Cerca

Sabato 10 Dicembre 2016 | 09:47

La fragilità di un uomo

La fragilità di un uomo

Immalinconisce la storia di Maurizio Foglietti che, dopo una serie di problemi, pochi giorni or sono si è tolto la vita impiccandosi nel garage della propria abitazione, a Todi. Non lavorava in questo periodo Foglietti, in quanto era stato sospeso dalla compagnia di bandiera, dopo un episodio che lo ha visto protagonista: ha sparato alcuni colpi di pistola in casa. Chi scrive non sa se gli spari nei confronti di qualcuno o come minaccia. Sta di fatto che Foglietti era un ottimo pilota, al punto che l'Alitalia lo aveva designato ad essere ai comandi dell'aereo che portava in Sicilia il presidente Mattarella, da poco chiamato alla responsabilità della Repubblica. Non conosciamo la storia di Foglietti e cosa può averlo portato a sparare quei colpi di pistola, possiamo però supporre che una depressione seria, a seguire la sospensione dall'Alitalia, lui che amava moltissimo volare, può aver suggerito i peggiori pensieri. La cronaca, spesso, ci consegna storie che non sono così leggibili come quella che vede protagonista Foglietti, ma che comunque suscitano interrogativi. Certamente il Corriere dell'Umbria, avrà pubblicato interessanti testimonianze di chi conosceva Foglietti e di chi ha potuto dare spiegazioni al suo gesto. A noi, rimane il compito di raccontare una storia che, ancora una volta, certifica la grande fragilità dell'uomo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 1000

il punto
del direttore