Il Pd marcia diviso e spacca le correnti

Anna Mossuto

23.03.2017 - 14:57

0

Sarà la primavera, saranno le elezioni che si avvicinano, di sicuro nel mondo politico umbro è riapparsa una certa fibrillazione. Tolto di mezzo il referendum sulla riforma del lavoro, rimangono sul tavolo le primarie del Pd e le amministrative in una manciata di comuni, di cui un paio, Todi e Narni, rappresentativi per le dimensioni e non solo.
Allora, partiamo dalla lotta per la segreteria nazionale. Il primo effetto a livello locale è la spaccatura della corrente dei giovani turchi, come è accaduto del resto a livello nazionale con Orfini che è rimasto con Renzi e Orlando che ha deciso di sfidare l’ex premier. Così in Umbria da una parte, a cominciare dalla governatrice Marini ci sono quelli che hanno scelto Renzi perché scelto da Orfini. Una sorta di proprietà transitiva, sto con tizio che appoggia caio e quindi io sostengo caio. Su questa logica si ritrovano ad esempio il deputato Giulietti e il sindaco di Todi Rossini. Dall'altra parte si riconosce un gran pezzo del partito, attuale ma anche un bel po' di ex amministratori. Ci sono i sindaci di Terni e Foligno Di Girolamo e Mismetti, ma anche quello di Marsciano Todini e quello di Narni De Robotti. Ci sono i senatori Cardinali e Rossi, ma anche l’ex primo cittadino di Perugia Boccali.
Intanto da registrare il pienone della Sala dei Notari giovedì sera per il primo incontro organizzato dal comitato con il ministro Gardasigilli e alla vigilia si è consumato un assaggio di schermaglie, come quello tra la presidente della Regione e la senatrice perugina, la prima si è detta sorpresa dello schieramento pro Orlando, la seconda si è dichiarata stupita della sorpresa della prima. Ma il clima è quello che è, c'è poco da sorprendersi, la battaglia per le primarie e per il congresso del partito si fa sentire e i posizionamenti (e riposizionamenti) sono all’ordine del giorno. Come ad esempio quello di tale Gionata Moscoloni da Marsciano che si è guadagnato il ruolo di organizzatore della segreteria tecnica della componente pro Orlando, proprio il Moscoloni che qualche anno fa sfornò una biografia entusiastica del leader Renzi e che presentò in pompa magna.
Detto dei giovani turchi spaccati, l’altro effetto di questa campagna congressuale è l’alleanza in sostegno a Renzi. Qui si ritrovano a remare nella stessa direzione sia la Marini che Bocci, oltre al segretario regionale Leonelli (ma non il segretario comunale di Perugia Giacopetti che sta con Orlando) e dal punto di vista politico è un bel vedere, sapendo che tra i due non ci sono proprio le stesse posizioni e le stesse vedute.
A completare gli schieramenti c’è la pattuglia dei parlamentari. A parte le posizioni già descritte di Cardinali, Rossi, Giulietti e del sottosegretario, gli altri tre deputati (Ascani, Verini e Sereni) sono per Renzi, come la senatrice Ginetti, lei sì renziana della prima ora.
Il nono parlamentare del Pd eletto in Umbria è il senatore Gotor che come è noto ha seguito gli scissionisti ed è andato a far parte dei Democratici e progressisti.
Insomma questo mese e mezzo sarà un bel vedere tra chi appoggia l'uno o l'altro dei candidati alla segreteria nazionale. Una parentesi: per ora a sostegno di Emiliano, il terzo sfidante, si sta muovendo, secondo indiscrezioni, solo l'ex assessore provinciale De Marinis. Comunque una volta terminata la corsa congressuale e conosciuti i risultati e i rapporti di forza vedremo anche le ripercussioni a livello locale. E anche questo sarà un bel vedere. C'è da scommetterci.
anna.mossuto@gruppocorriere.it
www.annamossuto.it

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Derby al Curi, Perugia in vantaggio: l'esultanza di Di Carmine
CALCIO SERIE B

Derby al Curi, Perugia in vantaggio: l'esultanza di Di Carmine

Al 28' Di Carmine sblocca il derby tra Perugia e Ternana. Ecco la sua esultanza e quella della curva biancorossa. Il primo tempo si è chiuso sul punteggio di 2-1 per il Grifo: in rete DC10 per la doppietta e Tremolada per la rete che ha accorciato le distanze.

 
Earth Day 2018, come eravamo: la Terra 20 anni fa

Earth Day 2018, come eravamo: la Terra 20 anni fa

Un'app per viaggiare nel tempo e osservare la Terra com'è oggi o com'era 20 anni fa: si chiama Worldview e l'ha messa a punto la Nasa in occasione della Giornata della Terra e permette inoltre di catturare le immagini preferite, tra foreste e ghiacciai, e di condividere le immagini. E' possibile rivedere vecchi incendi, uragani rimasti memorabili e assistere al modo in cui una tempesta nasce e ...

 
Don Matteo, la 12esima serie si farà

Spoleto

Don Matteo, la 12esima serie si farà

La notizia è arrivata all'indomani del bagno di folla di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo "Menotti" di Spoleto (leggi qui): la 12esima serie di don Matteo si farà. E sarà ...

20.04.2018

Don Matteo, in mille per il gran finale

Spoleto

Don Matteo, in mille per il gran finale

Oltre 1000 persone si sono trovate dal pomeriggio di giovedì 19 aprile al Teatro Nuovo di Spoleto per l'evento conclusivo dell'11esima stagione della serie di Don Matteo. ...

19.04.2018

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

L'intervista

Fresu e Sollima, Sicilia e Sardegna in musica

Paolo Fresu e Giovanni Sollima, sardo il primo, siciliano l’altro. Due musicisti eclettici e virtuosi che su sollecitazione dell’Orchestra da camera di Perugia hanno ...

18.04.2018