoi occhi sono fissi su uno schermo e non si spostano nemmeno se sta per essere travolto da un tram. Crede di essere libero e non si rende conto di vivere, invece, da schiavo. Ammettiamolo: ormai, per colpa dello smartphone, siamo tutti degli zombie. Non c’è più luogo, né pubblico, né privato, dove non si possa trovare almeno uno di noi senza lo smartphone in mano. Strade, piazze, parchi. Treni, pullman, metro. Al bar, alla toilette. Sulle scale, nei corridoi. All’angolo come sul rettilineo. Perfino in auto alla guida o in sella a una bici. Lo smartphone ci comanda come degli automi. Ci fa alzare gli occhi solo quando ci facciamo un selfie, ma li riabbassiamo subito per vedere com'è venuto lo scatto. E fa regredire, purtroppo, anche la nostra cultura.
E’ di questi giorni, infatti, un'altra notizia che dovrebbe farci meditare sullo stesso problema: 600 professori universitari italiani hanno chiesto al governo e al parlamento un intervento urgente perché la situazione è tale che ormai è evidente che i giovani italiani non sanno più l’Italiano. Arrivano alla tesi di laurea senza conoscere neppure le più elementari regole della grammatica. E non è solo un problema dei giovani. E di quello che non imparano nelle nostre scuole.
Ormai scriviamo e parliamo, sempre più spesso, come messaggiamo con gli smartphone. E a volte abbiamo le stesse espressioni degli emoticons, le faccine con cui premendo un solo tasto sintetizziamo i mostri stati d'animo e i nostri pensieri. Sì. E’ proprio giunto il momento di fermarsi: il semaforo che è stato messo ai nostri piedi ci avverte che è rosso. Ma se siete arrivati a leggere fin qui, allora non preoccupatevi. Significa che siete riusciti a togliere gli occhi, almeno per qualche istante, dallo smartphone. Per voi il verde, questa volta è scattato. E può ancora tornare a farlo.

Sergio Casagrande
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Annata a 4 stelle per il Brunello, e Sting incanta la platea

Annata a 4 stelle per il Brunello, e Sting incanta la platea

Montalcino, (askanews) - Una star internazionale d'eccezione per una annata buona ma non eccezionale. La vendemmia 2017 del Brunello di Montalcino, uno dei vini più famosi ed esportati d'Italia, si chiude con l'assegnazione di quattro stelle (su un massimo di cinque) alla annata 2017, fortemente condizionata dal gelo di aprile e dalla forte siccità di luglio e agosto e che si è, in parte, ...

 
Alena Seredova lancia la sua prima collezione di gioielli

Alena Seredova lancia la sua prima collezione di gioielli

Milano (askanews) - Moderna, bellissima e simpatica, Alena Seredova, showgirl, attrice, modella, diventa stilista e lancia la sua prima prima collezione di gioielli. A Milano ha presentato in anteprima "La semplicità è preziosa" la capsule collection realizzata per Diamonique. "Questi gioielli sono semplici ma penso possano rendere ognuna di noi felice e farla sentire speciale, che è una cosa che ...

 
In viaggio tra il Sudafrica e il dolore per riscoprire sè stessi

In viaggio tra il Sudafrica e il dolore per riscoprire sè stessi

Milano (askanews) - Un dolore lacerante, la perdita improvvisa del figlio, porta Maia a intraprendere un viaggio dentro se stessa e il Paese in cui vive, il Sudafrica, per scoprire realtà, limiti e prospettive tanto inattese quanto rivoluzionarie. E' il filo narrativo di "Oltre la vita felice", romanzo di Corrado Passi edito da Polaris e presentato a Milano nella nuova libreria "Tempo Ritrovato". ...

 
Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Iran, individuati alcuni resti dell'aereo di linea precipitato

Teheran (askanews) - Il vicegovernatore della provincia di Kohgiluyeh e Buyer Ahmad in Iran, ha comunicato che sono stati individuati i rottami dell'aereo di linea Atr-72 schiantatosi domenica 18 febbraio 2018, con 66 persone a bordo, in una regione montuosa nel Sud-Ovest del Paese, durante una tempesta di neve. Le ricerche dell'aereo sono riprese nella mattinata di lunedì 19 febbraio dopo essere ...

 
Scelti gli studenti più belli

Miss e mister 2018

Scelti gli studenti più belli

Un successo lo School Day gran finale 2018. Oltre 2000 le presenze: il pubblico degli istituti delle scuole superiori di Perugia e provincia in occasione del carnevale delle ...

19.02.2018

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

L'intervista

Con Montesano al Lyrick trionfa la romanità

C’è Enrico Montesano sabato 17 e domenica 18 febbraio al teatro Lyrick di Assisi nell'anteprima nazionale del “Conte Tacchia”, commedia in musica, rivisitazione del film del ...

17.02.2018

Arriva Sfera Ebbasta

L'appuntamento

Arriva Sfera Ebbasta

Il Centro Commerciale Collestrada è pronto per un evento d'eccezione: domenica 18 febbraio alle 17 salirà sul palco Sfera Ebbasta, in tour per promuovere "ROCKSTAR" il nuovo ...

17.02.2018