Sergio Casagrande in bianco e nero

Il terremoto e gli aiuti per tutti

15.10.2016 - 11:37

0

Erano stati promessi tempi brevi. Ed effettivamente - almeno per le linee guida - i tempi brevi sono stati.
A meno di due mesi dal terremoto del 24 agosto il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge con le prime misure concrete per le aree colpite dal sisma.
Il testo, di 53 articoli, fissa aiuti e sostegni, a cominciare dal risarcimento dei danni subiti dalle case e dagli edifici in generale fino al prestito d’onore per il riavvio delle attività produttive e la cassa integrazione in deroga per i lavoratori delle imprese coinvolte nel sisma. Senza dimenticare il rinvio di imposte e tasse per quanti (singoli e imprese) documenteranno che l’impossibilità del pagamento è strettamente connessa al terremoto.
Per stabilire, poi, gli aventi diritto ai finanziamenti definisce anche un’area che comprende 4 regioni (Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo) e copre un totale di 62 comuni.
All’indomani del varo i commenti sono stati, nella maggioranza, positivi. Ma a qualcuno non è piaciuto il fatto che le agevolazioni per la ricostruzione siano state estese anche alle “seconde case”, quelle di proprietà cioè di chi magari ha già un’altra abitazione e la residenza fuori e perfino molto lontana dalle aree colpite dal sisma.
In effetti, in occasione di altre gravi calamità naturali, le “seconde case” sono spesso state escluse. Ma in questa occasione non si può dire che non sia stato giusto inserirle nel provvedimento degli aiuti. E per un semplice fatto: perché i territori danneggiati - da Amatrice a Castelluccio di Norcia e da Arquata del Tronto a San Pellegrino - sono tradizionalmente luoghi di villeggiatura e di vacanza; e alcuni centri storici hanno visto addirittura la distruzione totale dei loro edifici.
E’ vero che in questo modo le agevolazioni vengono estese anche a chi, probabilmente, non ha subito grandi disagi e non è dovuto ricorrere a sistemazioni d’emergenza, ma bisogna tenere conto che i non residenti sono, ormai da lungo tempo, parte integrante della vita sociale di questi centri abitati e parte trainante dell’economia locale.
Se si fossero concessi gli aiuti solo ed esclusivamente ai residenti si sarebbe, in sostanza, corso il rischio di vedere una rinascita solo parziale delle aree colpite; e non si sarebbe di certo contribuito all’obiettivo di evitarne lo spopolamento con una rapida ripresa delle prospettive economiche e sociali.
L’importante, ora, è che si vigili davvero bene sulla ricostruzione. E, soprattutto, sulle richieste di aiuto che arriveranno.
Non bastano, infatti, controlli e supervisioni sulle imprese e sui professionisti. Occorre vagliare con estrema attenzione anche le richieste di danni. Perché qualche furbetto, a volte, si può nascondere anche dietro i veri terremotati accampando danni e dolori che in realtà con gli eventi che hanno motivato gli aiuti ben poco hanno a che fare.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

(Agenzia Vista) Liguria, 18 luglio 2018 "Riteniamo che non si possa, in un settore cosi' delicato e dopo tanto tempo, inseguire fantasiose idee che ci portino fuori strada, ma bisogna concretamente impegnarsi con le pietanze che sono sul tavolo per costruire l'ingresso in azienda di Mittal e l'inizio di questa nuova avventura". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, parlando di Ilva in ...

 
Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

(Agenzia Vista) Napoli, 18 luglio 2018 Funerale della Sanita' pubblica a Napoli De Luca ha fallito si dimetta Nel piazzale antistante l'ospedale LoretoMare va in scena il funerale della Sanità pubblica organizzato dal Movimento meridionalista e dal Movimento Idea Sociale. I partecipanti puntano il dito contro il Governatore, Vincenzo De Luca, invitandolo a dimettersi. AltrimondiNews Fonte: ...

 
Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

(Agenzia Vista) Milano, 18 luglio 2018 "La legge sulla legittima difesa, essendo stata presentato in campagna elettorale io credo sia una priorità di questo Governo". Queste le parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a margine della seduta pubblica della Commissione antimafia del consiglio Regionale in occasione dell'anniversario della morte di Borsellino Fonte: Agenzia ...

 
Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018