"Guarita dal tumore sulla tomba della piccola Sara"

Gubbio

"Guarita dal tumore sulla tomba della piccola Sara"

17.01.2015 - 20:07

0

Padre Francesco Ferrari ha appena terminato la celebrazione della Messa. Impartisce la benedizione finale e conclude: “Vi devo dare una notizia che ritengo importante: a San Martino in Colle, sulla tomba della piccola Sara Mariucci, una signora ammalata di tumore, l’8 dicembre scorso sostiene di aver visto la Madonna insieme alla nostra Sara. Due giorni dopo, ricoverata in ospedale per l’ultima risonanza prima di sottoporsi a un delicatissimo intervento chirurgico, i medici hanno scoperto che il tumore era sparito. Personalmente lo ritengo un miracolo, e comunque ho già avvertito il nostro vescovo Ceccobelli”.

Una guarigione miracolosa insomma, avvenuta dopo l’apparizione della Madonna, sulla tomba di Sara Mariucci, la bimba fulminata il 5 agosto 2006, a 3 anni e 7 mesi sulle giostre mentre era in vacanza in Calabria e la cui morte, fin dal primo istante, è stata interpretata come un segno su cui riflettere, che può dare nuova pace e speranza.

E non è il primo fatto strano associato a quel piccolo angelo salito in cielo. Tempo fa un giovane sacerdote proveniente dal Congo, esattamente da Kenge, studente a Roma e ospite di una parrocchia della periferia eugubina, era stato ricoverato in condizioni gravissime, disperate, in imminente pericolo di vita, all’ospedale “Silvestrini” di Perugia. Il vescovo eugubino, Ceccobelli, è andato a trovarlo regalandogli un ricordino di Sara. Il giovane sacerdote lo ha baciato e messo sotto il cuscino. Da allora la sua situazione è lentamente migliorata. Antonella (il nome è di pura fantasia) sta male.

I medici le hanno diagnosticato da tempo un cancro al midollo spinale. Si è sottoposta a diverse risonanze e tutte hanno dato lo stesso responso: tumore maligno. Deve operarsi, anche se l’asportazione del male richiede un intervento chirurgico delicatissimo. L’operazione viene fissata per il 10 dicembre. Qualche giorno prima Antonella decide di venire a trovare una sua amica che vive a San Martino in Colle. La mattina dell’8 dicembre, il giorno dell’Immacolata, insieme vanno a messa, celebrata da Padre Francesco Ferrari, nella chiesa della frazione eugubina. Durante la celebrazione religiosa Antonella avverte una sensazione strana. E al termine insieme all’amica si reca sulla tomba della piccola Sara. “Proprio lì - conferma padre Francesco - sostiene di aver visto la Madonna insieme a Sara. E la cosa più importante è che lo ha messo anche per scritto in una sua precisa e circostanziata testimonianza che abbiamo raccolto riferendone al vescovo Ceccobelli”. Il giorno dopo, 9 dicembre, Antonella torna a casa. E il giorno dopo ancora si reca in ospedale: deve sottoporsi agli ultimi esami e poi all'operazione già programmata da tempo. Ma la risposta dell'ultima risonanza è sconcertante: non c’è più alcuna traccia del tumore. Antonella è guarita.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Video shock, collaboratore Macron picchia manifestante

Video shock, collaboratore Macron picchia manifestante

Roma, (askanews) - La procura di Parigi ha annunciato l'apertura di un'indagine preliminare nei confronti di un collaboratore del presidente Emmanuel Macron per "violenze da parte di persona incaricata di una missione di servizio pubblico". Nel mirino dell'ingagine c'è Alexandre Benalla, che - come si vede da queste immagini - il primo maggio picchia un manifestante. L'inchiesta, affidata alla ...

 
Altro

Balena di 10 metri spiaggiata in Cile, salvata da volontari e militari

Salvata dalla morte. Una vera e propria lotta contro il tempo da parte dell'esercito cileno e di tanti volontari per far riprendere il largo a una balena lunga 9,5 metri, spiaggiata in Cile, sulle coste dell'isola Chiloé. Nel video postato dalle forze armate cilene le fasi salienti della difficile operazione che si è conclusa con un applauso liberatorio. Peraltro il cetaceo aveva diverse ferite ...

 
Balene nel cielo, primo decollo per il nuovo Airbus Beluga XL

Balene nel cielo, primo decollo per il nuovo Airbus Beluga XL

Tolosa (askanews) - Giovedì 19 luglio 2019 ha compiuto il suo primo decollo dall'aeroporto di Blagnac, nei pressi di Tolosa, in Francia, il nuovo Airbus Beluga XL, versione "allargata" del celebre maxi aereo cargo del consorzio aeronautico europeo. Basato sull'Airbus A330-200, il nuovo Beluga XL, alto quasi 19 metri, ha una capacità di carico superiore del 30% rispetto al suo predecessore, di cui ...

 
Tassista abusivo arrestato a Milano per lo stupro di una 20enne

Tassista abusivo arrestato a Milano per lo stupro di una 20enne

Milano (askanews) - Un tassista abusivo di 61 anni di origini egiziane è stato arrestato a Milano, dai carabinieri della Compagnia Duomo, con l'accusa di aver violentato, la notte del 16 giungo 2018, una ragazza 20enne che, dopo una serata trascorsa con gli amici all'Old Fashion, uno dei locali più noti della movida milanese, aveva usufruito del taxi abusivo per tornare a casa. La vittima, una ...

 
Quelli dei Massive Attack

Umbria Jazz 2018

Quelli dei Massive Attack

La lunga notte dei Massive Attack all'Arena Santa Giuliana per Umbria Jazz fra tanta musica, effetti speciali e un'abbondante pioggia che non ha fermato entusiasmo e note ... ...

17.07.2018

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

Umbria Jazz

Massive Attack: concerto bagnato, concerto fortunato

L'acquazzone che si è abbattuto per qualche minuto sull'arena Santa Giuliana di Perugia non ha scoraggiato assolutamente il popolo di Umbria Jazz e l'attesissimo concerto ...

17.07.2018

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Il festival

Umbria Jazz, il pubblico dei Massive Attack più forte della pioggia

Poco dopo le 22 la luna si oscura e nubi nere scatenano un acquazzone sul popolo dei Massive Attack, all'arena Santa Giuliana. Hanno partecipato in tanti, sia sulle gradinate ...

16.07.2018