Sergio Casagrande in bianco e nero

Il rischio del binario morto

08.10.2016 - 10:32

0

I problemi della rete ferroviaria umbra tornano prepotentemente alla ribalta, in questi giorni, dopo la decisione di porre un freno temporaneo alla velocità dei convogli che corrono sui binari della ex Fcu. Una misura cautelare che segue la tragedia ferroviaria accaduta in Puglia nei mesi scorsi e che è imposta dalla necessità di garantire la massima sicurezza su tutte le linee italiane.
Al di là delle polemiche sorte attorno al provvedimento specifico, è positivo che si torni a parlare dello stato delle nostre linee ferroviarie perché il dibattito sta permettendo di riaccendere i riflettori su una serie di criticità che sono diffuse su tutto il territorio umbro. E - tralasciando la qualità di alcuni servizi e lo stato di molti convogli - ci riferiamo, in particolare, allo stato infrastrutturale di buona parte dei tratti ferroviari che attraversano la regione.

L’Umbria, infatti, non ha problematiche solo sulla linea Sansepolcro-Perugia-Terni (che necessita di forti rinnovamenti infrastrutturali), ma le ha anche sulla Terni-L’Aquila-Sulmona, sulla Foligno-Perugia-Terontola e, soprattutto, sulla Orte-Foligno-Falconara. Tutte presentano pesanti lacune o, comunque, necessità di interventi diventati ormai palesemente irrinviabili, a cominciare dal permanere di alcuni passaggi a livello perfino nei centri urbani.
La Orte-Foligno-Falconara, in particolare, attende il completamento del raddoppio da troppi anni. Alle porte di Spoleto un cantiere che potrebbe veder conclusi i lavori rapidamente è, invece, abbandonato e fermo da mesi. Mentre tra Terni e Spoleto e tra Foligno e Fabriano si viaggia tuttora sui tratti ottocenteschi tracciati ai tempi di Pio IX.
Anche la Foligno-Perugia-Terontola meriterebbe il raddoppio; soprattutto nel tratto tra Foligno e Perugia-Ponte San Giovanni che, non essendo un’opera titanica per la sua breve distanza, risolverebbe di punto in bianco tutti i problemi che oggi impediscono al capoluogo regionale di avere un buon collegamento con Roma. Sarebbe, infatti, il modo più rapido e relativamente economico per portare con una frequenza accettabile almeno i Frecciargento direttamente alle porte di Perugia.
La Terni-L’Aquila-Sulmona, poi, non è ancora neppure elettrificata e non espleta più un servizio di trasporto merci su lungo raggio.
Insomma, ben venga il nuovo dibattito che si è acceso attorno ai problemi delle linee ferroviarie. Ma si evitino campanilismi e battaglie politiche volte esclusivamente ad accrescere (o a non perdere) consensi solo sui territori che costituiscono i bacini elettorali.
Se le nostre linee ferroviarie non imboccano la discesa del rinnovamento è tutta l’Umbria che rischia di essere penalizzata.
Il futuro, infatti, è l’alta velocità, da non intendersi solo ed esclusivamente come quella possibile con treni come i Frecciarossa. Il trasporto ferroviario si sta evolvendo rapidamente in tutto il mondo con una rapidità che non si è mai vista prima. E la qualità del trasporto su ferro dipende sempre di più dallo stato delle linee sulle quali i convogli di nuova generazione possono muoversi.
Non avere linee efficienti significa rischiare di rimanere su un binario morto. O eternamente agonizzante.

sergio.casagrande@gruppocorriere.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Washington, (askanews) - Troppa ostilità da parte di Pyongyang negli ultimi giorni, nessuna base per arrivare a un risultato positivo. Per questo, il presidente statunitense Donald Trump ha deciso di cancellare l'incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un in programma a Singapore il 12 giugno. "Se e quando Kim Jong Un deciderà di avviare un dialogo e azioni costruttive, io aspetto. Nel ...

 
Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - Le sanzioni alla Russia vanno eliminate al più presto perché per le aziende italiane hanno rappresentato un danno notevole. E stato questo il messaggio arrivato dal Forum economico di San Pietroburgo dove è stata ospite la sindaca di Torino, Chiara Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle che, insieme alla Lega, ha proprio lo stop alle sanzioni alla Russia tra i ...

 
Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

San Pietroburgo, 25 mag. (askanews) - La flessione dei mercati rispetto al governo nascente è "fisiologica". Il numero uno di Enel, Francesco Starace, non vede con particolare preoccupazione quello che sta succedendo, perchè non sarà la fine dell'Europa. Si tratta piuttosto di aspettare e di vedere che direzione il nuovo esecutivo vorrà prendere. "Non sono particolarmente preoccupato - ha detto ...

 
Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

San Pietroburgo, (askanews) - Per la Russia è prematuro indicare termini di tempo precisi per le elezioni in Libia. Noi non abbiamo mai insistito perché fossero indicati dei termini di tempo precisi per le elezioni - ha dichiarato ad Askanews il capo del gruppo di contatto russo per la crisi libica, Lav Dengov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo - ho detto più volte che è prima di ...

 
I My Mine presentano il nuovo album

I My Mine

Italo disco

I My Mine presentano il nuovo album

Venerdì 25 maggio i My Mine presenteranno al Mishima di Terni il nuovo album “83-18” che rappresenta il loro ritorno sulla scena della musica elettronica. La band simbolo ...

24.05.2018

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018