Gubbio vuole Papa Francesco ad accendere l'albero di Natale più grande

Umbria

Gubbio vuole Papa Francesco ad accendere l'albero di Natale più grande

07.09.2014 - 21:27

0

A Gubbio si stanno facendo tutti i passi utili affinché quest’anno ad accendere l’Albero di Natale più grande del mondo sia Papa Francesco. Il desiderio era stato espresso da tanti eugubini e in molti avrebbero voluto che il pontefice già all’epoca della visita in Umbria, ad Assisi l’ottobre scorso, toccasse anche Gubbio, terra in cui san Francesco ammansì il lupo e visse la sua conversione.
Adesso ci hanno pensato gli alberaioli ad avvicinare il Papa a Gubbio, ma pare che non si tratterà di una visita in loco. Il papa accenderà l’Albero in video conferenza, così come già nel 2011 aveva fatto Papa Benedetto XVI dalla sede Vaticana e poi nel 2012 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dal Quirinale. Sarebbe questa la formula adottata per il prossimo 7 dicembre, per la cerimonia della 34esima accensione, sempre che tutto venga confermato e che sia proprio Bergoglio a far illuminare le centinaia di luci dell’Albero di Natale più grande del mondo simbolo di pace e fratellanza in tutto il mondo.
 Intanto ripartono le attività per la realizzazione della sagoma luminosa che regala emozioni e suggestioni sul monte Ingino. Il comitato che si occupa della maestosa creazione ha ripreso domenica 7 i lavori per il montaggio dell’Albero dei record.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Lavoro e carcere, a Pozzuoli nasce la sartoria Marinella

Lavoro e carcere, a Pozzuoli nasce la sartoria Marinella

Napoli, (askanews) - Una sartoria artigianale nel carcere femminile di Pozzuoli, un progetto congiunto fra la celebre casa Marinella produttrice di cravatte di lusso e il ministero della Giustizia. Le cravatte realizzate saranno destinate a doni istituzionali e alla polizia penitenziaria. Il lavoro è cruciale per riconnettere l'individuo con la società, ha detto il ministro della Giustizia Andrea ...

 
A Lione all'asta uno scheletro di mammut di 15mila anni fa

A Lione all'asta uno scheletro di mammut di 15mila anni fa

Lione, (askanews) - All'asta a Lione presso la casa d'aste Aguttes un gigantesco scheletro di mammuth, risalente a 12mila o 15mila anni fa. Fu ritrovato una decina d'anni fa nel ghiaccio della Siberia. E' il più grande esemplare di mammuth mai messo in vendita nelle mani di un proprietario privato; prezzo iniziale fra i 450mila e i 500mila euro. Ne spiega l'importamza Eric Mickeler della Camera ...

 
Gentiloni: intesa Brexit, ora via a seconda fase, molto complessa

Gentiloni: intesa Brexit, ora via a seconda fase, molto complessa

Bruxelles, (askanews) - "Il consiglio europeo ha approvato l'intesa tra la commissione europea e il governo britannico che di fatto avvia una seconda fase del processo di separazione del Regno Unito dall'Unione". Lo ha annunciato da Bruxelles il premier italiano Paolo Gentiloni. "La seconda fase inizia adesso con la consapevolezza che si tratta di un tema molto complicato".

 
Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Golden Globe

Tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Annunciate a Los Angeles le candidature per la 75esima edizione dei Golden Globe 2018, che si terranno il 7 gennaio al Beverly Hilton Hotel, sede della manifestazione. Bene ...

11.12.2017

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

capitale in lutto

E' morto Lando Fiorini, "core de Roma"

E' morto Lando Fiorini. Il cantante, che avrebbe compiuto 80 anni a gennaio, è deceduto a Roma nel pomeriggio di sabato 9 dicembre dopo una lunga malattia. Le conferme sono ...

09.12.2017

Il funambolo e l'idea di Alchemika

Oltre l'esibizione

Il funambolo e l'idea di Alchemika

L’idea di riportare un equilibrista sospeso sulle teste dei perugini a un secolo da Strucinàide non è poi così nuova. Chi ha una qualche dimestichezza con la vita culturale ...

09.12.2017