Sergio Casagrande in bianco e nero

Per risorgere non solo spirito ma subito i fatti

24.09.2016 - 13:28

0

Il 24 agosto scorso la terra causava 297 vittime, danni e dolore al cuore d’Italia devastando Amatrice e Accumoli nel Lazio, Arquata del Tronto nelle Marche e squassando, in Umbria, alcuni edifici di Norcia e, soprattutto, le frazioni di Castelluccio, San Pellegrino e Frascaro.
Oggi, 24 settembre, l’emergenza sembra essere superata. E, anche se la terra continua a tremare e rimangono ancora montagne di macerie da rimuovere, già si parla di rinascita e ricostruzione.

Il premier, Matteo Renzi, sostiene che un territorio gravemente ferito da una calamità naturale può risorgere solo c’è “lo spirito forte delle comunità” e torna a chiedere all’Unione europea la possibilità di dare maggiore flessibilità ai conti del nostro Stato.
Una richiesta giusta perché, se non si aprono le casse e non si muovono ingenti risorse finanziare, quello spirito delle comunità - che tra le popolazioni terremotate c’è ed è davvero forte - rischia di essere rapidamente soffocato.
Il commissario per la ricostruzione post-sisma, Vasco Errani, promette invece che si lavorerà, fin da subito, per la ripresa economica delle aree colpite. Giusto, perché la vita di una comunità (e di un’area) dipende inevitabilmente dalla sua attività economica, altrimenti un giorno potremo scoprire di aver ricostruito solo dei paesi fantasma in un territorio diventato desertico.
Parole ed osservazioni sacrosante, quindi, quelle che, a un mese dalla prima forte scossa, arrivano da chi ci governa. Che confermano, ancora una volta, che la strada avviata è quella giusta. O, almeno, è delimitata da tante buone e oculate intenzioni. Ma alle parole, fin da ora, vanno aggiunti i fatti. Altrimenti solo con le promesse non si manterrà vivo a lungo “lo spirito forte delle comunità”. Né si riuscirà ad evitare che la flebile attività economica che animava questi territori diventi irrecuperabile.
Il trascorrere del tempo fa passare rapidamente le popolazioni terremotate dal dolore dei primi giorni alla consapevolezza delle conseguenze della devastazione materiale e personale. E se le giornate cominciano a rincorrersi senza far vedere segnali di una reale possibilità di ricostruzione (materiale e immateriale) si passa altrettanto rapidamente alla rabbia o alla rassegnazione. O, se l’età lo permette ancora, alla ricerca di un nuovo futuro. Altrove.

sergio.casagrande@gruppocorriere.it
Twitter: @essecia

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

Ilva, Toti: "Non inseguire idee fantasiose, serve impegno concreto"

(Agenzia Vista) Liguria, 18 luglio 2018 "Riteniamo che non si possa, in un settore cosi' delicato e dopo tanto tempo, inseguire fantasiose idee che ci portino fuori strada, ma bisogna concretamente impegnarsi con le pietanze che sono sul tavolo per costruire l'ingresso in azienda di Mittal e l'inizio di questa nuova avventura". Lo ha detto il governatore ligure Giovanni Toti, parlando di Ilva in ...

 
Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

Funerale della Sanita' pubblica a Napoli, i manifestanti: "De Luca ha fallito si dimetta"

(Agenzia Vista) Napoli, 18 luglio 2018 Funerale della Sanita' pubblica a Napoli De Luca ha fallito si dimetta Nel piazzale antistante l'ospedale LoretoMare va in scena il funerale della Sanità pubblica organizzato dal Movimento meridionalista e dal Movimento Idea Sociale. I partecipanti puntano il dito contro il Governatore, Vincenzo De Luca, invitandolo a dimettersi. AltrimondiNews Fonte: ...

 
Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

Legittima difesa, Fontana (pres. Lombardia): "E' una priorità per il Governo"

(Agenzia Vista) Milano, 18 luglio 2018 "La legge sulla legittima difesa, essendo stata presentato in campagna elettorale io credo sia una priorità di questo Governo". Queste le parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana a margine della seduta pubblica della Commissione antimafia del consiglio Regionale in occasione dell'anniversario della morte di Borsellino Fonte: Agenzia ...

 
Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

Commissione Ue: "Multa a Google da 4,3 mld"

(Agenzia Vista) Roma, 18 luglio 2018 Commissione Ue Multa a Google da 4,3 mld La Commissione europea ha comminato a Google una multa record da 4,34 miliardi per aver violato le regole della concorrenza. Lo dichiara la Commissione, confermando le indiscrezioni circolate in queste ore. In particolare Google e' stata multata per aver, dal 2011, "imposto restrizioni illegali ai produttori di ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018