la nota antonio colasanto

"Misericordia io voglio"

13.05.2016 - 17:44

0

Abbiamo ascoltato il Vangelo della chiamata di Matteo ha detto Papa Francesco introducendo la catechesi di ieri.
Matteo era un "pubblicano", cioè un esattore delle imposte per conto dell'impero romano, e per questo considerato pubblico peccatore. Ma Gesù lo chiama a seguirlo e a diventare suo discepolo. Matteo accetta, e lo invita a cena a casa sua insieme
con i discepoli. Allora sorge una discussione tra i farisei e i discepoli di Gesù per il fatto che questi condividono la mensa con i pubblicani e i peccatori.

"Ma tu non puoi andare a casa di questa gente!", dicevano loro. Gesù, infatti, non li allontana, anzi frequenta le loro case e siede
accanto a loro; questo significa che anche loro possono diventare suoi discepoli … Chiamando Matteo, Gesù mostra ai peccatori che non guarda al loro passato…ma piuttosto apre loro un futuro nuovo. Una volta - ha detto il Papa - ho sentito un detto bello: "Non c'è santo senza passato e non c'è peccatore senza futuro".
Questo è quello che fa Gesù. Non c'è santo senza passato né peccatore senza futuro… La Chiesa non è una comunità di perfetti, ma di discepoli in cammino, che seguono il Signore perché si riconoscono peccatori e bisognosi del suo perdono.
La vita cristiana quindi è scuola di umiltà che ci apre alla grazia… La superbia e l'orgoglio sono un muro che impediscono il rapporto con Dio … Gesù si presenta come un buon medico! Egli annuncia il Regno di Dio, e i segni della sua venuta sono evidenti: Egli risana dalle malattie, libera dalla paura, dalla morte e dal demonio. Innanzi a Gesù nessun peccatore va escluso - nessun
peccatore va escluso! - perché il potere risanante di Dio non conosce infermità che non possano essere curate; e questo ci deve dare fiducia e aprire il nostro cuore al Signore perché venga e ci risani. Chiamando i peccatori alla sua mensa, Egli li risana ristabilendoli in quella vocazione che essi credevano perduta e che i farisei hanno dimenticato: quella
di invitati al banchetto di Dio…
Se i farisei vedono negli invitati solo dei peccatori e rifiutano di sedersi con loro, Gesù al contrario ricorda loro che anch'essi sono commensali di Dio. In questo modo, sedere a tavola con Gesù significa essere da
Lui trasformati e salvati. Nella comunità cristiana la mensa di Gesù è duplice: c'è la mensa della Parola e c'è la mensa dell'Eucaristia (cfr Dei Verbum, 21). Sono questi i farmaci con cui il Medico Divino ci risana e ci nutre. Con il primo - la Parola -
Egli si rivela e ci invita a un dialogo fra amici. Gesù non aveva paura di dialogare con i peccatori, i pubblicani, le prostitute… No, lui non aveva paura: amava tutti! L'Eucaristia, da parte sua, ci nutre della stessa vita di Gesù e, come un potentissimo rimedio,
in modo misterioso rinnova continuamente la grazia del nostro Battesimo. Accostandoci all'Eucaristia noi cinutriamo del Corpo e Sangue di Gesù, eppure, venendo in noi, è Gesù che ci unisce al suo Corpo!
Concludendo quel dialogo coi farisei - ha sottolineato il Papa - Gesù ricorda loro una parola del profeta Osea (6,6): "Andate e imparate che cosa vuol dire: misericordia io voglio e non sacrificio" .

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne, Migale: siamo il luogo del pensiero delle donne

Casa delle Donne, Migale: siamo il luogo del pensiero delle donne

Roma, (askanews) - La Casa Internazionale delle Donne è il luogo del femminismo romano, e il femminismo significa sviluppo dell'autonomia delle donne: lo dice Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi di askanews sul contenzioso che oppone la Casa al Comune di Roma. "Il cuore è la crescita dell'autonomia delle donne, la presa di coscienza di se ...

 
Casa delle Donne, Lia Migale: "Queste sono le nostre attività"

Casa delle Donne, Lia Migale: "Queste sono le nostre attività"

Roma, (askanews) - Una lista delle attività che svolge la Casa internazionale delle Donne: la fa Lia Migale, membro del direttivo della Casa, economista e scrittrice, intervistata negli studi di Askanews a margine del contenzioso - economico e politico - che oppone la Casa, luogo del femminismo romano, al Comune di Roma. La Casa chiede che sia riconosciuta anche la sua attività sociale, e Migale ...

 
Salute, la dieta mediterranea personalizzata nei bambini

Salute, la dieta mediterranea personalizzata nei bambini

Napoli, (askanews) - Italia e Israele insieme per analizzare la Dieta mediterranea personalizzata nei bambini. E' questo l'obiettivo dello studio Caprii (Children Alimentary Research Italy Israel), la prima indagine pilota internazionale condotta dal Dipartimento di Scienze mediche transnazionali dell'Università Federico II di Napoli, insieme allo Schneider Children's Medical Center e al Weizmann ...

 
Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Conte: difenderò il popolo, confermo collocazione Ue dell'Italia

Roma, (askanews) - Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha letto una dichiarazione alla stampa al termine del suo incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il conferimento dell'incarico, che riportiamo integralmente. "Il Presidente della Repubblica mi ha conferito l'incarico di formare il governo, incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a ...

 
Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Il film diretto e interpretato da Alberto Sordi sarà proiettato in versione restaurata al Morlacchi

Fumo di Londra torna a Perugia in 4k

Alberto Sordi in Fumo di Londra è Dante Fontana, antiquario con il negozio in corso Vannucci, a pochi passa da piazza IV Novembre. Era il 1966 e Sordi, per la prima volta ...

23.05.2018

Marco Bocci torna a casa

Marco Bocci a casa

Marsciano

Marco Bocci torna a casa

“E finalmente casa dolce casa”. Con un post su Instagram Marco Bocci comunica ai suoi fan la bella notizia e aggiunge diversi hashtag sul suo stato di salute: ...

22.05.2018

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018