Sergio Casagrande in bianco e nero

Sognando la strada "verde"

01.01.2017 - 16:18

0

In tutta Europa la notizia che arriva dalla Francia è stata accolta con grande interesse e soddisfazione. In Normandia è stata appena inaugurato il primo tratto di strada al mondo con il piano viabile realizzato con pannelli solari invece che con una  colata di asfalto.

I benefici sarebbero molteplici: un piano liscio come un tavolo da biliardo; la possibilità di produrre energia elettrica dal solare in grande quantità e senza un pesante impatto visivo all’ambiente; la riduzione drastica del sollevamento delle polveri per colpa del traffico.
Solo per quanto riguarda l’energia si dice che un'autostrada appena di 20 chilometri sarebbe in grado di ritrovarsi illuminata a giorno e di far illuminare perfino un centro abitato di media grandezza con tutte le sue frazioni e paesini circostanti.
Ma la stessa notizia che è stata presa come una manna per l’ambiente dagli altri europei, a noi automobilisti italiani scatena l’ironia.
E fa sorridere perché, domandosi come un fondo stradale del genere possa essere in grado di garantire una resistenza sufficiente al peso del traffico e un grado di sicurezza elevato in tutte le condizioni atmosferiche, il pensiero va subito alle condizioni, ormai comuni, alla maggioranza delle strade del nostro Paese.
Tolte quelle arterie che si percorrono a pagamento, buona parte del resto della rete stradale italiana, infatti, langue in uno stato pessimo proprio per colpa delle condizioni del fondo stradale.
Trovare una buca (e magari fosse solo una...) lungo il nostro percorso è ormai diventata una consuetudine alla quale tutti ci siamo abituati.
Una consuetudine che ci fa ormai considerare normale viaggiare sulle corsie di sorpasso delle superstrade (le meno devastate) e che, soprattutto, oltre a debilitare le condizioni dei mezzi, mette a rischio costantemente la sicurezza di chi è in viaggio.
Ovvio, quindi, che il solo pensiero che una qualsiasi strada italiana venga trasformata, come si sta sperimentando in Francia, in una lunga striscia di pannelli solari ci faccia sorridere. Ma anche temere: temere che se un giorno avvenga davvero si debba costantemente forare.
Se, infatti, già una strada d’asfalto dall’apparenza di una solidità quasi granitica, per colpa dei mezzi pesanti oltre i limiti di carico e per colpa della scarsa manutenzione, si spacca e si ritrova piena di buche, cosa potrà accadere, se per gli stessi motivi, avremo una strada fatta di pannelli solari costituiti da vetro e derivati del silicio?
Chi ha progettato la strada a pannelli solari e chi la sta sperimentando è convinto che il via vai dei mezzi, anche pesanti, non possa costituire in nessun caso un pericolo.
E, comunque, confida nei controlli delle forze dell’ordine e nell’impegno dei gestori delle strade.
Ma, forse, non ha mai guidato in Italia...
sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

(Agenzia Vista) Liguria, 18 luglio 2018 "Riteniamo che non si possa, in un settore cosi' delicato e dopo tanto tempo, inseguire fantasiose idee che ci portino fuori strada, ma bisogna concretamente impegnarsi con le pietanze che sono sul tavolo per costruire l'ingresso in azienda di Mittal e l'inizio di questa nuova avventura". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, parlando di Ilva in ...

 
Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

(Agenzia Vista) Napoli, 18 luglio 2018 Funerale della Sanita' pubblica a Napoli De Luca ha fallito si dimetta Nel piazzale antistante l'ospedale LoretoMare va in scena il funerale della Sanità pubblica organizzato dal Movimento meridionalista e dal Movimento Idea Sociale. I partecipanti puntano il dito contro il Governatore, Vincenzo De Luca, invitandolo a dimettersi. AltrimondiNews Fonte: ...

 
Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

(Agenzia Vista) Milano, 18 luglio 2018 "La legge sulla legittima difesa, essendo stata presentato in campagna elettorale io credo sia una priorità di questo Governo". Queste le parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a margine della seduta pubblica della Commissione antimafia del consiglio Regionale in occasione dell'anniversario della morte di Borsellino Fonte: Agenzia ...

 
Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018