Baba Vanga, nota anche come la "Nostradamus dei Balcani"

Baba Vanga, nota anche come la "Nostradamus dei Balcani"

LE PAROLE DI BABA VANGA

Terza Guerra Mondiale: spunta la profezia di un'altra veggente

12.05.2017 - 22:17

1

Crederci? Non crederci? Di certo c'è solo che da quando, in questo aprile del 2017, è esplosa la nuova crisi tra Stati Uniti e Siria e Stati Uniti e Corea del Nord è un gran proliferare di profezie e paure, complice il fatto che proprio la Corea del Nord ha ufficialmente dichiarato che se gli Usa non la smetteranno di minacciare il loro Paese sono pronti a scatenare davvero una guerra nucleare.

Dopo chi rispolvera le quartine di Nostradamus e, soprattutto, la profezia avanzata da Horacio Villegas, un veggente noto a livello mondiale per aver previsto l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America già nel 2015, ha raccontato al "Daily Star" una sua profezia secondo la quale il 13 maggio 2017 avrà inizio la Terza Guerra Mondiale (clicca qui per saperne di più) ora ne arriva un'altra, che secondo gli esoterici e i complottisti, è di tutto rispetto, visto che si tratterebbe di una fonte - a loro dire - "autorevole". Anzi, in verità, non arriva neppure dopo quella di Horacio Villegas, ma sarebbe addirittura precedente e per questo - se ricollegata a quella di Villegas - da giudicarsi come "accreditata".

A ricordarla è "El Diario de New York", sito internet in lingua spagnola, che cita Baba Vanga, la profeta cieca dei Balcani vissuta in Bulgaria e morta all'età di 85 anni nel 1996. Baba Vanga, anche lei nota come Villegas in tutto il mondo per molte profezie che sarebbero risultate azzeccate, avrebbe lasciato un elenco di fatti che sarebbero accaduti dopo la sua morte. E tra questi ci sarebbe l'annuncio della Terza Guerra Mondiale che - guarda caso - qualcuno ritiene abbia collocato proprio in questo apparentemente funesto 2017.

"Finora - scrive El Diario de New York - l'85 per cento delle previsioni fatte da Vangelia Pandeva, meglio nota come Baba Vanga sono state soddisfatte. E prima di morire, la cosiddetta "Nostradamus dei Balcani" ha lasciato alcune profezie che si sono verificate e altre che sarebbero relative a fatti che ancora devono accadere".

Tra questi Baba Vanga avrebbe predetto l'attacco alle Torri Gemelle l'11 settembre 2001 a New York e gli attacchi estremisti accaduti  in Europa l'anno scorso.

Secondo The Mirror, tra l'altro, la stessa veggente avrebbe anche previsto la partenza della Gran Bretagna dall'Unione europea, la  famosa "Brexit" e attacchi con armi chimiche in Medio Oriente (come realmente accaduto in Siria).

Ma la profezia la cui interpretazione ha assunto una grande importanza in questo momento, si troverebbe in particolare al numero  45 di un elenco lasciato da  Baba Vanga e riguarderebbe direttamente anche il presidente attuale degli Stati Uniti, Donald Trump: "Ognuno - avrebbe  lasciato scritto Baba Vanga - ha messo le proprie speranze su di lui per porre fine alla crisi, ma accadrà il contrario e i conflitti tra gli stati del nord e del sud subiranno un'escalation".

Ora, secondo El Diario de New York, dopo quanto sta accadendo in questi giorni c'è chi ipotizza che le parole "Nord e Sud" si riferiscano alla Corea del Nord e Corea del Sud, Paesi in cui l'attenzione del mondo è ora tutta concentrata proprio per la paura di un conflitto nucleare. E quel "lui" sarebbe Trump. Un uomo che secondo la stessa Baba, nella stessa profezia, rischierebbe di essere ucciso.

E c'è dell'altro. Sempre secondo Baba Vanga i conflitti derivanti dalla cosiddetta "primavera araba", che hanno avuto inizio nel 2010, saranno i catalizzatore di un conflitto globale che, aggiungendosi alla guerra nucleare tra Nord e Sud, farebbe diventare la terza guerra mondiale la guerra gli esiti più terribili mai visti prima sulla terra.


