Sergio Casagrande in bianco e nero

Sognando la strada "verde"

01.01.2017 - 16:18

0

In tutta Europa la notizia che arriva dalla Francia è stata accolta con grande interesse e soddisfazione. In Normandia è stata appena inaugurato il primo tratto di strada al mondo con il piano viabile realizzato con pannelli solari invece che con una  colata di asfalto.

I benefici sarebbero molteplici: un piano liscio come un tavolo da biliardo; la possibilità di produrre energia elettrica dal solare in grande quantità e senza un pesante impatto visivo all’ambiente; la riduzione drastica del sollevamento delle polveri per colpa del traffico.
Solo per quanto riguarda l’energia si dice che un'autostrada appena di 20 chilometri sarebbe in grado di ritrovarsi illuminata a giorno e di far illuminare perfino un centro abitato di media grandezza con tutte le sue frazioni e paesini circostanti.
Ma la stessa notizia che è stata presa come una manna per l’ambiente dagli altri europei, a noi automobilisti italiani scatena l’ironia.
E fa sorridere perché, domandosi come un fondo stradale del genere possa essere in grado di garantire una resistenza sufficiente al peso del traffico e un grado di sicurezza elevato in tutte le condizioni atmosferiche, il pensiero va subito alle condizioni, ormai comuni, alla maggioranza delle strade del nostro Paese.
Tolte quelle arterie che si percorrono a pagamento, buona parte del resto della rete stradale italiana, infatti, langue in uno stato pessimo proprio per colpa delle condizioni del fondo stradale.
Trovare una buca (e magari fosse solo una...) lungo il nostro percorso è ormai diventata una consuetudine alla quale tutti ci siamo abituati.
Una consuetudine che ci fa ormai considerare normale viaggiare sulle corsie di sorpasso delle superstrade (le meno devastate) e che, soprattutto, oltre a debilitare le condizioni dei mezzi, mette a rischio costantemente la sicurezza di chi è in viaggio.
Ovvio, quindi, che il solo pensiero che una qualsiasi strada italiana venga trasformata, come si sta sperimentando in Francia, in una lunga striscia di pannelli solari ci faccia sorridere. Ma anche temere: temere che se un giorno avvenga davvero si debba costantemente forare.
Se, infatti, già una strada d’asfalto dall’apparenza di una solidità quasi granitica, per colpa dei mezzi pesanti oltre i limiti di carico e per colpa della scarsa manutenzione, si spacca e si ritrova piena di buche, cosa potrà accadere, se per gli stessi motivi, avremo una strada fatta di pannelli solari costituiti da vetro e derivati del silicio?
Chi ha progettato la strada a pannelli solari e chi la sta sperimentando è convinto che il via vai dei mezzi, anche pesanti, non possa costituire in nessun caso un pericolo.
E, comunque, confida nei controlli delle forze dell’ordine e nell’impegno dei gestori delle strade.
Ma, forse, non ha mai guidato in Italia...
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Colombia, avanti il conservatore Duque ma si va al ballottaggio

Roma, (askanews) - Il candidato conservatore Ivan Duque (Dùke) ha vinto il primo turno delle elezioni presidenziali in Colombia, ma non è riuscito a ottenere il 50% delle preferenze che gli avrebbero consentito di evitare il ballottaggio previsto il 17 giugno. Il 41enne Duque ha ottenuto il 39,7% e affronterà l'ex sindaco di Bogotà Gustavo Petro, il primo candidato di sinistra, che ha conquistato ...

 
Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Champions, il Real torna a casa e fa festa con i tifosi a Madrid

Roma, (askanews) - Grande festa per le strade di Madrid con i giocatori del Real tornati a casa dopo la vittoria della Champions League, la tredicesima per loro. I giocatori sono stati accolti da centinaia di tifosi in delirio con bandiere e striscioni e hanno girato per la città con un pullman scoperto, intonando cori e sollevando fieri la coppa. Marcelo Veira e Sergio Ramos l'hanno mostrata ...

 
Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Parigi, Spiderman maliano salva bambino sospeso al quarto piano

Roma, (askanews) - Un giovane cittadino maliano è diventato un eroe a Parigi ed è stato subito ribattezzato "Spiderman" per aver salvato un bambino di quattro anni sospeso a un balcone al quarto piano di un palazzo. Il ragazzo, immigrato senza permesso di soggiorno, ha scalato la facciata dell'edificio e ha salvato il piccolo in una sequenza spettacolare che ha fatto il giro dei social network e ...

 
Due Mondi tra realtà e sogno

Tutte le star del festival

Due Mondi tra realtà e sogno

Il Minotauro sarà l'opera inaugurale della 61esima edizione del festival dei Due Mondi. Il testo, ispirato al libro di Durrenmatt, è reso in musica della compositrice Silvia ...

25.05.2018

I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018