Pierucci, 73 volte cacciatore con l'entusiasmo di sempre

Pierucci, 73 volte cacciatore con l'entusiasmo di sempre

Il suo racconto: “Ricordo che era l’agosto del 1940 e i miei genitori davanti al podestà firmarono il consenso per ottenere la mia prima licenza”

15.11.2012 - 12:50

0

La sezione eugubina della Federazione italiana della caccia rappresenta un sodalizio caratterizzato da una storia lunghissima, fatta di aneddoti tutti da raccontare, di persone che l’hanno creata, gestita e fatta crescere culturalmente ed eticamente, consentendole di diventare un punto di riferimento significativo per l’intera cittadinanza, “conquistando” qualsiasi generazione. Tra queste non può mancare uno dei pionieri, il dottor Piero Luciano Pierucci, classe 1924, 88 anni ma un entusiasmo rimasto praticamente intatto. A lui la stessa sezione eugubina di Federcaccia ha voluto rendere una sorta di omaggio, ripercorrendo le tappe fondamentali che hanno contrassegnato la sua esperienza all’interno dell’associazione, iniziata all’età di 16 anni: “Era l’agosto del 1940 - ha ricordato Pierucci - quando, di fronte al podestà, i miei genitori firmarono il consenso che mi permise di ottenere la mia prima licenza di caccia”. La storia entra poi nel vivo: “Da allora, ogni anno, fino a questo 2012 - ha sottolineato - ho sempre rinnovato la licenza con Federcaccia di Gubbio. Tanta era ed è ancora la mia passione per l’attività venatoria, che ho praticato in quasi tutte le forme di caccia, esclusi gli ungulati che fino a pochi anni fa non erano presenti nei nostri territori. Ho privilegiato comunque la caccia con il cane da ferma sulle starne che negli anni '50-'60 e nei primi anni '70 erano le regine delle nostre campagne”. Il decano della caccia eugubina non ha mancato poi di raccontare le difficoltà e soprattutto le paure relative agli anni della guerra quando, durante il passaggio del fronte, era rischioso soltanto detenere un'arma, figurarsi l’andare a caccia. Un fattore che tuttavia non ha pregiudicato alcunché: la sua passione era talmente forte che non poteva fare a meno di esercitarla, nonostante i rischi seri che questo comportava. “Dagli anni '60 - ha proseguito Pierucci nel suo racconto - cominciai a praticare la caccia da appostamento e dal 1960 al 1970 divenne fissa una capatina nelle campagne di Puglia dal 18 al 22 ottobre di ogni anno, per la caccia alle allodole”. Ora, dopo ben 73 licenze, autentico vanto della sezione di Gubbio, il dottor Piero, spera tanto di aver trasmesso la sua passione ai nipotini Lorenzo e Giorgio e, stando almeno alle immagini in pagina, non ci sono dubbi che i presupposti ci siano tutti. Dal canto suo la Federcaccia eugubina ha voluto ringraziare Piero Luciano Pierucci “per la sua fedeltà associativa, augurandole tanti in bocca al lupo per le stagioni che verranno. Il mondo venatorio ha bisogno di figure come lei, esempi da seguire da parte delle giovani generazioni, che si affacciano a questa attività”.

 

Roberto Minelli

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Infortunio a un'anca, Nadal si ritira dagli Australia Open

Infortunio a un'anca, Nadal si ritira dagli Australia Open

Melbourne, (askanews) - Il tennista numero uno al mondo Rafael Nadal si è ritirato dagli Australia Open durante il quarto di finale contro il croato Marin Cilic, per un infortunio a un'anca. Cilic, che avanza così in semifinale, incontrerà ora l'inglese Kyle Edmund, dopo che quest'ultimo ha battuto Grigor Dimitrov. Il maiorchino si è arreso al quinto set, dopo un time out al quarto durante il ...

 
Hong Kong, rilasciato il leader del movimento democratico 2014

Hong Kong, rilasciato il leader del movimento democratico 2014

Hong Kong (askanews) - Dopo una settimana di carcere è stato rilasciato su cauzione Joshua Wong. Il volto dell'imponente movimento filodemocratico dell'autunno 2014 a Hong Kong è stato condannato a tre anni di reclusione per aver ostacolato lo sgombero di un accampamento. È la sua seconda condanna al carcere per il suo ruolo nella "Rivolta degli ombrelli". "Mi aspetto di ritornare in prigione nel ...

 
Fiori e romanticismo, a Parigi sfila l'haute couture Chanel

Fiori e romanticismo, a Parigi sfila l'haute couture Chanel

Roma, (askanews) - Sfilata bon ton e romantica per Chanel che ha presentato al Gran Palais di Parigi la nuova collezione primavera-estate 2018 di haute couture durante la fashion week parigina. Fiori in testa e velette a coprire il viso, gonne lunghe, giacche abbottonatissime, stivaletti e colori pastello. In passerella nel giardino botticelliano di Karl Lagerfeld, circondate da siepi e ...

 
Un Codice di comportamento e due Premi per il recupero crediti

Un Codice di comportamento e due Premi per il recupero crediti

Roma (askanews) - Circa 70 miliardi di crediti gestiti, per oltre 36 milioni di posizioni, con crediti recuperati per oltre 8 miliardi: è l'identikit di Unirec, l'Unione nazionale delle imprese a tutela del credito, aderente a Confindustria, che associa oltre 200 aziende con quasi 20 mila addetti. "L'utilizzo dei servizi di recupero crediti - dice il presidente di Unirec Marco Pasini - è molto ...

 
Nomadi al di là del tempo

Palaevangelisti

Nomadi al di là del tempo

Dallo scorso 9 gennaio è in rotazione nelle radio il nuovo singolo dei Nomadi “Ti porto a vivere” dal nuovo album “Nomadi dentro”, nuova produzione di una delle band più ...

23.01.2018

Gli U2 a Barcellona bono

Gli U2 a Barcellona

MUSICA

U2, fissata la tappa italiana. Quando e dove comprare i biglietti

Gli U2 tornano in Europa: l’appuntamento con i fan italiani è fissato per l’11 e 12 ottobre 2018 al Mediolanum Forum di Assago (Milano). L’eXPERIENCE + iNNOCENCE Tour, dopo ...

16.01.2018

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

Lutto nel mondo della musica

Morta Dolores OʼRiordan, frontwoman dei Cranberries

La frontwoman dei The Cranberries, Dolores O'Riordan, è morta all'età di 46 anni. La cantante era a Londra per una breve sessione di registrazione. Nel 2017 il gruppo aveva ...

15.01.2018