La grande Porta della Misericordia

La grande Porta della Misericordia

19.11.2015 - 11:46

0

“Con questa riflessione siamo arrivati alle soglie del Giubileo, è vicino. Davanti a noi sta la Porta, ma non solo la Porta Santa, l’altra: la grande Porta della Misericordia di Dio - e quella è una porta bella! -, che accoglie il nostro pentimento offrendo la grazia del suo perdono. La Porta è generosamente aperta, ci vuole un po' di coraggio da parte nostra per varcare la soglia. Coraggio! Entriamo per questa porta!". Lo ha detto Papa Francesco aprendo la catechesi del mercoledì nel corso della udienza generale. Dal Sinodo dei Vescovi, che abbiamo celebrato nello scorso mese di ottobre, tutte le famiglie, e la Chiesa intera, hanno ricevuto un grande incoraggiamento a incontrarsi sulla soglia di questa porta aperta. Le famiglie cristiane, in particolare - ha ricordato il Papa - sono state incoraggiate ad aprire la porta al Signore che attende di entrare, portando la sua benedizione e la sua amicizia. E se la Porta della Misericordia di Dio è sempre aperta, anche le porte delle nostre chiese, delle nostre comunità, delle nostre parrocchie, delle nostre istituzioni, delle nostre diocesi, devono essere aperte, perché così tutti possiamo uscire a portare questa misericordia di Dio. Il Giubileo significa la grande Porta della Misericordia di Dio ma anche le piccole porte delle nostre chiese aperte per lasciare entrare il Signore - o tante volte uscire il Signore - prigioniero delle nostre strutture, del nostro egoismo e di tante cose. Il Signore non forza mai la porta: anche Lui chiede il permesso di entrare. Se qualcuno ascolta la mia voce e mi apre la porta, io verrò da lui, cenerò con lui ed egli con me" (3,20). Ci sono posti nel mondo in cui non si chiudono le porte a chiave. Ma ce ne sono tanti dove le porte blindate sono diventate normali. Non dobbiamo arrenderci all'idea di dover applicare questo sistema a tutta la nostra vita, alla vita della famiglia, della città, della società. E tanto meno alla vita della Chiesa. Sarebbe terribile! Una Chiesa inospitale, così come una famiglia rinchiusa su sé stessa, mortifica il Vangelo e inaridisce il mondo. Niente porte blindate nella Chiesa, niente! Tutto aperto! La gestione simbolica delle "porte" - delle soglie, dei passaggi, delle frontiere - è diventata cruciale. La porta deve custodire, certo, ma non respingere. La porta non dev'essere forzata, al contrario, si chiede permesso, perché l'ospitalità risplende nella libertà dell'accoglienza, e si oscura nella prepotenza dell'invasione. Quanta gente ha perso la fiducia, non ha il coraggio di bussare alla porta del nostro cuore cristiano, alle porte delle nostre chiese … E sono lì, non hanno il coraggio, gli abbiamo tolto la fiducia: per favore, che questo non accada mai. La Porta dice molte cose della casa, e anche della Chiesa. La gestione della Porta richiede attento discernimento e, al tempo stesso, deve ispirare grande fiducia. 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Greta Gerwig, la geniale "Ladybird" che vola verso gli Oscar

Roma (askanews) - E' attrice, sceneggiatrice, produttrice, doppiatrice e ora è la quinta donna candidata all'Oscar come regista. Greta Gerwig 34 anni, di Sacramento, è la nuova stella del cinema americano: il suo primo film, "Ladybird", che arriverà nei cinema italiani il primo marzo, è candidato all'Oscar anche come miglior film, miglior sceneggiatura originale, e per le interpreti, la ...

 
Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Morto Hugh Masekela, trombettista leggenda del jazz sudafricano

Johannesburg, (askanews) - Hugh Masekela, trombettista, cantante e leggenda del jazz sudafricano, è morto a 78 anni: lo ha annunciato la sua famiglia, scatenando un'ondata di tributi alla sua musica, alla sua lunga carriera e al suo attivismo anti-apartheid. "Dopo una lunga e coraggiosa battaglia contro il cancro alla prostata, è morto pacificamente a Johannesburg, in Sudafrica", ha annunciato la ...

 
Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Passeggiata spaziale sull'Iss per riparare il braccio robotico

Houston (askanews) - Passeggiata spaziale di oltre 5 ore sulla Stazione spaziale internazionale per riparare il braccio robotico canadese Canadarm 2 che consente, tra le altre cose, di catturare le navette cargo in arrivo e agganciarle alla base orbitante. I due astronauti della Nasa, Mark Vande Hei e Scott Tingle sono rimasti fuori dalla Iss dalle 7.30 alle 12.49 (ora italiana) per sostituire ...

 
Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Oscar, 13 nomination per The shape of water di Guillermo del Toro

Los Angeles, (askanews) - Guillermo Del Toro fa il pieno di nomination, ben tredici, nella corsa agli Oscar. Il film del regista messicano "Shape of Water - La forma dell'acqua", già vincitore di due Golden Globe per la musica e la regia, per una sola candidatura non raggiunge il record di "La La Land", "Titanic" ed "Eva contro Eva" con 14 nomination. Otto nomination vanno a "Dunkirk" di ...

 
Nomadi al di là del tempo

Palaevangelisti

Nomadi al di là del tempo

Dallo scorso 9 gennaio è in rotazione nelle radio il nuovo singolo dei Nomadi “Ti porto a vivere” dal nuovo album “Nomadi dentro”, nuova produzione di una delle band più ...

23.01.2018

Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018