Baba, nelle sue testimonianze lasciate in eredità, avrebbe anche avvertito che "i tentativi di assassinio di quattro capi di stato attorno al 2010 sarebbero poi diventati l'inizio di una delle cause di questa grande guerra". E ora c'è chi - per avvalorare questa profezia - c'è chi ricorda proprio le morti  del leader di Hamas Mahmoud al-Mabhouh (19 gennaio 2010, assassinato a Dubai), del presidente polacco Lech Aleksander Kaczyński (10 aprile 2010, per lo schianto di un Tupolev Tu-154 in Russia), di Muammar Gheddafi (assassinato il 20 ottobre 2011), e di Saddam Hussein (30 dicembre  2006).

Tuttavia c'è un aspetto confortante. La Terza Guerra Mondiale non segnerà la fine del mondo, perché secondo Baba Vanga predetto questa (per nostra fortuna) solo nell'anno 2341, dopo una serie di disastri naturali e di altre cause provocate ai danni dell'ambiente dall'uomo. E allora, essendo ormai la Terra inospitale, l'umanità avrà comunque la capacità di fuggire in un altro sistema solare.

Beh, che dire, tra tante tragedie e iatture, un po' di speranza non guasta... E sapere che c'è comunque un futuro può essere confortante.

A proposito, per chi ci crede, queste, oltre alla Terza Guerra Mondiale, tutte le principali profezie future di Baba Vanga, divise per anni:

2018: La Cina diventerà la prima potenza mondiale (non è però perfettamente chiaro - secondo gli esoterici -  se economica, militare o entrambe.

2025: Inizio di una nuova era di pace e d'oro per l'umanità dal punto di vista economico. Ma sarà breve perché durerà soltanto fino al 2028, anno dopo il quale si vivranno nuove crisi. Nel frattempo, però, l'uomo sarà riuscito a raggiungere Venere. O, comunque, a inviarci un mezzo.

2033: La calotta polare artica subirà il totale scioglimento anche degli ultimi ghiacci. I ghiacci del Polo Sud galleggerano invece di fronte alle coste tropicali dell'America del Sud. Mentre i musulmani avranno in Europa e nel mondo un ruolo importantissimo nell'economia. Economia che tornerà fiorente in tutto il mondo.

2045: La clonazione permetterà di curare le più gravi malattie e di duplicare l'uomo.

2072: Sarà l'anno del ritorno alla grande del comunismo, ovvero  non esisteranno più differenze di classi sociali in tutto il mondo. Tutto il pianeta vivrà nel socialismo e nella tutela dell'ambiente. Baba parla di un mondo "rosso e verde" contemporaneamente.  Questo periodo durerà ininterrotto fino al 2086.

2170: Inizio di un periodo di grandi novità, anche extraterrestri, che durerà fino al 2256. Una colonia di terrestri creata in precedenza su Marte chiederà l'indipendenza dalla Terra e minaccerà una nuova guerra nucleare. Per questo nascerà una grande una città sottomarina e ci sarà la scoperta di qualcosa di "terribile" durante la ricerca di vite aliene.

2262: Inizio di un nuovo periodi di crisi e scoperte che durerà fino al 2304. Qualcosa "romperà" i "viaggi nel tempo" raggiunti dall'uomo. E i "guerriglieri francesi" entreranno in conflitto con le autorità musulmane in Francia.

2341: Fine della presenza umana sulla Terra a causa di disastri causati dall'uomo che renderanno il pianeta inabitabile. Fuga dell'umanità in un altro sistema solare. Ma a causa delle risorse limitate ci saranno comunque altri conflitti tra gli uomini. Dove? Non si sa.

3815: La civiltà umana, intesa come quella finora conosciuta, risulterà distrutta. E gli uomini sopravvissuti, senza più dignità, vivranno come animali.

3878: Debutto di una nuova forma di religione che risveglierà l'uomo e gli permetterà di uscire dall'oscurità.

4302: I concetti di male e di odio risulteranno eliminati per sempre, gli esseri umani avranno raggiunto l'immortalità e saranno esseri assimilati con gli alieni. Si scoprirà che 340 miliardi di persone sparse in tutto l'universo sono diventate capaci di parlare con Dio.

5079: La fine. In che senso? Baba Vanga scrive solo "la fine".

