L'Umbria che Eccelle antidoto contro la crisi

L'Umbria che Eccelle antidoto contro la crisi

L'iniziativa del Corriere celebra 47 aziende di successo. Segno di speranza, stimolo a lavorare, investendo in ricerca, promozione e qualità. L'intervento del sindaco di Todi Carlo Rossini

27.06.2013 - 09:25

0

L’Umbria è terra vocata all’eccellenza. Lo è per il suo splendido territorio, per le sue città, per la ricchezza del proprio patrimonio storico e artistico, per la qualità di vita che garantisce, per la cultura e la spiritualità che l’attraversano. È in questa terra che oggi eccellono persone ed imprese che il Corriere dell'Umbria scova, incontra, racconta, con la lodevole iniziativa de“L'Umbria che eccelle”, giunta alla sua quarta edizione. Lodevole per diversi motivi, tutti importanti. È l'Umbria nella sua interezza che viene percorsa, attraversata, raccontata alla scoperta di 47 esperienze d’impresa virtuose, che si uniscono alle altre presentate e premiate nelle precedenti tre edizioni dell’iniziativa. Un modo brillante ed efficace per promuovere l’intera regione, tenendo insieme i tanti territori che la compongono, ognuno con la propria originalità, spesso con la propria specificità.
Il racconto di queste 47 esperienze, che operano nei campi più diversi (dal tessile all’agroalimentare, dall’industria meccanica ai servizi tecnologici) è un ottimo antidoto contro una crisi che, nel suo perdurare, dentro una transizione che sembra infinita, oggi somma ai pesanti effetti economici e finanziari anche quelli di persone, famiglie ed imprese sempre più sfiduciate. Queste aziende di successo sono segno tangibile di speranza e di futuro, stimolo a lavorare, investendo in ricerca, promozione e qualità. Sono anche e soprattutto un segno di speranza e di futuro per i nostri giovani, che, a guardarle, in Umbria possono pensare di progettare il loro avvenire personale e lavorativo, sviluppando e spendendo le proprie competenze in imprese che eccellono. Dall’Umbria si può competere, con successo, affrontando le sfide di mercati sempre più ampi, magari facendo dell’identità di questo territorio uno degli elementi di competitività.
Un ultimo motivo, che vorrei sottolineare con forza: “L’Umbria che Eccelle” mette al centro le imprese e questo fa bene alle nostre comunità, alla nostra politica. Senza imprese non c’è lavoro, senza lavoro non c’è dignità, né libertà, elementi essenziali di ogni società. Le imprese sono parte insostituibile di un tessuto non solo economico, ma anche culturale e sociale. Mi piace pensare che anche per questo, nella giornata di giovedì 27 giugno, le esperienze raccontate arriveranno a toccare il mondo del sociale e del volontariato. Un segno importante, per vincere sfide a tutto campo.
È per tutto questo che è utile, oggi più che mai, parlare di imprese, di imprenditori, delle loro idee, delle loro esigenze: dai supporti all'internazionalizzazione all'accesso al credito, dal rapporto tra mondo della formazione e lavoro ai centri di ricerca e sviluppo, dalle politiche di incentivazione a quelle fiscali, dalla semplificazione alle infrastrutture, materiali e immateriali. A questi temi è necessario dare sempre più spazio nell'agenda politica del nostro Paese, con il pieno sostegno di tutte le istituzioni. La ripresa economica passerà per queste vie, così come una parte di futuro delle nostre comunità. Serviranno ascolto, confronto e impegno da parte di tutti. L'individuazione delle aziende eccellenti, competitive e dinamiche ci sarà di grande aiuto. La città di Todi ospita fin dalla prima edizione “L'Umbria che eccelle” nel proprio teatro comunale e l'occasione anche quest'anno si rinnova. Da parte mia e dell'Amministrazione comunale un vivo ringraziamento al Corriere dell'Umbria, nella speranza di trovarci a Todi per molti anni ancora.

Carlo Rossini
Sindaco di Todi

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
Brad Mehldau, cancellato il concerto

Umbria jazz 2018

Brad Mehldau, cancellato il concerto

Il concerto di Brad Mehldau a Umbria Jazz previsto per il 18 luglio 2018 round midnight al teatro Morlacchi di Perugia è stato cancellato per cause indipendenti dalla volontà ...

23.06.2018

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

St Jacob's Chamber Choir

Grandi festival

Una Sagra musicale di Guerra e Pace

Una Sagra monumentale capace di mostrare tutto il suo valore di patrimonio storico e vivo della città e del territorio. E’ così che organizzatori, istituzioni e il direttore ...

23.06.2018

Musica e teatro in quota

Suoni Controvento prendono forma dallo spazio

Un viaggio negli inferi di monte Cucco seguendo il Caino di George Byron, le sue parole, passo dopo passo, lentamente. Oppure là fuori, nella luce del tramonto, a rivedere un ...

23.06.2018