Dona un rene
al marito malato
e gli salva la vita

ASSISI

Dona un rene
al marito malato
e gli salva la vita

Luciana Baldini Ciceroni si è resa protagonista di un gesto di grande umanità: ha permesso la sopravvivenza del marito con la donazione dell'organo

08.03.2014 - 12:25

0
Sapevo che sarebbe stata una cosa pericolosa, ma poterlo fare mi ha dato una grandissima soddisfazione e sarebbe bello se tutti imparassero davvero il valore del donare”. Così Luciana Baldini Ciceroni riassume l’esperienza vissuta negli ultimi mesi, quando suo marito Franco ha dovuto subire un trapianto di rene: i dottori avevano suggerito un’operazione con un organo espiantato da un cadavere, ma Luciana ha preferito verificare la propria compatibilità con il marito e donargli un suo rene. La compatibilità tra coniughi è un caso. “E’ il secondo per l’ospedale delle Scotte di Siena”, spiega Luciana, ricordando che già un’altra coppia di Assisi era risultata compatibile, ma era poi stata protagonista di un trapianto di rene in modalità “cross over altruistica”, ossia pur avendo compatibilità per donazione diretta ha scambiato il rene con un’altra coppia che l’aveva anch’essa disponibile. Nel caso dei Ciceroni, la compatibilità registrata è stata del 100%: dopo appena un paio di mesi, Franco e Luciana sono di nuovo in perfetta salute e al lavoro nel loro negozio di via SanFrancesco. “Mi sembra di aver fatto una cosa normalissima - confessa Luciana - e anzi vorrei ringraziare i dottori del reparto di nefrologia dell’ospedale di Assisi, il team di chirurgia dei trapianti di rene, diretta da Mario Carmellini, e tutto il personale degli ospedali di Siena e Firenze, oltre al nostro medico Mario Tosolini: speriamo di incontrarli al pranzo di ringraziamento che faremo il 6 aprile. E pensare che qualche tempo fa, nella tessera per la donazione di organi, avevo messo un punto interrogativo: invece la vita ci riserva sempre sorprese, mai avrei pensato di dover affrontare quest’esperienza, che mi ha regalato tanto sul piano umano. Anche per questo ho detto ai dottori che se fosse necessario parlare della mia esperienza per incoraggiare altre persone, io sono disponibile”. Franco e Luciana si conoscono da quasi 50 anni, sono sposati da 38 e hanno una figlia, Daniela, un genero, Alessandro, e due nipoti: tutti al settimo cielo per questa esperienza conclusasi alla grande. “Oggi nel mondo c’è tanto menefreghismo - aggiunge Franco - e invece esperienze del genere rendono ancora più uniti”. Per premiare Luciana Ciceroni, la Pro loco di Rivotorto per questa sera alle 20,30 organizza una cena nel salone di piazza Antichi Sapori; nel corso della serata verrà consegnato un omaggio e un premio simbolico a Luciana. “Una donna coraggiosa - sottolineano dall’associazione - che si è distinta per un nobile gesto; lei dice che è stato semplice, ma noi lo riteniamo impegnativo e pieno di coraggio".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Casa delle Donne a Roma, il Senato si mobilita contro lo sfratto

Roma, (askanews) - È lo storico centro del femminismo romano, diventato in quasi 40 anni di vita una vera e propria "istituzione" per la promozione culturale e sociale del mondo femminile che va ben oltre il panorama della capitale. La Casa Internazionale delle Donne a Trastevere ora rischia però la chiusura a causa proprio di un contenzioso con il Campidoglio guidato da Virginia Raggi. La ...

 
Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Addio allo schermo? Come sta cambiando l'arte contemporanea

Milano (askanews) - E' stata una delle opere d'arte simbolo degli ultimi anni, premiata alla Biennale di Venezia del 2013 e poi in giro per i musei più importanti del mondo. "Grosse Fatigue" di Camille Henrot sembra per certi versi rappresentare l'opera d'arte perfetta per il mondo contemporaneo, con il suo mix di visionarietà e di enciclopedismo. Eppure quello schermo che è l'elemento ...

 
Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Enel: arrivano i droni nella centrale di Civitavecchia

Roma, (askanews) - Arrivano i droni nella centrale Enel di Torrevaldaliga Nord di Civitavecchia. A loro sarà affidato il compito di supportare le attività di esercizio, manutenzione e protezione dell'impianto, grazie a soluzioni sviluppate da due star-up: Convexum e Percepto. In particolare, la start-up "Convexum" ha sviluppato un sistema in grado di impedire il sorvolo dell'impianto da parte di ...

 
Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Fiona May

Sì al Todi festival, ma in Umbria non ci sono piste di atletica

Atleta, mamma e ora anche attrice di teatro, Fiona May in Umbria per presentare il suo debutto  al Todi festival 2018, il 25 agosto al teatro Comunale di Todi.

21.05.2018

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Eletta a Corciano

La bella Carolina Miss Mondo Umbria

Carolina Scarscelli, 16 anni, studentessa di Città di Castello è Miss Mondo Umbria 2018. È stata eletta sabato sera al Gherlinda nel corso della finale regionale organizzata ...

21.05.2018

Doppia italia sul podio di Cannes

festival del cinema

Doppia italia sul podio di Cannes

Trionfo dell'Italia al Festival del cinema di Cannes. "Dogman" di Matteo Garrone regala a Marcello Fonte il premio come miglior attore protagonista, mentre Alice Rohrwacher ...

20.05.2018