Wikipedia. che a Baba Vanga dedica ampio spazio, mette però in guardia e ricorda che "fonti come la Guida pratica Wiesler sul paranormale sostengono" che lei predisse anche la "disgregazione dell'Unione Sovietica, il disastro di Černobyl', la data della morte di Stalin, l'affondamento del sottomarino russo Kursk, gli attacchi dell'11 settembre, il Terremoto e maremoto dell'Oceano Indiano del 2004 e la vittoria dello scacchista bulgaro Topalov al torneo mondiale di scacchi. Tuttavia le persone che le erano vicine dissero che non aveva mai profetizzato sul Kursk o su altre profezie circolanti su internet e che molti dei miti su Vanga sono semplicemente falsi, danneggiando così un'analisi sul suo effettivo lavoro. Molte delle profezie a lei attribuite sono nate su internet e si sono poi diffuse per il loro carattere sensazionalistico".

"Una caratteristica anomala nella sua figura -prosegue Wikipedia -  fu la tolleranza che i vertici sovietici riservarono alla sua attività di chiaroveggenza. Il governo comunista perseguiva coloro che si dichiaravano indovini o quanto meno cercavano di evitare che la loro fama si espandesse, vedendo nella chiaroveggenza una superstizione del passato da estirpare. Tuttavia Vanga non solo fu tollerata, ma anche consultata da alcuni esponenti governativi sia sovietici sia bulgari, cosa che la rese l'unica indovina sostenuta dallo Stato nei tempi moderni. Questa circostanza ha fatto crescere il dubbio, tra gli oppositori, che alcune delle sue previsioni fossero elaborate usando i dati dei servizi segreti".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • rambino1

    26 Aprile 2017 - 14:02

    ma questa non aveva altro da fare?

    Report

    Rispondi

Più letti oggi

Mediagallery

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Casa abusiva? Rischi poco, guadagni molto. Ma ci perdiamo tutti

Roma, (askanews) - Come ti faccio una casa abusiva (non fatelo!). La casa abusiva costa meno a chi la costruisce su un terreno di proprietà, 100 metri quadrati costano 155mila euro. Abusivi, 65mila. Si risparmia sui documenti del permesso: visure, progetto, relazione sui materiali certificati sanitari, strutturali, paesaggistici. Si risparmia sui costi da versare al Comune: oneri di ...

 
Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Il card. Parolin incontra Putin a Sochi

Sochi, (askanews) - Stretta di man calorosa e incontro a Sochi, nella residenza estiva del presidente russo, tra il segretario di Stato vaticano, il cardinale Pietro Parolin e il leader del Cremlino, Vladimir Putin. "Grazie per l'invito - ha detto Parolin a Putin - che mi è stato rivolto da lei e dalle autorità di questo Paese e grazie anche per l'accoglienza e la possibilità di incontrarci in ...

 
Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Scoperto a Gerusalemme un mosaico bizantino unico del VI secolo

Roma, (askanews) - Un mosaico bizantino del sesto secolo che porta inciso il nome dell'imperatore Giustiniano e quello di un abate: è la rara scoperta di un gruppo di archeologi israeliani nella città vecchia di Gerusalemme. Come spiega David Gellman, direttore degli scavi: "Eravamo molto vicini agli scavi quando ho notato che alcune tessere invece che bianche, erano posizionate ad angolo diverso ...

 
Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Il terremoto? Costa più della prevenzione, ecco le cifre

Roma, (askanews) - Il terremoto costa più della prevenzione: ecco le cifre. L'Italia è divisa in 4 zone sismiche La 1 e la 2 sono considerate ad alto rischio; in queste zone, oltre il 56% degli edifici sono pre-1970 e sono stati quindi costruiti senza alcuna tecnica antisismica. Solo il 5% degli edifici è stato costruito dopo il 2000, con tecniche moderne e norme restrittive. Nella sola zona 1 ...

 
Su Youtube torna il talk show "Pour parler"

Foligno

Su Youtube torna il talk show "Pour parler"

Pour Parler, l’ormai rinomato talk show in onda su youtube condotto e ideato dal folignate  Giacomo Innowhite, torna a fare colpo con una nuova e interessante intervista. Ad ...

23.08.2017

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Bevagna

Alle falde del Kilimangiaro torna in Umbria

Sono iniziate questa mattina, martedì 22 agosto, le riprese a Bevagna della troupe di “Alle falde del Kilimangiaro”. Al programma televisivo della Rai il compito di ...

22.08.2017

Ecco Miss Umbria

La scelta

Ecco Miss Umbria

Venti principesse per un trono, quello di regina della bellezza umbra. Sarà incoronata lunedì sera 21 agosto, in piazza del Municipio a San Giustino, Miss Umbria 2017 che ...

21.08.2017